{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

COMUNICATO STAMPA


IL DIRETTORE GENERALE DI CASSE DI RISPARMIO DELL’UMBRIA
INCONTRA GLI IMPRENDITORI DI CITTA’ DI CASTELLO

•  Avviato un percorso di confronto sul territorio con il tessuto imprenditoriale locale
• Presentate le iniziative attivate recentemente dal Gruppo Intesa Sanpaolo in Umbria
•  Il direttore generale Vanni Bovi: “le aziende umbre attive nel cercare nuovi sbocchi commerciali o produttivi all’estero possono essere di esempio e di stimolo nell’incentivare processi che superino i confini del mercato interno e favoriscano maggior competitività”.

Città di Castello, 17 giugno 2013 – Instaurare un dialogo costruttivo con gli imprenditori umbri per meglio identificare, insieme, come utilizzare dei fattori di competitività disponibili nell’attuale e complesso contesto economico-produttivo. Questo il tema centrale dell’incontro che si è svolto oggi presso il Circolo degli Illuminati di Città di Castello, organizzato da Casse di Risparmio dell’Umbria, che ha invitato gli imprenditori della provincia ad analizzare le possibili sinergie per attivare efficaci azioni di sviluppo.

La crisi economica che l’Italia sta attraversando impone infatti il rafforzamento della relazione e del dialogo tra imprese e banca. Lo si avverte in particolare per la domanda di credito delle tante piccole e medie imprese virtuose, struttura portante del sistema produttivo italiano, che grazie al dialogo possono attingere ad informazioni utili e ricorrere agli strumenti di facilitazione creditizia.

Questo uno dei punti salienti dell’incontro, nel quale si è ricordato il recente accordo con Confindustria Umbria che prevede la messa a disposizione delle PMI del territorio un plafond di 1 miliardo di euro. L’accordo regionale è stato presentato da Vanni Bovi, direttore generale Casse di Risparmio dell’Umbria, per la prima volta a Città di Castello in veste pubblica.

Il Direttore Bovi ha inoltre illustrato agli imprenditori le caratteristiche del progetto di Intesa Sanpaolo in Umbria, con la recente costituzione della Casse di Risparmio dell’Umbria, oggi la banca più importante nella regione con 124 punti operativi(1) , circa 190.000 clienti e quasi 900 dipendenti.

Una delle recenti iniziative presentate agli imprenditori di Città di Castello è anche l’adozione dell’orario esteso nella filiale di Piazza Matteotti, che dall’11 marzo scorso è aperta dal lunedì al venerdì fino alle ore 20 e il sabato mattina. Un segnale di grande attenzione alle esigenze del territorio, portando anche in Umbria il nuovo modello di servizio alla clientela adottato da Intesa Sanpaolo.

Le domande degli imprenditori si sono concentrate sugli strumenti offerti dal Gruppo Intesa Sanpaolo e da Casse di Risparmio dell’Umbria per favorire lo Sviluppo del Business Internazionale, grazie ad una piattaforma di prodotti, eventi e servizi consulenziali a supporto delle strategie di espansione e di internazionalizzazione delle PMI.

Tra le iniziative più rilevanti, il progetto Umbria Export per l’Alta Umbria, che vede Casse di Risparmio dell’Umbria quale partner di Confindustria anche nello studio progetti di fattibilità per la promozione delle singole imprese, per consulenze tecniche, legali, fiscali ed assicurative a supporto dei processi esportativi e di internazionalizzazione, o per informare ed aiutare le aziende nell’individuazione delle strategie vincenti sui mercati esteri.

La crescita è possibile quando le piccole e medie imprese investono in innovazione, aumentano la propria massa critica attraverso forme di aggregazione come le reti d’impresa e quando accettano le sfide della globalizzazione- ha spiegato Vanni Bovi, direttore generale Casse di Risparmio dell’Umbria-. Da questo punto di vista le aziende umbre attive nel cercare nuovi sbocchi commerciali o produttivi all’estero possono essere di esempio e di stimolo nell’incentivare processi che superino i confini del mercato interno e favoriscano maggior competitività. L’internazionalizzazione è una sfida che alcuni hanno colto e per la quale altri si stanno preparando con cura e determinazione, anche grazie al supporto del nostro Gruppo in termini di offerta innovativa di prodotti per l’export  e di servizi di consulenza per l’internazionalizzazione”.

(1) Al 31/01/2013.

 

Per informazioni:

Casse di Risparmio dell’Umbria-Gruppo Intesa Sanpaolo 
Rapporti con i Media  
stampa@intesanpaolo.com 
tel. +39 055 2612550 

 

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}