{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

L’ARCHIVIO STORICO DI INTESA SANPAOLO PRESENTA IL DOCUMENTARIO “L’INTERNAZIONALE DEL RISPARMIO. VITA E PENSIERO DI FILIPPO RAVIZZA (1875-1957)”

 

Milano, 12 novembre 2014 - Giovedì 13 novembre alle ore 17.30 a Palazzo Besana, piazza Belgioioso 1, Milano, in occasione della XII Settimana della Cultura d’Impresa, l’Archivio storico di Intesa Sanpaolo presenta in anteprima il documentario L’Internazionale del risparmio. Vita e pensiero di Filippo Ravizza (1875-1957), di Giulia Ciniselli.

 

Il filmato, prodotto dalla Mir Cinematografica per Intesa Sanpaolo, ripercorre con rigore documentario unito a una forte carica emozionale e affettiva la vicenda biografica di Filippo Ravizza, una figura poco conosciuta in Italia, ma che merita di essere riscoperta. Poliglotta, autore di alcuni corsi di lingua - fra i quali si ricordano un “Corso di lingua tedesca commerciale”, pubblicato per la prima volta da Treves nel 1903, che ebbe numerose riedizioni, e il volume “Psicologia della lingua”, uscito nel 1905 - nel 1916 fu nominato direttore della Scuola serale commerciale della Camera di Commercio di Milano. Da questo osservatorio, che tenne fino al 1923, si occupò in modo particolare del problema della istruzione professionale e del rapporto fra la scuola e il mondo delle imprese; fu inoltre un pioniere per l’Italia dell’insegnamento del marketing.

 

Il suo modello era quello statunitense, che Ravizza studiò a fondo nel corso di un lungo viaggio organizzato nel 1920 proprio dalla Camera di Commercio di Milano. Tornato in Italia, si inserì nel dibattito sulla riforma del sistema scolastico; si ricordano a questo proposito i suoi interventi usciti nel corso del 1921 sul quotidiano “Il Sole”, pubblicati poi in un volume intitolato “La scuola del commerciante”. Nel 1924 fu uno degli animatori del Primo Congresso Internazionale del Risparmio, voluto dalla Cassa di Risparmio delle Provincie Lombarde per celebrare il centenario della fondazione (1823-1923), tenutosi a Milano dal 26 al 31 ottobre nel monumentale salone della Commissione Centrale di Beneficenza, in via Monte di Pietà 8. Proprio in occasione di questo Congresso, che vide la città di Milano sotto i riflettori di una importante platea mondiale costituita da oltre 350 delegati provenienti da 27 Paesi in rappresentanza di oltre 7000 Casse di Risparmio, venne istituita la Giornata Mondiale del Risparmio che si festeggia il 31 ottobre di ogni anno e l’Istituto Internazionale del Risparmio (International Savings Banks Institute - ISBI) - che ebbe la sua sede a Milano dal 1925 al 1948 - di cui Ravizza fu per oltre vent’anni direttore e poi presidente onorario fino alla morte.

 

L’apertura al mondo, che univa al forte legame con la città di Milano, rappresentano i tratti distintivi della sua personalità e ad essi Ravizza improntò la direzione dell’ISBI; l’Istituto, infatti, si sforzò di essere, anche nei periodi più bui del secondo conflitto mondiale, un’istituzione di promozione del dialogo e della collaborazione internazionale, elementi fondanti della pace fra i popoli. A sei dei suoi sette figli (il primogenito morì nel maggio 1943 durante il bombardamento di

Livorno) il Comune di Milano ha conferito nel 2011 l’Ambrogino d’oro, in quanto esemplare espressione di quella borghesia professionale che è stata storicamente uno degli assi portanti della vitalità economica e culturale della città, oltre alla sua apertura a culture diverse dalla propria.

 

Dal punto di vista narrativo, il film interseca tre piani distinti: filmati e documenti d’epoca particolarmente suggestivi, molti dei quali provenienti dall’Archivio storico di Intesa Sanpaolo; le interviste fatte ad alcuni dei figli e a una nipote; la lettura di brani di lettere e scritti del Ravizza, voce narrante del documentario, che ci guida in un racconto che ripercorre la storia della prima metà del Novecento (un fratello di Ravizza, Camillo, morì nella Grande guerra mentre il primogenito Gaspare, come detto, cadde durante la Seconda guerra mondiale).

 

L’Archivio storico di Intesa Sanpaolo, che conserva fra i propri patrimoni archivistici quello della Cassa di Risparmio delle Provincie Lombarde, ritiene importante contribuire a conservare e trasmettere la memoria di avvenimenti e personaggi tanto rilevanti per la vita culturale del Paese. Lo fa attraverso il recupero dell’Archivio privato e di parte della biblioteca di Filippo Ravizza, che affianca un progetto di valorizzazione che comprende, oltre al documentario di Giulia Ciniselli, anche un’agile pubblicazione dal titolo “Filippo Ravizza e l’Internazionale del risparmio”, quinto fascicolo della collana delle “Monografie” dell’Archivio, che sarà distribuita il 13 novembre a margine dell’evento.

 

 

Per Informazioni

 

Archivio storico di Intesa Sanpaolo

02 87942970 - 02 87943942

archivio.storico@intesasanpaolo.com

 

Intesa Sanpaolo

Ufficio Media Attività Istituzionali, Sociali e Culturali

02 87962052

stampa@intesasanpaolo.com

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}