{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

CASSE DI RISPARMIO DELL’UMBRIA E AGRIVENTURE PER LA CRESCITA DEL TERRITORIO UMBRO OLTRE CONFINE

• A Montefalco un convegno per confrontarsi su nuove modalità di valorizzazione del territorio umbro

• Internazionalizzazione, reti d’impresa e competitività al centro del programma del convegno e delle sfide raccolte dal Gruppo Intesa Sanpaolo in vista di Expo 2015

• Un fronte internazionale che premia le aziende agroalimentari che puntano su innovazione, dimensioni e qualità: è di oltre il 6% l’incremento in valore delle esportazioni agroalimentari stimato da ISMEA per il 2013


Montefalco, 27 settembre 2013 – Montefalco come centro di incontro e confronto tra sistema bancario, enti locali, associazioni e aziende attive nella filiera agroalimentare per poter cogliere le opportunità di crescita offerte dal mercato domestico e internazionale.
Di questo e, più in generale, di come nuove modalità di valorizzazione del territorio possano generare benefici a lungo termine, con un effetto trainante sull’intera economia regionale, si parlerà il 2 ottobre presso la sala museo Benozzo Gozzoli di Montefalco nel corso del convegno “Reti di Impresa e Internazionalizzazione. L’agricoltura Umbra oltre confine” organizzato da Casse di Risparmio dell’Umbria in collaborazione con Agriventure.

Le imprese agroalimentari possono infatti a pieno titolo giocare la partita della competitività attraverso l’export, destinando prodotti agroalimentari Made in Italy ad alto valore aggiunto al mercato europeo ed extra europeo. Secondo le ultime tendenze Ismea, ammonta a oltre 21 miliardi di € il valore dell’export agroalimentare Made in Italy del 2012, ben il 66,3% delle esportazioni agroalimentari complessive (pari a oltre 31 miliardi di €) . A fronte di un mercato interno stagnante, ma anche in considerazione del potenziale del mercato mondiale sia in termini di capacità di assorbimento che in termini di margini possibili, per le piccole e medie imprese diventa prioritario agire insieme su uno scenario globale, per diventare più competitive e superare il limite dimensionale interno.

Il convegno del 2 ottobre raccoglie le voci di qualificati esponenti del mondo bancario, imprenditoriale agroalimentare e del territorio, per trovare le strade più congeniali alle prospettive di internazionalizzazione per l’agroalimentare Made in Umbria. Un convegno dunque che rappresenta una ulteriore conferma dell’impegno del Gruppo Intesa Sanpaolo nell’essere promotore di confronti costruttivi su temi di primario interesse per il territorio.

CR Umbria e Agriventure – la società del Gruppo Intesa Sanpaolo che mette a disposizione competenze e assistenza specialistica per il settore agroalimentare, agroindustriale e agroenergetico – presenteranno le modalità per offrire  un approccio integrato alle aziende agroalimentari, che possono contare sul know-how della società specializzata del gruppo, sulla rete di banche estere del Gruppo Intesa Sanpaolo per supportare l’export, sulla capacità di sostenere la promozione su nuovi mercati internazionali delle eccellenze alimentari Made in Italy.

Nel convegno sarà centrale soprattutto il tema della progettualità messa in campo da Intesa Sanpaolo e Agriventure in ottica Expo 2015.

L’incontro di Montefalco si inserisce infatti nel ciclo di appuntamenti promossi da Intesa Sanpaolo in qualità di Global Banking Partner di Expo 2015, l’esposizione universale che avrà luogo a Milano da maggio a ottobre 2015 dal titolo, “Nutrire il Pianeta, energia per la vita”, un evento in ambito educativo e scientifico di portata mondiale con oltre 130 Paesi partecipanti e 20 milioni di visitatori attesi. Un ‘evento-obiettivo’ ma anche punto di partenza per un percorso di valorizzazione del Made in Italy Agroalimentare, che vede coinvolti in prima linea il Gruppo Intesa Sanpaolo e Agriventure per cogliere e far cogliere tutte le opportunità alle aziende agroalimentari clienti.

I lavori vedranno verranno aperti dai saluti di Donatella Tesei, Sindaco di Montefalco, Alberto Cianetti, Presidente Casse di Risparmio dell’Umbria, Maurizio Marson, Direttore Generale Agriventure, Vanni Bovi, Direttore Generale Casse di Risparmio dell’Umbria. Seguiranno gli interventi di Emanuele Oberto Tarena, Responsabile Marketing Agriventure, Amilcare Pambuffetti, Presidente Consorzio Tutela Vini Montefalco, e Guido Guardigli, Presidente Associazione La Strada del Sagrantino.
La chiusura dei lavori è affidata all’On. Maurizio Martina, Sottosegretario Ministero Politiche Agricole, Alimentari e Forestali.

 

 


Per informazioni:

Gruppo Intesa Sanpaolo
Ufficio Media Banca dei Territori e Media Locali
055 2612550
stampa@intesasanpaolo.com


{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}