{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

APPROVATO IL PROGETTO DI INTEGRAZIONE DI BANCA INTESA INFRASTRUTTURE E SVILUPPO E BANCA OPI: NASCE LA PRIMA BANCA ITALIANA NEL PUBLIC FINANCE


Roma, 23 maggio 2007 – I Consigli di Amministrazione di Banca Intesa Infrastrutture e Sviluppo S.p.A. (BIIS) e di Banca OPI S.p.A. hanno approvato, nell’ambito della Business Unit Public Finance del Gruppo Intesa Sanpaolo, il progetto di integrazione delle due banche, che secondo quanto previsto dal Piano d’Impresa porterà entro la fine dell’anno in corso alla creazione della prima banca italiana nel public finance ed una delle prime in Europa (a partire da una base di oltre 2000 clienti, oltre 38 miliardi di euro di impieghi  ed oltre 300 milioni di euro di proventi operativi netti), capace di essere volano di sviluppo per le infrastrutture, la logistica, i servizi di pubblica utilità e tutti i settori coinvolti dall’intervento pubblico.

Il progetto di integrazione, che verrà sottoposto alle Assemblee delle due banche ed all’Autorità di Vigilanza, prevede la scissione totale di Banca OPI nel ramo bancario, che confluirà in BIIS, e nel ramo FIN.OPI, che confluirà nella capogruppo e che sarà convertita ad Investment Management & Advisory Firm specializzata nella gestione di fondi chiusi nei settori delle infrastrutture e delle public utilities.

I Consigli di Amministrazione hanno inoltre approvato il budget unificato della Business Unit Public Finance, impegnando le due banche al conseguimento di un unico obiettivo comune, e ne hanno rafforzato il coordinamento. BIIS e Banca OPI già da oggi operano sul mercato in modo unitario, con risultati in forte crescita: nel primo trimestre 2007, infatti, la Business Unit Public Finance (che consolida, oltre a BIIS e Banca OPI, i rapporti di Intesa Sanpaolo che saranno progressivamente presi in carico dalle due banche) ha registrato una forte crescita degli impieghi (+18% rispetto al primo trimestre 2006), una progressione dei ricavi in linea con le previsioni di piano (+7%) ed un miglioramento del cost/income (da 37,9 a 35,5%).

Prosegue pertanto in tempi stretti la messa a regime della Business Unit Public Finance del Gruppo Intesa Sanpaolo, che è al servizio di tutti gli attori della spesa pubblica e della pubblica utilità, tra cui Pubblica Amministrazione centrale e locale, Enti pubblici, general contractor e public utilities, sanità pubblica e privata, ed offre una gamma completa di servizi finanziari tradizionali e strutturati, per la gestione dell’attivo, del passivo e dell’operatività corrente dei clienti.

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}