{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Il Green Bond Intesa Sanpaolo continua a dare i suoi frutti per l’ambiente

Oltre 350.000 tonnellate di emissioni di CO2 evitate, un risparmio di energia pari a 27.000 MWh, produzione di energia rinnovabile per quasi 1 milione di MWh. Sono i numeri a testimoniare i risultati in termini di sostenibilità ambientale ottenuti nel periodo giugno 2018-maggio 2019 dai 75 progetti finanziati grazie ai proventi del green bond Intesa Sanpaolo, prestito obbligazionario i cui ricavi vanno riservati a progetti di sostenibilità ambientale e climatica. Il 64% dei fondi è andato al fotovoltaico, il 12,6% all’eolico, il 12,5% alle biomasse , il 9,3% all’idroelettrico l’1,6% all’efficienza energetica. I dati sono contenuti nel 2° Green Bond Report pubblicato nel giugno di quest’anno dal gruppo bancario nel quadro degli impegni assunti con l’emissione nel giugno 2017 – prima banca italiana – del green bond da 500 milioni di euro a scadenza quinquennale. L’operazione, che ha raccolto ordini per 2 miliardi ed ha ricevuto la massima valutazione dall’agenzia di rating Moody’s, è vincolata al rispetto di specifici requisiti in termini di utilizzo della raccolta, trasparenza e rendicontazione.

Pubblicato il 2° rapporto annuale sull’operazione lanciata nel 2017 per il finanziamento di progetti di sostenibilità

Gli impegni assunti in tal senso da Intesa Sanpaolo sono definiti all'interno di Linee Guida (Green Bond Framework) ispi­rate ai Green Bond Principles, un protocollo internazionale volontario che prevede un accurato monitoraggio dei progetti ambientali cui sono destinati i fondi.

Il Green Bond è un’ulteriore dimostrazione del forte impegno del Gruppo nella sostenibilità ambientale.

Questo va dalle numerose iniziative per mitigare gli impatti ambientali della propria operatività (ad esempio, negli ultimi 10 anni si è ottenuta una riduzione del 41% nelle emissioni di CO2) al finanziamento a progetti in tema di energie rinnovabili ed efficienza energetica (990 milioni nel solo 2018), sottoposti a rigorosi criteri di valutazione, sia interni, sia legati a standard internazionali.

Sempre nel 2018 il Gruppo ha erogato crediti per quasi 2 milioni di euro alla green economy e ha stanziato un plafond fino a 5 miliardi di euro nel periodo 2018-2021 per progetti di economia circolare, un’area in cui collabora con Ellen MacArthur Foundation. Ha inoltre lanciato il primo Laboratorio di Economia Circolare in Italia, insieme con Fondazione Cariplo.

Intesa Sanpaolo aderisce a importanti iniziative internazionali quali il Global Compact delle Nazioni Unite e gli Equator Principles, volte a promuovere il dialogo fra imprese, organismi sovranazionali e società civile e a perseguire il rispetto dell'ambiente e dei diritti umani.

Figura infine in numerosi indici internazionali di sostenibilità, tra cui – unica banca italiana – il Dow Jones Sustainability Index e la Climate Change A List compilata dall’organizzazione CDP.

 

 

Luglio 2019 

{"toolbar":[]}