{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

COMUNICATO STAMPA

CASSE DI RISPARMIO DELL’UMBRIA E INTESA SANPAOLO
ADERISCONO AL “FESTIVAL DELLA CULTURA CREATIVA” PROMOSSO DALL’ABI


Città di Castello, 14 maggio 2014 – Città di Castello ospiterà il 17 maggio la prima edizione del Festival della Cultura Creativa, iniziativa promossa e coordinata dall’Associazione Bancaria Italiana e rivolta a bambini e ragazzi dai 6 ai 13 anni con l’obiettivo di avvicinarli alla cultura e in particolare agli aspetti più “generativi” della creatività.
Con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, il Festival – presente in oltre 60 location di 50 città italiane - è finalizzato a valorizzare l’impegno del sistema bancario nel sostenere, non solo economicamente, la Cultura e la crescita civile del Paese.

Tema conduttore di questa prima edizione sarà quello de “Il Museo immaginario”, inteso come metafora del luogo dove si conserva la memoria personale e, al tempo stesso, collettiva, scrigno di tesori materiali e immateriali condivisi con la comunità. Con il coordinamento dell’ABI, la partecipazione delle banche aderenti si realizzerà attraverso l’organizzazione diretta e/o il sostegno a iniziative organizzate da Enti di riferimento (Associazioni culturali, musei, laboratori didattici, scuole etc), di varia natura tra loro legate dal tema conduttore.

Il Gruppo Intesa Sanpaolo contribuisce al progetto con un nutrito numero di proposte culturali realizzate in sedi di terzi o presso i propri poli museali e palazzi di rappresentanza.
A Città di Castello, grazie alla collaborazione tra Casse di Risparmio dell’Umbria e il Comune di Città di Castello ed il Museo Delle Tradizioni Popolari, è stata organizzata per il 17 maggio l’attività “Il mio museo immaginario. Le nostre tradizioni” presso Villa Capelletti a Garavelle. Ai partecipanti – famiglie e allievi della scuola primaria di primo e secondo grado - sarà proposto un percorso interattivo, dove i giovani partecipanti diventeranno intrepidi esploratori intenti a raccogliere le tracce della loro esperienza nella cultura e tradizioni locali. La visita mattutina è riservata alle scuole che hanno già confermato la loro partecipazione, mentre il pomeriggio dalle 15:30 alle 18:30 la visita è riservata alle famiglie, con ingresso gratuito. Sono previste visite guidate da prenotare in loco.

Il Centro di Documentazione delle Tradizioni Popolari e delle Botteghe Artigiane è ospitato nel complesso di Villa Capelletti a Garavelle, ad 1 chilometro dal centro cittadino. La visita della casa colonica fornisce una precisa immagine delle condizioni di vita del passato. Nella casa colonica del complesso del Marchese Capelletti  a Garavelle vi sono documentate le lavorazioni artigianali cui erano dediti uomini, donne, ed anche ragazzi e ragazze, necessarie alla produzione di beni di consumo quotidiani e alla loro conservazione nel pieno rispetto delle abitudini dell'economia domestica del tempo.

Per approfondimenti sui programmi delle singole iniziative è possibile consultare il sito internet www.festivalculturacreativa.it.


Per informazioni:
Gruppo Intesa Sanpaolo                                                                          Comune di Città di Castello
Ufficio Media Banca dei Territori e Media Locali                                           Sara Scarabottini
055 2612216 – 055 2612550 
stampa@intesasanpaolo.com                          075 8529283 - sara.scarabottini@cdcnet.net

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}