{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD","clientIDSh":"9e04155b-dc20-4ad8-b40b-5d4c665631f2","signatureSh":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryptionSh":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyIDSh":"72a8b4f5-7fbb-427b-9006-4baf6afba018","userSh":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Banca di eccellenza a sostegno dell'economia reale

Siamo il gruppo bancario leader in Italia nei servizi finanziari per le famiglie e le imprese e ci posizioniamo fra i primi 5 gruppi dell'area euro

~20,6

Milioni di clienti in Italia e all’estero

4.620

Sportelli in Italia e all’estero

473,7

Miliardi di euro di finanziamenti alla clientela

1.023.005

Milioni di euro di totale attivo

95.554

Dipendenti in Italia e all'estero

Intesa Sanpaolo: risultati al 30 settembre 2022

I risultati dei primi nove mesi del 2022 confermano la capacità di Intesa Sanpaolo di generare una solida redditività e di creare valore per tutti gli stakeholder anche in contesti complessi grazie al modello di business ben diversificato e resiliente, con un utile netto trainato dagli interessi netti che ha raggiunto 4,4 miliardi di euro escludendo il de-risking riguardante la Russia. Nel terzo trimestre 2022 è stata ridotta di circa il 65% (circa 2,3 miliardi di euro) l’esposizione verso la Russia, scesa allo 0,3% dei crediti a clientela complessivi del Gruppo.

L’utile netto dei nove mesi è pari a 4.367 milioni di euro escludendo 1,3 miliardi di euro di rettifiche di valore per Russia e Ucraina, pienamente in linea con l’obiettivo del Piano di Impresa 2022-2025 di oltre 5 miliardi per l’anno in corso. L’utile netto contabile è pari a 3.284 milioni di euro.

Intesa Sanpaolo è pienamente in grado di continuare a operare con successo in futuro, potendo contare sui punti di forza che contraddistinguono il Gruppo, in particolare sotto il profilo finanziario, operativo, tecnologico e organizzativo.
La formula del Piano di Impresa 2022-2025 e, in particolare, l’obiettivo di 6,5 miliardi di utile netto al 2025 sono confermati. L’attuazione del Piano procede a pieno ritmo, con le principali iniziative industriali ben avviate.

La generazione di valore per tutti gli stakeholder si fonda anche sul forte impegno ESG di Intesa Sanpaolo, che nei nove mesi si è tradotto, tra l’altro, in un contributo economico straordinario di circa 50 milioni di euro alle persone del Gruppo (non dirigenti) per mitigare l’impatto dell’inflazione e in molteplici iniziative umanitarie a favore delle persone della controllata Pravex Bank e della popolazione dell’Ucraina.

Forte impegno ESG, con un posizionamento ai vertici mondiali per l’impatto sociale e grande focus sul clima e un rafforzamento della governance ESG con il Comitato Rischi diventato Comitato Rischi e Sostenibilità assumendo maggiori responsabilità ESG dallo scorso aprile.
Intesa Sanpaolo è l’unica banca italiana inclusa nei Dow Jones Sustainability Indices e si classifica prima tra le banche europee in tre delle principali valutazioni internazionali ESG, MSCI, Sustainalytics e Bloomberg ESG Disclosure Score. Inoltre, Intesa Sanpaolo a febbraio 2022 ha ricevuto il riconoscimento S&P Global Sustainability Award - Bronze Class e:

  • - è stata inserita per il quinto anno consecutivo nell’indice riguardante la parità di genere Bloomberg Gender-Equality Index (GEI) 2022, registrando un punteggio ampiamente superiore alla media del settore finanziario a livello mondiale e delle società italiane;
  • - è stata riconosciuta come prima banca in Europa e seconda al mondo nel Diversity and Inclusion Index 2022 di Refinitiv tra le 100 migliori aziende per diversità e inclusione;
  • - è stata tra le prime europee ad aver ottenuto la prestigiosa certificazione internazionale Gender Equality European & International Standard (GEEIS-Diversity) su diversità e inclusione.

Intesa Sanpaolo è un acceleratore della crescita dell’economia reale: circa 64 miliardi di euro di nuovo credito a medio-lungo termine nei primi nove mesi del 2022, con circa 46 miliardi in Italia, di cui circa 41 miliardi erogati a famiglie e piccole e medie imprese; circa 3.200 aziende italiane riportate in bonis da posizioni di credito deteriorato nei primi nove mesi del 2022 e oltre 136.000 dal 2014, preservando rispettivamente oltre 15.000 e 680.000 posti di lavoro.

Le prospettive

Le iniziative industriali del Piano di Impresa 2022-2025 sono ben avviate ed è confermato l’obiettivo di 6,5 miliardi di euro di utile netto nel 2025, con un chiaro e forte rialzo derivante dall’aumento dei tassi di interesse (crescita di circa 2 miliardi di euro su base annua degli interessi netti assumendo il tasso Euribor a 1 mese in media d’anno pari al 2%).

Per il 2022 si prevede un utile netto di oltre 4 miliardi di euro a seguito della riduzione dell’esposizione verso la Russia e della forte performance operativa del terzo trimestre, nonostante il peggioramento nell’offerta di materie prime / energia.

Si prevede una solida posizione patrimoniale, con un obiettivo di Common Equity Tier 1 ratio fully phased-in superiore al 12% nell’orizzonte del Piano di Impresa 2022-2025 secondo le regole di Basilea 3 / Basilea 4.

Si prevede una forte distribuzione di valore:

- payout ratio pari al 70% dell’utile netto consolidato in ciascun anno del Piano di Impresa (2,3 miliardi di euro già maturati a valere sull’utile netto dei primi nove mesi 2022, di cui 1,4 miliardi in pagamento come acconto dividendi il 23 novembre 2022);

- distribuzione aggiuntiva agli azionisti di 1,7 miliardi di euro tramite il buyback avviato il 4 luglio e concluso l’ 11 ottobre 2022;

- la decisione in merito al buyback per il restante ammontare di 1,7 miliardi di euro autorizzato dalla BCE verrà assunta entro l’approvazione dei risultati al 31 dicembre 2022;

- eventuale ulteriore distribuzione da valutare anno per anno a partire dal 2023.

Una banca solida al servizio dello sviluppo del Paese

Sede Intesa Sanpaolo

Lavoriamo per garantire nel tempo la nostra solidità patrimoniale e la sostenibilità dei risultati, impegnandoci per creare un rapporto di fiducia con i nostri clienti, i nostri azionisti e i territori dove operiamo. In Italia, dove abbiamo la rete di sportelli bancari più estesa del Paese, vogliamo agire come motore dell’economia reale e dare il nostro contributo allo sviluppo delle comunità. Siamo inoltre presenti in 37 Paesi.

Il nostro modello di business

Consapevoli del valore della nostra attività in Italia e all'estero in Europa, Egitto e Brasile promuoviamo uno stile di crescita attento alla solidità patrimoniale e finanziaria, alla sostenibilità dei risultati nel tempo e alla creazione di un circolo virtuoso basato sulla fiducia che nasce dalla soddisfazione dei clienti e degli azionisti, dal senso di appartenenza dei collaboratori e dalla vicinanza ai bisogni della collettività e dei territori. Competiamo lealmente nel mercato, pronti a cooperare con gli altri soggetti economici - privati e pubblici - ogni qualvolta sia necessario per rafforzare la capacità complessiva di crescita dei sistemi Paese in cui operiamo.

Le nostre attività

La nostra struttura organizzativa comprende sei divisioni attive in Italia e all’estero

Banca dei Territori

Focalizzata sul mercato e il territorio per il rafforzamento delle relazioni con le persone, le PMI e gli enti nonprofit

IMI Corporate & Investment Banking

Partner globale per le imprese, le istituzioni finanziarie e la pubblica amministrazione in Italia e in 25 Paesi

International Subsidiary Banks

Include le banche commerciali controllate attive nelle aree strategiche dell’Europa centro-orientale, Medio Oriente, Nord Africa

Private Banking

Serve i clienti appartenenti al segmento Private e High Net Worth Individuals con l’offerta di prodotti e servizi mirati

Asset Management

Soluzioni di asset management per la clientela del Gruppo, per le reti commerciali esterne al Gruppo e la clientela istituzionale

Insurance

Prodotti assicurativi e previdenziali rivolti alla clientela del Gruppo

La Ricerca economica e finanziaria di Intesa Sanpaolo

Analisi e previsioni sulla realtà economica italiana, dei paesi sviluppati e delle economie emergenti. Ricerca sugli emittenti di strumenti finanziari, sui mercati dei capitali, dei cambi e delle materie prime. Un osservatorio privilegiato sulla struttura produttiva italiana, i settori e i distretti industriali, il sistema bancario, la finanza e i servizi pubblici locali.

Mercati

Manifattura e shock energetico: il peggio deve ancora venire

Tra fine 2022 e inizio 2023 è atteso un calo marcato della produzione industriale In Italia ed Eurozona

Commodity

Commodity Trade sotto i riflettori: quali dinamiche?

Il conflitto in Ucraina, le sanzioni alla Russia e gli elevati livelli dei corsi delle commodity: benefici e criticità del commercio internazionale

Scenario sociale e comportamentale

Indagini di mercato, ricerche di scenario e survey finalizzate a monitorare le principali tendenze sociali del nostro tempo presso la popolazione, le imprese e gli opinion leader. Un osservatorio strategico supportato dai principali istituti di ricerche di mercato, che analizza comportamenti, percezioni e sentiment per interpretarne l’evoluzione e anticipare i trend.

Donna in città

Leader in Italia di dimensione europea, offriamo ai nostri clienti una presenza strategica in mercati con alto potenziale di crescita.

Dove siamo nel mondo
Donna al computer

Le persone sono la chiave del nostro successo

Non semplici bancari: le nostre persone hanno talenti diversi ma sono unite dall’impegno per assicurare la crescita del gruppo. Vogliamo aiutarle a realizzare le proprie ambizioni professionali e personali: investiamo in formazione per sviluppare le competenze, lavoriamo per creare un contesto che valorizzi le diversità e favorisca il benessere.

pepper robot
Ragazzi collaborano divertendosi

VISUALIZZA

Eventi e Progetti

VISUALIZZA

L'impegno
{"toolbar":[]}