{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD","clientIDSh":"9e04155b-dc20-4ad8-b40b-5d4c665631f2","signatureSh":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryptionSh":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyIDSh":"72a8b4f5-7fbb-427b-9006-4baf6afba018","userSh":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Nitto ATP Finals: Sinner trionfa ad Anversa e guadagna una posizione

Contenuto realizzato in collaborazione con la redazione di Ubitennis diretta da Ubaldo Scanagatta

Quello che una settimana fa era vero solo per la matematica da poche ore lo è anche per l’ATP: Andrey Rublev e Matteo Berrettini sono ufficialmente qualificati per le Nitto ATP Finals di Torino. Si uniscono a Novak Djokovic, Daniil Medvedev, Stefanos Tsitsipas e Alexander Zverev.
Dalla prima edizione del 1970 ad oggi nessun tennista italiano aveva mai preso parte per due volte al torneo dei maestri; Adriano Panatta conquistò il diritto a farlo sia nel 1975 che nel 1976, ma solo nel ‘75 scese in campo. Fatti tutti i dovuti scongiuri, e a differenza di Panatta, Matteo Berrettini parteciperà alla prima edizione al Pala Alpitour di Torino del 2021 dopo aver giocato alla O₂ Arena di Londra nel 2019.
Eppure, questa non è la notizia più rilevante della settimana del tennis italiano. Dopo quanto successo ad Anversa la scorsa settimana, infatti, è ipotesi sempre più concreta che il tennista capitolino non sarà l'unica presenza azzurra all'evento di fine anno.
Infatti, se Jannik Sinner riuscisse ad aggiudicarsi uno dei due posti ancora in palio per le Nitto ATP Finals di Torino, per la prima volta dal 1970 si potrebbero vedere in azione contemporaneamente due italiani.
 

I prossimi impegni di Jannik Sinner nella Race to Torino

Ma in concreto cosa deve fare Sinner per qualificarsi? Nell’immediato replicare nel torneo da 500 punti di Vienna ciò che ha fatto ad Anversa, ovvero vincere e poi provare a farlo anche nell’ultimo 1000 dell’anno, ovvero quello di Parigi-Bercy. In attesa di Vienna e Parigi, grazie alla quarta vittoria della stagione l’altoatesino ha guadagnato 250 punti nei confronti dei giocatori che lo precedevano prima dell’inizio del torneo belga.
Davanti a lui in questo momento ci sono soltanto Casper Ruud al settimo posto e Hubert Hurkacz all’ottavo (ricordiamo che Nadal attualmente ottavo non parteciperà alle Finals per un infortunio), mentre Cameron Norrie è scivolato alle sue spalle. La sua qualificazione dista solo 110 punti, quelli che per ora lo separano da Hurkacz.
 

Qualificazioni Nitto ATP Finals di Torino: classifica aggiornata al 25/10/2021

Posizione

Giocatore

Punti

Nazione

1

Novak Djokovic

8370

Serbia

2

Daniil Medvedev

6470

Russia

3

Stefanos Tsitsipas

5650

Grecia

4

Alexander Zverev

5095

Germania

5

Andrey Rublev

4165

Russia

6

Matteo Berrettini

4000

Italia

7

Casper Ruud

3015

Norvegia

8

Hubert Hurkacz

2955

Polonia

9

Jannik Sinner

2845

Italia

10

Cameron Norrie

2840

Regno Unito

11

Felix Auger-Aliassime

2330

Canada

12

Aslan Karatsev

2280

Russia

13

Pablo Carreno Busta

1925

Spagna

Gli atleti in campo a Vienna

Sinner non deve però limitarsi a guardare avanti, ma anche fare attenzione agli attacchi provenienti dalle retrovie. A Mosca infatti ha brillato la stella del russo Aslan Karatsev che, vincendo il torneo, a sua volta ha fatto propri i 250 punti in palio.
La caccia alle qualificazioni continuerà questa settimana nella capitale austriaca dove, oltre a Sinner, giocheranno tutti i suoi diretti avversari, da Casper Ruud a Pablo Carreno Busta.
Ma niente paura Jannik: se nel 2021 uno sprinter italiano ha vinto i 100 metri olimpici, due tennisti alle Nitto ATP Finals di Torino sono (quasi) una passeggiata.
 

{"toolbar":[]}