{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

 

Roma, 21 dicembre 2010 – BIIS, Banca Infrastrutture Innovazione e Sviluppo, la banca del

Gruppo Intesa Sanpaolo dedicata al Public Finance e alla collaborazione tra Pubblico e

Privato, aderisce all’ordinanza n. 3906 della Presidenza del Consiglio, emessa il 13

novembre scorso a seguito dell’alluvione che ha recentemente colpito il territorio della

regione Veneto.

Sulla base dell’ordinanza, i soggetti residenti o aventi sede operativa o esercitanti attività

lavorativa o produttiva nei comuni colpiti dalla calamità naturale, potranno chiedere, entro

il 31 gennaio 2011, la sospensione del pagamento delle rate dei mutui, prestiti e di ogni

altro finanziamento a rimborso rateale, per un periodo di 8 mesi. Gli interessi maturati nel

periodo di sospensione verranno rimborsati senza l’applicazione di ulteriori tassi, mentre

sul debito residuo essi saranno calcolati in relazione a quanto indicato in contratto e

secondo le modalità in esso stesso previste. Decorso il periodo di sospensione, il rimborso

del finanziamento riprenderà con la periodicità precedentemente stabilita, implicando di

conseguenza un allungamento del piano di ammortamento.

Per ulteriori informazioni consultare il sito

www.biis.it

.

stampa@intesasanpaolo.com

Media Relations

+39.06.67125312

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}