{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Analisi dell’andamento del settore orafo italiano nel 2020

Analisi dell’andamento del settore orafo italiano nel 2020

Un report della Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo conferma che l’oreficeria è uno dei settori maggiormente colpiti dagli effetti indotti dalla pandemia, con la domanda mondiale che nel 2020 ha toccato i livelli minimi degli ultimi dieci anni.

Nel quarto trimestre si sono registrati alcuni importanti segnali di recupero, con la ripresa dell’export italiano di gioielli in oro verso gli USA tornati ad essere il principale sbocco delle vendite.

Il mercato delle materie prime è in espansione e si attendono ulteriori guadagni nel 2021, grazie a uno scenario macroeconomico favorevole, a politiche economiche espansive – accompagnate da politiche fiscali orientate a investimenti green e redistribuzione.

Le quotazioni dell’oro sono diminuite e gli investitori hanno ridotto l’esposizione all’oro a seguito dell’aumento dei rendimenti dei Treasury, che attualmente continuano a rappresentare il principale rischio per i metalli preziosi. L’argento potrebbe continuare a sovraperformare l’oro sulla scia delle aspettative di maggiori investimenti nel settore fotovoltaico.

Scarica lo Studio.

{"toolbar":[]}