{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}


COMUNICATO STAMPA

“INVITO A PALAZZO 2012”:CASSA DI RISPARMIO DEL VENETO APRE AL PUBBLICO PALAZZO DONGHI-PONTI E PRESENTA IL “RITRATTO DI ANTONIO CANOVA” DI SIR THOMAS LAWRENCE

I visitatori potranno ammirare l’opera per la prima volta dopo il restauro

Padova, 3 ottobre 2012. Sabato 6 ottobre, i visitatori potranno ammirare per la prima volta dopo il restauro il “Ritratto di Antonio Canova” di Sir Thomas Lawrence (1815-1818), tornato agli antichi splendori grazie al sostegno della Cassa di Risparmio del Veneto. L’opera d’arte verrà esposta presso Palazzo Donghi-Ponti in corso Garibaldi 22/26 a Padova che sarà aperto al pubblico dalle 10 alle 19 in occasione della giornata dedicata a “Invito a Palazzo”.
Il ritratto, olio su tela, di proprietà della Fondazione Canova di Possagno, in occasione di “Invito a Palazzo” sarà esposto nella Sala delle Operazioni di Palazzo Donghi, per poi fare ritorno al Museo Canova.
L’appuntamento è inserito nell’ambito di “Invito a Palazzo”, l’iniziativa promossa dall’ABI, l’associazione delle banche italiane, giunta alla sua undicesima edizione, che vede aprire contemporaneamente, su tutto il territorio nazionale, le sedi storiche di numerose banche italiane.
Cassa di Risparmio del Veneto offre ai cittadini l’occasione di visitare il palazzo, associando all’opportunità di conoscere da vicino edifici cari alle memorie cittadine, l’invito a scoprire le numerose opere d’arte ivi conservate.
Progettato da Daniele Donghi nel 1913, il palazzo di Padova fu edificato sull’asse viario strategicamente destinato ad accogliere le sedi rappresentative delle maggiori forze economiche cittadine. E’ stato successivamente ampliato da Gio Ponti negli anni dal 1961 al 1964. L’architettura, trionfale nell’uso dell’ordine gigante nella facciata principale e più discreta verso piazza Eremitani, ed i cicli decorativi interni con le immagini gioiose di gusto Liberty di Giovanni Vianello affidano alle forme dell’arte messaggi inneggianti alle virtù del risparmio e del lavoro.
“L’apertura del nostro palazzo – commenta Giovanni Costa, presidente della Cassa di Risparmio del Veneto - è un invito a riscoprire il ricco patrimonio artistico e di memorie cittadine legate alla storia veneta e a quella della nostra banca. In più quest’anno il pubblico potrà ammirare per la prima volta dopo il restauro, il ritratto di Antonio Canova, il più grande scultore neoclassico”.
“Abbiamo deciso di sostenere questo restauro –
ha aggiunto Costa – a testimonianza della nostra costante attenzione al territorio e alle migliori espressioni.”

PER ULTERIORI INFORMAZIONI
Rapporti con i Media – Chiara Carlotti
Tel. 049 6539835 - cell. 335 1355936
chiara.carlotti@intesasanpaolo.com

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}