{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

 

LE GALLERIE D’ITALIA DI INTESA SANPAOLO

TRASFORMANO I VISITATORI IN REGISTI E ATTORI

 

Si intensifica il rapporto di Gallerie d’Italia con il proprio pubblico. I visitatori diventano protagonisti reinterpretando le opere d’arte sulla base delle loro emozioni.

 

Milano, 10 giugno 2014 - Intesa Sanpaolo ha presentato oggi Curator for a Day, una nuova iniziativa che segna un passo ulteriore nel processo di diffusione della cultura a un pubblico sempre più ampio e variegato e che arricchisce al tempo stesso i propri musei di una nuova e più attiva partecipazione dei propri visitatori, con un’attenzione particolare ai giovani, che saranno i più coinvolti e affascinati.

 

Il pubblico potrà selezionare una delle opere visualizzate in una gallery sul sito internet www.curatorforaday.it e proporne una interpretazione personale utilizzando diversi mezzi espressivi (musica, danza, recitazione, arti figurative, performance). I partecipanti racconteranno la propria idea di interpretazione, sulla base della propria sensibilità e delle proprie emozioni, attraverso un video. Le migliori idee verranno selezionate da una giuria e realizzate come performance presso la sede di Gallerie a cui appartiene l’opera scelta (Milano, Napoli, Vicenza) e successivamente diffuse in forma di video sulle piattaforme digitali di Intesa Sanpaolo e Gallerie d’Italia.

 

Per il lancio dell’iniziativa sono stati realizzati due video di esempio per i partecipanti che hanno come protagonisti l’attore Massimo Popolizio del Piccolo Teatro di Milano e il primo ballerino della Scala Claudio Coviello.

Parallelamente a Curator for a Day, Intesa Sanpaolo ha annunciato che è attiva da oggi sulla street view di Google la visita virtuale alle Gallerie d’Italia Piazza Scala - unico caso in Italia insieme ai musei capitolini – che verrà estesa alle Gallerie di Napoli e di Vicenza entro la fine dell’anno.

 

Ancora una volta il Gruppo bancario conferma il proprio impegno a favore della cultura in modo originale e innovativo. La presenza sulla rete attraverso il sito e il positivo riscontro rilevato attraverso la pagina Facebook e Tripadvisor, dimostrano che le piattaforme digitali rappresentano un valido contributo alla diffusione di iniziative di valore culturale.

 

Per informazioni:

Intesa Sanpaolo

Rapporti con i Media Attività Istituzionali, Sociali e Culturali

011 5555922 – 02 87963531

stampa@intesasanpaolo.com

 

 

 

LE GALLERIE D’ITALIA SULLE PIATTAFORME DIGITALI

 

Il sito ufficiale delle Gallerie d’Italia (www.gallerieditalia.com) è stato inaugurato in occasione dell’apertura delle Gallerie d’Italia di Piazza Scala a fine 2011. La contestuale presenza sui social network si è confermata un determinante veicolo di condivisione e informazione relativo alle mostre e agli eventi organizzati nei 3 poli museali di Milano, Napoli e Vicenza.

La pagina Facebook (www.facebook.com/gallerieditalia) conta quasi 16 mila contatti e un rating molto alto per quanto riguarda le recensioni riferite alle Gallerie, con una media di punteggio di 4.4 su un massimo di 5 (fonte Facebook). L’interazione per migliaia di fan della fanpage nell’ultimo periodo si attesta intorno all’1,54%, tra i più alti se confrontato con gli altri musei presenti sui social.

 

Il profilo Twitter (www.twitter.com/gallerieditalia) è coerente con i contenuti proposti attraverso il sito e attraverso Facebook, e propone attività live twitting degli eventi di particolare interesse. I follower del profilo sono 1878 e l’interazione è alta per tutti gli argomenti proposti.

 

Il canale YouTube è il repository di tutti i contenuti video dedicati alle Gallerie d’Italia.

Le Gallerie d’Italia - Piazza Scala vengono spesso recensite anche su TripAdvisor, con commenti positivi e entusiasti tanto da inserire il polo museale meneghino tra le attrazioni più interessanti di Milano.

 

I profili social delle Gallerie d’Italia collaborano con quelli dei partner delle varie iniziative organizzate negli spazi espositivi museali. Troviamo tra questi importanti musei cittadini (Pinacoteca di Brera, Museo Poldi Pezzoli), istituzioni culturali di rilievo (Piccolo teatro di Milano, Teatro alla Scala), il Comune di Milano (per eventi come Piano City, Book City) nonché associazioni con le quali si collabora su progetti rivolti a pubblici con esigenze speciali come la Fondazione Manuli.

 

L’ultima collaborazione in ordine cronologico è stata realizzata con il Piccolo Teatro di Milano e si intitola I sensi del bello (http://www.gallerieditalia.com/isensidelbello/). Si tratta di quattro appuntamenti per vivere e scoprire lo straordinario patrimonio artistico di Gallerie d’Italia - Piazza Scala attraverso “performance” delle attrici e degli attori del teatro. Durante gli eventi vengono condivise immagini e contenuti live sulla pagina Facebook e sul profilo Twitter delle Gallerie.

 

Da vetrina del progetto Gallerie d’Italia a piattaforma di contenuti sulle Gallerie d’Italia, gli eventi, le mostre, le collezioni, le sedi il sito e le pagine social diventando il luogo digitale di approfondimento e scoperta della collezione e di tutte le attività organizzate nelle tre sedi. Nell’ultimo anno il sito ha raccolto circa 600 mila visualizzazioni con più di 100 mila utenti unici che hanno visitato le diverse pagine. Le Gallerie d’Italia di Milano si confermano il polo museale che più attrae anche online.

 

In considerazione della sua grande importanza per l’interazione con i visitatori, è attualmente in corso un restyling completo del sito con messa online prevista a fine 2014.

L’ultima grande novità che si trova in rete a partire da oggi è la visita virtuale delle Gallerie d’Italia – Piazza Scala, che consentirà di scoprire il polo museale di Milano a 360 gradi attraverso le sale dedicate all’arte dell’Ottocento, quelle di Cantiere del ‘900 e il Caveau.

A breve sarà disponibile la visita virtuale delle sedi di Gallerie d’Italia – Palazzo Zevallos Stigliano a Napoli e di Gallerie d’Italia – Palazzo Leoni Montanari a Vicenza.

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}