{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}
Cultura

Dante in Duomo: letture della Divina Commedia dal 3 maggio al 9 luglio

Forse non tutti sanno che la prima lectura dantis a Milano risale al 1418 e venne organizzata dalla Veneranda Fabbrica del Duomo per raccogliere i fondi necessari alla costruzione della cattedrale. Proprio all’interno del Duomo la Divina Commedia torna protagonista - con il sostegno di Intesa Sanpaolo nel ruolo di main sponsor - per celebrare i 700 anni dalla scomparsa del Sommo Poeta. L’iniziativa “Dante in Duomo” dà dunque alla città un ruolo unico da protagonista, con il suo simbolo più noto nel mondo.

La lettura, che vede il patrocinio del Comune di Milano e della Società Dante Alighieri Comitato di Milano, prende il via il 3 maggio e si concluderà il 9 luglio. L'iniziativa sarà accessibile gratuitamente al pubblico in presenza già a partire dal 3 maggio, previa prenotazione online da giovedì 29 aprile su duomomilano.it e fino ad esaurimento posti. Tutte le serate saranno trasmesse anche in diretta streaming dal canale Youtube e Facebook del Duomo di Milano e videotrasmesse anche da Chiesa TV, canale 195 del digitale terrestre. 

Dante in Duomo con la direzione artistica di Massimiliano Finazzer Flory

Ogni giorno, dal lunedì al venerdì alle 18.30, verranno eseguite letture teatrali di Massimiliano Finazzer Flory con la partecipazione di musicisti dell’Orchestra del Teatro alla Scala e degli allievi della Scuola Luca Ronconi del Piccolo Teatro di Milano che offriranno performance artistiche di vario tipo: musicali, teatrali e di danza. L’apertura di ogni cantica inoltre sarà affidata a un relatore d’eccezione che terrà una lectio magistralis: il 3 maggio Massimo Cacciari introdurrà l’Inferno, il 26 maggio Mons. Marco Ballarini, Canonico del Duomo e Prefetto della Veneranda Biblioteca Ambrosiana, darà il via al Purgatorio ed il 17 giugno Elio Franzini, Rettore dell’Università degli Studi di Milano, introdurrà il Paradiso. 

Ascolta il podcast delle letture di Dante in Duomo

 

Intesa Sanpaolo On Air

Dante in Duomo - Paradiso

2:46:03

Puoi riascoltare tutte le letture dei canti dell'Inferno su Intesa Sanpaolo On Air

A volere questo progetto l’Arciprete del Duomo di Milano Mons. Gianantonio Borgonovo e il Capitolo Metropolitano, con la collaborazione della Veneranda Fabbrica del Duomo e della Veneranda Biblioteca Ambrosiana, che nello stesso periodo metterà in mostra per il pubblico parte del suo patrimonio dantesco. «Mi sono impegnato in prima persona con il Capitolo Metropolitano e la Veneranda Fabbrica per promuovere questa Lectura Dantis - ha dichiarato Mons. Borgonovo - ritenendo importante recuperare l'antica memoria storica della Cattedrale attestata in una nota del Liber Dati et Recepti dell'anno 1418. In quell'anno, mentre Papa Martino V scendeva da Costanza a Milano e consacrava l'altar maggiore del nuovo Duomo, la Fabbrica organizzava una lettura pubblica della Commedia per raccogliere fondi per i lavori dell'erigenda cattedrale”“Oggi – ha aggiunto - grazie alla tenace e costruttiva volontà di Massimiliano Finazzer Flory e alla collaborazione di Mons. Ballarini quell'annotazione storica può far risorgere in noi lo spirito giusto per rendere omaggio a Dante”.

Il nostro impegno per la cultura

Con il sostegno a “Dante in Duomo” offriamo ancora una volta un contributo alla realizzazione di un progetto che si inserisce nel suo più ampio impegno in ambito culturale e artistico, un settore strategico per il rilancio del Paese non solo per le ricadute economiche ma anche per il valore in termini di coesione sociale e di sviluppo di buone pratiche, e che non è venuto meno neanche nel periodo di emergenza della pandemia.

Con grande piacere sosteniamo questa importante iniziativa per la città di Milano dedicata al Sommo Poeta, testimone universale della cultura e della lingua italiana. Mai come oggi questo progetto ci riconduce a un po’ di ottimismo e all’auspicio di tornare presto ad apprezzare in ogni angolo d’Italia il nostro patrimonio artistico e culturale. L’ottimismo e la fiducia che ci ispira l’ultimo verso dell’Inferno “uscimmo a riveder le stelle”. Dante in Duomo è in piena sintonia con il tradizionale impegno di Intesa Sanpaolo a sostegno dell’arte e della cultura, leve fondamentali per attivare nuovi processi di sviluppo civile, sociale ed economico, soprattutto in questo periodo in cui l’obiettivo è quello di voltare pagina per intraprendere la direzione della ripartenza.

 

Fabrizio Paschina, Executive Director Comunicazione e Immagine Intesa Sanpaolo

Intesa Sanpaolo per la cultura

Ecco alcune recenti iniziative per la valorizzazione dei patrimoni d'arte, di storia e di cultura della banca e del Paese

{"toolbar":[]}