{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

COMUNICATO STAMPA

 CONFINDUSTRIA CANAVESE, UNIONE INDUSTRIALE BIELLESE
E CONFINDUSTRIA VALLE D’AOSTA CON INTESA SANPAOLO:
INSIEME PER L’INNOVAZIONE E LA COMPETITIVITÀ

A Ivrea illustrate con il Ministero dell’Economia e delle Finanze
e con il Ministero dello Sviluppo Economico le nuove opportunità per le PMI innovative

Torino, 18 novembre 2015 –  “Puntiamo sulle imprese. Per una ripresa oltre le aspettative” è il titolo dell’incontro che si è tenuto oggi a Ivrea, organizzato da Piccola Industria Confindustria e Intesa Sanpaolo, in collaborazione con Confindustria Canavese, Unione Industriale Biellese e Confindustria Valle d’Aosta, per sensibilizzare le piccole e medie imprese del territorio sulle recenti opportunità offerte dal panorama normativo in materia di innovazione.

L’evento di Ivrea fa parte del roadshow sul territorio per promuovere i contenuti della nuova policy a supporto dell’innovazione e far comprendere l’importanza di trasformarsi in “PMI innovative”.

Il ciclo di incontri coinvolge anche il Ministero dell’Economia e delle Finanze e il Ministero dello Sviluppo Economico, presenti anche oggi per illustrare alle aziende del territorio le opportunità offerte dall’Investment Compact, che, nei fatti, ha attivato una serie di iniziative a supporto delle PMI innovative, prevedendone il riconoscimento in una sezione ad hoc del Registro delle Imprese ed estendendo loro alcune delle agevolazioni e semplificazioni già previste per le startup innovative. L’obiettivo è mettere a disposizione soluzioni per favorire il rafforzamento del sistema produttivo italiano e la capacità competitiva del Paese.

I lavori della tappa odierna, che segue quelle di Napoli, Bergamo, Firenze, Vicenza, Ancona, Forlì e Bari, sono stati aperti da Gisella Milani, Presidente Piccola Industria Confindustria Canavese, Giancarlo Giachino, Presidente del Comitato Piccola Industria di Confindustria Valle d’Aosta, e Nicolò Zumaglini, Presidente del Comitato Piccola Industria dell'Unione Industriale Biellese.

Sul tema “Le PMI innovative e il loro potenziale di sviluppo” sono intervenuti: Alberto Baban, Presidente Piccola Industria Confindustria, Stefano Barrese, Responsabile Area Sales e Marketing Intesa Sanpaolo, Stefano Firpo, Direttore Generale per la Politica Industriale, la Competitività e le PMI del Ministero dello Sviluppo Economico e Stefano Scalera, Consigliere per gli Investimenti del Ministro dell’Economia e delle Finanze.

È seguita una tavola rotonda dal titolo “Sei una PMI innovativa? Opportunità e vantaggi”, alla quale hanno partecipato Cristina Balbo, Direttore Regionale Piemonte Valle d’Aosta e Liguria Intesa Sanpaolo, Guido Bolatto, Segretario Generale Camera di Commercio Torino, e alcuni importanti testimonial aziendali: Gioachino Gobbi, Presidente e Amministratore Delegato della valdostana Grivel, Fabrizia Montefiori, Amministratore Delegato della Tiesse di Ivrea, e Ivano Salussolia, titolare della Stamperia Alicese di Cavaglià.

Il roadshow ha già dato un suo primo effetto concreto: il Ministero dello Sviluppo Economico ha chiarito infatti che è possibile presentare la certificazione del bilancio – uno dei requisiti necessari per essere ammessi al registro – anche successivamente alla sua approvazione, per le società di capitali che intendono iscriversi per la prima volta alla sezione speciale delle PMI innovative. È stato così rimosso un ostacolo incontrato da molte imprese interessate ad accedere alle agevolazioni che – in conseguenza della tempistica di emanazione del provvedimento nella primavera scorsa, a bilanci quasi chiusi – non avevano fatto in tempo a certificare il bilancio.

Al momento, le PMI Innovative iscritte nell’apposita sezione del Registro sono 72, di cui 4 in Piemonte.

Alberto Baban, Presidente Piccola Industria Confindustria ha dichiarato: “Puntare tutto sull’innovazione e sui talenti, sapersi raccontare, essere trasparenti: sono queste le caratteristiche principali delle aziende che possono nel breve termine restituire competitività all’Italia. Oggi queste imprese hanno un nome, ‘PMI innovative’, e a loro sono destinate le agevolazioni e semplificazioni dell’Investment Compact. Grazie a queste nuove policy, le imprese hanno l’opportunità di dimostrare la loro capacità competitiva e di diventare più attrattive agli occhi degli investitori. Inoltre, promuovendo la conoscenza di questo nuovo strumento – ha concluso Baban – solleciteremo un positivo meccanismo di emulazione da parte delle altre imprese.”

Gisella Milani, Presidente Piccola Industria Confindustria Canavese, Giancarlo Giachino, Presidente Piccola Industria di Confindustria Valle d’Aosta, e Nicolò Zumaglini, Presidente Piccola Industria dell'Unione Industriale Biellese, hanno dichiarato la loro ferma intenzione a impegnarsi per fare comprendere alle proprie aziende l’importanza di diventare PMI Innovative: “L’innovazione è oggi il motore dello sviluppo. È fondamentale che le imprese colgano da subito questa nuova opportunità di crescita, che potrà contribuire in modo concreto alla ripartenza dal Paese. Noi siamo pronti a dare il nostro supporto a tutte quelle aziende che hanno i requisiti per essere iscritte nell’apposita sezione speciale del Registro delle imprese e ad accompagnarle lungo il percorso che le porterà a trasformarsi in PMI Innovative.”

Stefano Barrese, Responsabile Area Sales e Marketing Intesa Sanpaolo: “L'innovazione è un pilastro dell’accordo con Confindustria ed è un processo continuo che vogliamo stimolare,offrendo alle imprese tutto il sostegno necessario per crescere e diventare davvero PMI innovative. È su questo tipo di imprese che puntiamo e su cui intendiamo investire, per una ripresa oltre le aspettative. Con la piattaforma Tech-Marketplace, ad esempio, abbiamo creato un punto d’incontro, quasi una sorta di social network, tra chi cerca e chi offre innovazione tecnologica. Partnership, accordi commerciali e acquisizioni sono l’obiettivo del processo di match-making abilitato dalla piattaforma, che già oggi è popolata da migliaia di start up e PMI tech domestiche e internazionali, pronte a offrire soluzioni tecnologiche innovative. È un ulteriore strumento che Intesa Sanpaolo mette a disposizione dell'economia reale.”

Cristina Balbo, Direttore Regionale Piemonte Valle d’Aosta e Liguria Intesa Sanpaolo: “La capacità d’innovare va oltre il saper cogliere l’evoluzione della tecnologia: è anche essere in grado di operare un cambiamento culturale, nel modello di business e nei processi operativi, nella comunicazione, nell’approccio ai nuovi mercati e nella creazione di alleanze, nello sviluppo delle risorse umane e delle competenze. Cambiamenti necessari per accrescere il valore economico e sociale della propria impresa e per renderla competitiva. Per stimolare le nostre PMI a sviluppare la propensione all’innovazione, Intesa Sanpaolo offre soluzioni, piattaforme e competenze che, in aggiunta al tradizionale aspetto finanziario, sostengono l’impresa nei percorsi di trasformazione, anche sotto il profilo della valutazione tecnica e industriale. Siamo in grado di intercettare la domanda d’innovazione degli imprenditori, mettendoli in relazione con il nostro network di start up e imprese innovative, poli tecnologici e università. Al nostro interno, inoltre, svolgiamo un ampio programma di formazione e di sensibilizzazione dei nostri gestori che, con una presenza capillare sul territorio, possono aiutare l’imprenditoria a migliorare le condizioni strutturali e accrescere il proprio merito di credito.”

Nel corso dell’incontro sono stati ricordati due importanti progetti collegati all'innovazione lanciati dall'accordo integrativo tra Piccola Industria Confindustria e Intesa Sanpaolo, nell’ambito dell'intesa "Una Crescita Possibile".

Uno è l'indagine "Sei una PMI Innovativa?" realizzata da Intesa Sanpaolo e Confindustria, finalizzata a valutare quante e quali sono le PMI innovative in Italia, sensibilizzarle sul tema e aiutarle ad aumentare il loro livello di innovazione. L’indagine è accessibile online tramite un apposito banner sul sito di Confindustria, e sottoposta anche alle imprese clienti di Intesa Sanpaolo.

L’altro progetto è la condivisione con Confindustria della piattaforma web Tech-Marketplace di Intesa Sanpaolo, un motore di ricerca per promuovere il contatto tra imprese innovative, comprese le startup, e favorire l'incontro tra domanda e offerta di innovazione. Tech-Marketplace supporta le imprese nell'esplorazione di tecnologie e nuove soluzioni per le loro sfide di business e agevola le startup e le PMI hi-tech nel trovare potenziali interlocutori all'interno di un network selezionato.

 

 

 

 

 

Per informazioni: 
 
Intesa Sanpaolo
Media Banca dei Territori e Media locali
Tel. +39 011.5559609
stampa@intesasanpaolo.com

Confindustria Canavese
Ufficio Stampa
Tel. +39 0125 424748
alessandra.argentero@alice.it

 

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}