{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

COMUNICATO STAMPA


RIUNITO IL CONSIGLIO DEL TERRITORIO DELLA SARDEGNA

Cagliari, 12 novembre 2021 - Si è riunito a Cagliari il Consiglio del Territorio della Sardegna, organismo che riveste un importante ruolo di raccordo con il territorio di riferimento e con compiti di natura consultiva principalmente nei confronti della Direzione Piemonte Nord, Valle d’Aosta e Sardegna di Intesa Sanpaolo, guidata da Teresio Testa. Il gruppo di lavoro è composto da figure scelte per esperienza e competenza, tra cui giovani esponenti del mondo imprenditoriale: Angela Scanu, Presidente del Consiglio e imprenditrice del settore turistico, Francesco Mola, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Cagliari, Francesca Argiolas, imprenditrice del settore vitivinicolo e Vicepresidente di Confindustria Sardegna Meridionale, Alessandra Argiolas, imprenditrice del comparto lattiero caseario e Presidente del Gruppo Giovani di Confindustria Sardegna Meridionale, Elena Muntoni, imprenditrice del settore turistico-alberghiero, Alessandro Piccinnu, manager del settore trasporti e materiali lapidei e Giuseppe Stangoni, manager del settore commercio di componentistica elettrica.

L’incontro si è focalizzato su alcuni temi prioritari per l’economia e le comunità locali: la creazione di maggiori sinergie intersettoriali, in ottica di filiera, a partire dal comparto turistico e dall’agribusiness, l’alta formazione dei manager, l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro, i bisogni delle persone con minore accesso a opportunità di inserimento sociale.

La Banca ha illustrato al Consiglio l’avvio di un corso di alta formazione in collaborazione con la Luiss Business School, che vedrà anche il coinvolgimento dell’Università di Cagliari. Indirizzato a imprenditori, manager e responsabili che vogliano valorizzare il proprio ruolo ed esperienza, nonché ampliare le proprie competenze, si concentrerà sui temi dell’innovazione - ESG, Open innovation, Industria 4.0, intelligenza artificiale - con particolare focus su turismo e agribusiness.

Il Consiglio è stato inoltre aggiornato rispetto ai corsi gratuiti che Intesa Sanpaolo ha promosso per i giovani sardi dai 18 ai 29 anni, volti a formare programmatori e addetti all’hospitality, con l’obbiettivo di colmare il disallineamento con le competenze richieste dalle imprese.

Estremamente positivo il riscontro del crowdfunding che la Banca ha attivato da alcune settimane sulla sua piattaforma For Funding a favore della Comunità del Buon Gusto di Cagliari, al quale contribuirà direttamente anche Intesa Sanpaolo. La raccolta fondi sarà destinata al progetto “Il cibo come mezzo di cura, solidarietà e riscatto lavorativo nella comunità Sant’Elia”: le donazioni hanno già superato un terzo dell’obiettivo finale di raccolta di 200.000 euro.

Dall’analisi economica presentata al Consiglio del Territorio dall’economista Romina Galleri, della Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo, per la Regione è emerso un quadro di ripresa. Nei primi sei mesi del 2021 il valore delle esportazioni, al netto del settore petrolifero, ha superato l’export 2019. L’indagine periodica di Intesa Sanpaolo presso i gestori imprese della rete vede nel 2022 un pieno recupero del fatturato pre-pandemia per tutti i comparti, ad eccezione del turismo. Il settore ha registrato un buon rimbalzo rispetto al 2020, ma è ancora penalizzato dalle chiusure dei primi mesi e dall’incertezza che ha pesato sulla stagione estiva. In questo quadro persistono alcune debolezze strutturali. Negli anni compresi tra il 2008 e il 2019 gli investimenti sono scesi di 45 punti percentuali (vs -17 p.p. dell’Italia e +19 p.p. della Germania). Questo ha inciso sul grado di innovazione e digitalizzazione dell’Isola, ad oggi inferiore alla media italiana. Altro capitolo importante è la formazione dei giovani. In Sardegna il tasso di disoccupazione giovanile già prima della pandemia toccava il 45% e la percentuale di giovani che non studia e non lavora (NEET) è del 28%. Secondo una stima di Unioncamere, da qui al 2025, in Italia vi sarà un fabbisogno di circa 6 milioni di risorse con competenze in ambito green e digitale. Un contributo importante per colmare il disallineamento tra l’offerta di lavoro dei giovani e la difficoltà delle imprese a trovare candidati con competenze adeguate potrebbe venire dagli Istituti Tecnici Superiori: in Sardegna ce ne sono quattro. Sarà inoltre necessario coinvolgere maggiormente le donne nel mondo del lavoro. La loro partecipazione è attualmente del 47,3%, contro il 53,8% della media nazionale e il 67,4% della media europea. Per conciliare vita familiare e lavorativa sono fondamentali i servizi a sostegno della prima infanzia, che hanno una buona copertura a Cagliari, in linea con i parametri fissati dall’Unione Europea, ma che sono poco diffusi sul resto del territorio (solo il 24% dei comuni è coperto).
Il PNRR sarà una leva fondamentale per colmare il divario e valorizzare il potenziale del Mezzogiorno, per investire nelle nuove generazioni e per garantire le stesse opportunità a uomini e donne. “Intesa Sanpaolo è pronta a moltiplicare le risorse messe in campo dall’Europa e a livello nazionale ha già stanziato 400 miliardi di euro di crediti per aziende e famiglie – ha chiosato Teresio Testa. La Banca intende in primo luogo sostenere la transizione della produzione e dei consumi secondo criteri di sostenibilità ambientale e la digitalizzazione del Paese. Per la Sardegna è ancor più auspicabile che gli investimenti del PNRR siano in grado di stimolare anche gli investimenti privati, indispensabili per ampliare la forza dell’intervento pubblico”.

Informazioni per la stampa

Intesa Sanpaolo
Media Relations Banca dei Territori e Media Locali
stampa@intesasanpaolo.com
https://group.intesasanpaolo.com/it/sala-stampa/news


Intesa Sanpaolo
Intesa Sanpaolo è una wealth management & protection company, nonché la principale Banca in Italia e una delle più solide e profittevoli banche europee. Come Bancassicurazione, offre servizi bancari commerciali, di corporate investment banking, private banking, gestione del risparmio, asset management e assicurativi. Il Gruppo Intesa Sanpaolo conta circa 13,5 milioni di clienti in Italia, serviti attraverso i suoi canali digitali e tradizionali, e 7,2 milioni di clienti all’estero, dove è presente con banche controllate operanti nel commercial banking in 12 Paesi in Europa centro-orientale, Medio Oriente e Nord Africa, oltre che con una rete internazionale specializzata nel supporto alla clientela corporate in 25 Paesi. Intesa Sanpaolo è riconosciuta come una delle banche più sostenibili al mondo ed è impegnata a diventare un modello di riferimento in termini di sostenibilità e responsabilità sociale e culturale. Promuove progetti rilevanti di inclusione economica e riduzione della povertà, tra cui un fondo di impatto per 1,5 miliardi di euro di finanziamenti a categorie di soggetti con difficoltà di accesso al credito. In campo ambientale, ha creato un fondo di 6 miliardi di euro destinato all'economia circolare. Il Gruppo è inoltre fortemente impegnato in attività culturali in Italia e all'estero, con l’obiettivo di difendere, valorizzare e condividere il patrimonio storico-artistico del Paese, anche grazie alle esposizioni permanenti e temporanee ospitate presso le Gallerie d’Italia, i musei di Intesa Sanpaolo presenti a Milano, Napoli, Vicenza e, prossimamente, Torino.

Sito internet: group.intesasanpaolo.com | News: https://group.intesasanpaolo.com/it/sala-stampa/news | Twitter: @intesasanpaolo | Facebook: @intesasanpaolo | LinkedIn: https://www.linkedin.com/company/intesa-sanpaolo | Instagram: @intesasanpaolo

 

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}