{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

INTESA SANPAOLO: MONITOR DEI DISTRETTI INDUSTRIALI DELL’ABRUZZO

• Nel primo semestre esportazioni in calo del 6%, ma con una tenuta migliore rispetto alla media dei distretti italiani
• Buona resilienza dell’Agroalimentare. La Pasta di Fara trascina le esportazioni in USA, Germania e Regno Unito

19 novembre 2020 – I risultati del commercio internazionale del I semestre 2020 consentono di effettuare una prima valutazione degli effetti a livello territoriale della crisi in corso e di come le misure di contenimento e la sospensione di diverse attività nei mesi di marzo e aprile abbiano impattato sulle diverse specializzazioni.
Nel primo semestre il calo per l’export dei distretti dell’Abruzzo è stato del 6,1%, registrando comunque una tenuta migliore rispetto al totale dei distretti tradizionali italiani (-19,8%). A favorire la maggior tenuta dell’export distrettuale abruzzese è stato soprattutto l’andamento dei due distretti dell’agro-alimentare, anche se con contributi differenti. Questo quanto emerge dal Monitor dei distretti industriali dell’Abruzzo, realizzato dalla Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo.

L’unico distretto della regione a registrare progressi nel semestre è il distretto della Pasta di Fara, che realizza quasi il 25% di esportazioni in più rispetto al primo semestre del 2019. In particolare, è nel secondo trimestre che si realizza un vero e proprio boom di vendite all’estero, con il +36,4%, mentre gli altri distretti italiani della filiera della pasta e dei dolci si ‘fermano’ a un +10,9%. Sebbene in ripiegamento, mostra maggior tenuta anche il distretto dei vini del Montepulciano d’Abruzzo che chiude il secondo trimestre con un -3,1%, mentre gli altri distretti del vino italiani registrano nel complesso una brusca battuta d’arresto (-13,6% rispetto al secondo trimestre 2019). Nel complesso, il bilancio semestrale del distretto è in regresso del -2,8%.

Prosegue la contrazione sui mercati esteri per i due distretti dell’abbigliamento: settore che ha risentito pesantemente degli effetti della chiusura delle attività produttive, sebbene la riduzione dell’export per i due distretti abruzzesi sia precedente al diffondersi della pandemia. Per il distretto dell’Abbigliamento nord abruzzese il bilancio semestrale è negativo di circa il -39%, mentre per il distretto dell’Abbigliamento sud abruzzese la variazione è stata pari a circa al 45% in meno rispetto ai primi sei mesi del 2019.

Il distretto del Mobilio abruzzese, dopo un primo trimestre positivo chiuso con una crescita superiore al 10%, passa in territorio negativo: -35,5% nel secondo trimestre (in linea con quanto registrato nel complesso dagli altri distretti del mobile italiani) e un risultato complessivo nei primi sei mesi dell’anno di circa il 13% in meno rispetto allo stesso periodo del 2019.

“I dati del semestre vanno necessariamente letti alla luce della crisi pandemica e delle misure di contenimento messe in atto. Anche in tale contesto emerge una volta ancora, nonostante l’inevitabile trend complessivamente negativo, la straordinaria resilienza dell’agroalimentare abruzzese - sottolinea Pierluigi Monceri, direttore regionale di Intesa Sanpaolo -. Un primissimo spaccato della seconda metà dell’anno lascia intravedere segnali di ripresa ma l’evoluzione del contesto sanitario nazionale e internazionale sarà determinante. Come Intesa Sanpaolo una così incerta evoluzione dei mercati rende ancor più prioritario mettere a disposizione delle aziende strumenti facilmente accessibili e immediati. Nei primi nove mesi dell’anno abbiamo erogato circa 400 milioni di euro di nuovo credito a medio-lungo termine alle imprese dell’Abruzzo ed attivato, tra imprese e famiglie, oltre 11mila moratorie per 1 miliardo di debito residuo. L’ulteriore plafond da 10 miliardi che destiniamo al nostro Programma Filiere - che consente alle piccole imprese di ottenere un migliore e più conveniente accesso al credito facendo leva sulla solidità delle aziende capofiliera - è un altro segno tangibile della nostra fiducia nella ripresa del sistema: in Abruzzo ad oggi vi hanno aderito 11 aziende capofila con 1.700 dipendenti, 450 imprese fornitrici e un giro d’affari complessivo di oltre 2 miliardi di euro”.

L’analisi per mercati di sbocco fa emergere come le esportazioni distrettuali abruzzesi abbiano tenuto nei confronti del principale mercato di destinazione, gli Stati Uniti, grazie soprattutto ai progressi della Pasta di Fara (+37,7%) e del Vino del Montepulciano d’Abruzzo (+10%). In territorio positivo anche i flussi verso Germania e Regno Unito, grazie al contributo del distretto della Pasta di Fara che cresce di oltre il 70% verso entrambe le destinazioni. In calo invece le esportazioni verso la Svizzera a causa dell’evoluzione negativa dei due distretti dell’Abbigliamento.

 

 

Per informazioni
Intesa Sanpaolo
Ufficio Media Banca dei Territori e Media Locali
stampa@intesasanpaolo.com

 

Intesa Sanpaolo è una delle più solide e profittevoli banche europee. Offre servizi bancari commerciali, di corporate investment banking, di gestione del risparmio, asset management e assicurativi. È la principale Banca in Italia con circa 12 milioni di clienti serviti attraverso i suoi canali digitali e tradizionali. Le banche estere del Gruppo contano 7.2 milioni di clienti in Est Europa, Medio Oriente e Nord Africa. Intesa Sanpaolo è riconosciuta come una delle banche più sostenibili al mondo.
Per il Gruppo creare valore significa essere motore di crescita per la società e l'economia. In campo ambientale, ha creato un fondo di € 5 miliardi destinato all'economia circolare. Promuove progetti rilevanti di inclusione economica e riduzione della povertà, tra cui un fondo di impatto per € 1,2 miliardi di finanziamenti a categorie di soggetti con difficoltà di accesso al credito. Intesa Sanpaolo è fortemente impegnata in attività culturali proprie e in collaborazione con altri soggetti in Italia e all'estero, incluse esposizioni permanenti e temporanee del suo vasto patrimonio artistico presso le Gallerie d'Italia, i musei del Gruppo a Milano, Napoli, Vicenza e prossimamente a Torino.

Sito internet: group.intesasanpaolo.com | News: https://www.intesasanpaolo.com/it/news.html | Twitter: @intesasanpaolo | Facebook: @intesasanpaolo | LinkedIn: https://www.linkedin.com/company/intesa-sanpaolo | Instagram: @intesasanpaolo
 

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}