{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

CR VENETO ENTRA NELLA RETE D’IMPRESA ENERGY4LIFE
• Cr Veneto prima banca ad entrare in una rete d’impresa
• La banca sarà l’advisor per le operazioni finanziarie della rete
• Forte collaborazione tra banca e impresa per aumentare la competitività e crescere sui mercati mantenendo singole identità e specificità territoriali
• Innovazione e ricerca fattori indispensabili per la ripresa

Verona, 28 gennaio 2011. Cassa di Risparmio del Veneto aderisce alla rete d’impresa Energy4life in qualità di associata e consulente finanziario. La rete d’impresa Energy4life è stata costituita a Verona nel luglio 2010 tra quattro imprese venete, Esco Europe, Forgreen, Ici Caldaie e Linz Electric, sulla scorta della disciplina legislativa in materia (L.33/2009).

Cr Veneto è la prima banca ad entrare in una rete di impresa. La Cassa condividerà gli obiettivi della rete operando in qualità di advisor e di coordinatore per le operazioni finanziarie connesse ai progetti che la rete d’impresa andrà a sviluppare, mettendo a disposizione la propria competenza per il raggiungimento degli obiettivi strategici che la rete si pone. Cr Veneto è presente nella regione con circa 500 sportelli, 18,3 miliardi di impieghi e 10,3 miliardi di raccolta diretta con una quota di mercato in termini di sportelli pari al 15%.

Le imprese - che aderiscono a Energy4life hanno un forte radicamento sul territorio, un giro d’affari superiore ai 100 milioni di euro e oltre 400 dipendenti – hanno condiviso un progetto comune per promuovere soluzioni avanzate da commercializzare con il marchio unico Energy4life. La rete ha all’attivo la partecipazione all’Expo di Shangai 2010, come progetto selezionato tra l’Italia degli Innovatori e alcuni incarichi di rilievo, fra i quali la progettazione di un impianto di teleriscaldamento industriale a Padova che connetterà più di 100 mila mq di capannoni industriali ed un impianto fotovoltaico per il consorzio Energyland di Verona.

L’accordo è stato sottoscritto presso la sede della banca a Verona da Fabio Innocenzi, direttore generale Cr Veneto, Emanuela Lucchini, amministratore delegato Ici Caldaie, Giulio Pedrollo amministratore delegato Linz Electric, Germano Zanini presidente Forgreen e Alberto Zerbinato, presidente Energy4life ed Esco Europe.

Le reti d’impresa sono aggregazioni che consentono alle aziende di mantenere la propria individualità collaborando su progetti comuni, in maniera stabile e flessibile. Nel contempo permettono alle imprese associate di mantenere la propria autonomia, la loro storia, le loro strategie di mercato: saranno le imprese a scegliere caso per caso cosa condividere, in base al progetto che intendono realizzare insieme.

“Le reti d’impresa permettono alle aziende di superare la dimensione locale della filiera senza perdere autonomia e flessibilità. La specializzazione produttiva a livello locale è sempre stata una caratteristica importante del nostro tessuto economico – ha sottolineato Fabio Innocenzi – E’ tuttavia necessario ora promuovere forme di aggregazione e collaborazione tra imprese centrate non solo sull’identità territoriale ma anche su modalità organizzative che superino la dimensione locale, che siano in grado di sostenere i processi di internazionalizzazione e allo stesso tempo promuovano l’innovazione. Le reti d’impresa rispondono a questi obiettivi prioritari. Per questo come banca del territorio del Gruppo Intesa Sanpaolo abbiamo aderito e crediamo fortemente alle reti il cui sviluppo costituisce uno degli obiettivi trattati nell’accordo sottoscritto tra Intesa Sanpaolo e Confindustria Piccola Industria lo scorso settembre. Solo con l’impegno di tutti, banche, imprese, associazioni e istituzioni possiamo favorire la ripresa. Inoltre crediamo che le Reti siano un'opportunità in più per sostenere le PMI nel loro sviluppo e aiutarle ad affermarsi sui mercati lontani, dal Brasile all'India alla Cina, dove la crescita continua a manifestarsi con passo molto sostenuto.”
 “Lo scenario economico non è certamente facile, –
ha aggiunto Innocenzi – ma è fondamentale puntare alla crescita e allo sviluppo come sfide per il futuro. E’ qui la forza delle nostre imprese, che da sempre nei momenti di difficoltà hanno saputo dimostrare la propria capacità di fare, di competere e di imporsi nel mondo per lo stile e la qualità dei prodotti.”

“La rete Energy4life – spiega Alberto Zerbinato - è il messaggio che attraverso una convergenza di programma su tecnologie e soluzioni a risparmio energetico è possibile istituire una filiera della sostenibilità. Un progetto in cui si incontrano business diversi, piani industriali diversi, ma che riescono a trovare un forte punto di contatto grazie ad un progetto di Green economy riconosciuto dal mercato. La rete è un soggetto giuridico innovativo e identificato, che nasce quando diverse realtà imprenditoriali come lo nostre decidono di unirsi per raggiungere uno scopo comune, che da soli non riuscirebbero a realizzare”.
“Le reti d'impresa possano favorire la crescita del sistema produttivo italiano –
ha concluso Zerbinato - in quanto sono modelli di organizzazione caratterizzati da estrema flessibilità e semplicità, senza sovrastrutture burocratiche. In un contesto economico nel quale la ripresa economica è agganciata anche alla crescita dimensionale è fondamentale la spinta all’aggregazione”.


Cassa di Risparmio del Veneto    
Rapporti con i Media – Chiara Carlotti   
Tel. 049/6539835 – cell. 335/1355936   
chiara.carlotti@intesasanpaolo.com   

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}