{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Presidio degli impatti ambientali

Il Codice Etico di Gruppo e le Regole in materia ambientale ed energetica, approvati dal vertice aziendale, definiscono i principi e le Linee Guida relativi alla responsabilità ambientale del Gruppo e al presidio degli impatti – diretti e indiretti – generati dalla propria attività. Con riferimento agli impatti diretti sull’ambiente, derivanti dall’operatività della Banca, Intesa Sanpaolo ha da tempo adottato un Sistema di Gestione Ambientale e dell’Energia (SGAE), implementato secondo le più importanti norme internazionali di riferimento (ISO14001 e ISO 50001), e sottoposto a certificazione annuale da parte di un ente terzo ed indipendente.

Inoltre, per tradurre in azioni concrete l’impegno per la tutela dell’ambiente, sono stati istituiti i ruoli dell’Energy Manager e del Mobility Manager, che presidiano in maniera costante le proprie aree di competenza.

Energy Manager

Con riferimento all'Energy Manager la legge italiana n.10 del 9/01/2001 prevede che le Società che consumano più di 1.000 tonnellate equivalenti di petrolio (tep) all’anno (orientativamente per il settore terziario quelle con più di 500 addetti), nominino il Responsabile per la conservazione e l’uso razionale dell’energia (Energy Manager) con contestuale rendicontazione dei consumi da trasmettere annualmente al Ministero dello Sviluppo Economico mediante l’inserimento nella piattaforma informatica di FIRE (Federazione Italiana per l’uso Razionale dell’Energia).

Le società del Gruppo che, nel 2018, hanno fatto registrare consumi superiori ai 1.000 tep e che hanno provveduto per il corrente anno alla nomina dell’Energy Manager sono le seguenti:

 

Società TEP
Intesa Sanpaolo 79.668,67
Fideuram - Intesa sanpaolo Private Banking S.p.A 2.363,36
Intesa Sanpaolo Private Banking S.p.A 1.485,18
Mediocredito Italiano 1.260,57

Mobility Manager

Gli aspetti legati alla mobilità sono invece presidiati dal Mobility Manager, che coordina le iniziative e le migliori soluzioni ai bisogni di spostamenti aziendali e personali. Scopri il nostro impegno per la mobilità.

 

Monitoraggio e certificazione dei processi

Con l’obiettivo di gestire responsabilmente gli impatti ambientali ed energetici legati alla propria attività il Gruppo Intesa Sanpaolo ha avviato da tempo un processo di monitoraggio dei propri impatti ambientali ed energetici, consapevole che solo partendo da dati reali di consumo sia possibile avviare azioni di ottimizzazione e di efficienza energetica con risultati durevoli e miglioramenti costanti.

Grazie a tali azioni di monitoraggio avviate nel tempo, in coerenza con quanto dichiarato nella Politica ambientale ed energetica, il Gruppo Intesa Sanpaolo ha potuto dotarsi di importanti certificazioni ambientali.

Sistema di gestione ambientale e dell'energia

In Italia Intesa Sanpaolo si è dotata di un Sistema di Gestione Ambientale (ai sensi della norma UNI EN ISO 14001) e dal giugno 2010, prima banca italiana, lo ha integrato con un Sistema di Gestione dell’Energia (dall'aprile 2012 certificato UNI CEI EN ISO 50001).

Il perimetro di certificazione si è allargato negli anni fino a ricomprendere – a partire dalla verifica di rinnovo 2019 che si concluderà in autunno – tutte le filiali e i Palazzi d’Italia. I siti sono sottoposti ad un costante processo di monitoraggio delle performance ambientali ed energetiche e a cicli di verifiche interne effettuate con l’obiettivo di valutare il grado di aderenza delle prassi adottate rispetto a quanto atteso; in caso di necessità vengono implementate le azioni correttive necessarie per riportare le performance all’interno di un range definito. 
Il Sistema di Gestione prevede anche un percorso formativo specialistico per tutti i collaboratori coinvolti. 
Annualmente le sedi centrali e un congruo numero di filiali e Palazzi sono interessati dalla verifica di mantenimento o di rinnovo della certificazione da parte dell’ente terzo internazionale DNV GL. 
La Sede di coordinamento del Sistema è il Nuovo Centro Direzionale di Torino, un edificio dotato delle più avanzate soluzioni tecnologiche ed impiantistiche, considerato uno degli edifici di grande altezza più ecosostenibili al mondo, come attestato anche dal più alto livello (Platinum) della certificazione internazionale LEED (Leadership in Energy and Environmental Design).

Relativamente alle Banche estere la prima Sussidiaria ad aver attuato un Sistema di Gestione dell’Energia (ai sensi della norma UNI CEI EN ISO 50001) è l'ungherese CIB Bank. La Banca ha rinnovato a fine 2018 la certificazione dei propri immobili (81) e servizi anche grazie all’installazione di datalogger in alcune filiali, migliorando la gestione dei data center e sostituendo impianti vetusti con impianti ad alta efficienza energetica.

Partecipazione a gruppi di lavoro

Intesa Sanpaolo partecipa attivamente ad alcuni Gruppi di lavoro ed Associazioni attive sui temi ambientali:

Il monitoraggio costante dei mercati dell’energia, la definizione di best practice per l’efficienza energetica e la verifica dell’impatto ambientale sono divenuti, nel tempo, uno strumento essenziale per assicurare la continuità e la sostenibilità dei servizi bancari. 
Promosso dall'Associazione Bancaria Italiana, in un'ottica di collaborazione tra banche, tra cui Intesa Sanpaolo, aziende e Istituzioni, nel 2002 si è costituito sotto forma di Consorzio ABI Lab, oggi affermato come il Centro di Ricerca e Innovazione per la Banca. ABI Lab promuove e coordina diverse attività di ricerca, che si svolgono in un contesto di incontro e confronto in diversi Gruppi di Lavoro, che vedono la partecipazione di Intesa Sanpaolo, tra banche e partner tecnologici consorziati. 



Intesa Sanpaolo è anche associata al FIRE, la federazione italiana che raggruppa tutti gli Energy Manager e le aziende che applicano azioni di efficienza energetica.

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"},{"label":"Alert","url":"","key":"enable-alert"},{"label":"Richiedi bilanci","url":"/it/investor-relations/richiedi-bilanci","key":"business-budget"},{"label":"Calendario Finanziario","url":"/it/investor-relations/calendario-finanziario","key":"financial-calendar"}]}