{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

SANPAOLO BANCA DELL’ADRIATICO PER LA QUALITA’ DELL’ASSISTENZA AL MALATO DI CUORE

Finanziati i programmi di epidemiologia clinica della Cardiologia dell’Ospedale San Salvatore


Pesaro, 29 gennaio 2007 - Sanpaolo Banca dell’Adriatico (Gruppo Intesa Sanpaolo) af-fianca la Cardiologia dell’Ospedale San Salvatore di Pesaro sostenendo economicamente il programma di epidemiologia clinica per il biennio 2006-2007.
Il miglioramento della qualità delle prestazioni sanitarie dipende dalla continua revisione delle azioni, del metodo di lavoro, dei protocolli utilizzati nel trattamento delle patologie. Per ottenerla è indispensabile una conoscenza puntuale delle diverse fasi di un proces-so di cura e dei suoi esiti in un arco temporale il più possibile ampio.
“Per questo abbiamo avviato, grazie anche alla collaborazione della Banca dell’Adriatico, un progetto di studio che prevede una puntuale analisi delle risorse umane, tecnologiche e farmacologiche impiegate nell’assistenza delle persone colpite da infarto, della tempistica e dei risultati conseguiti nel breve e nel medio termine. - afferma Paolo Bocconcelli, diret-tore della Struttura Complessa di Cardiologia dell’Azienda Ospedaliera Ospedale San Salvatore di Pesaro - L’analisi sarà presto estesa ad altre malattie cardiologiche che mag-giormente incidono sulla popolazione e sulla spesa sanitaria.”
I dati clinici sistematicamente raccolti ed elaborati, andranno così a costituire registri per patologie, strumento indispensabile di analisi degli esiti clinici e dei costi economici dei processi di cura nei pazienti con malattia cardiaca.
Il progetto di studio è inteso a rilevare le caratteristiche dell’evento coronarico, l’appropriatezza degli interventi attuati, l’impiego di risorse tecnologiche e farmacologiche, in tutti i pazienti con infarto miocardico acuto, dal primo contatto medico alla dimissione dall’ospedale e per i due anni successivi ad essa.
“Sanpaolo Banca dell’Adriatico ha colto la rilevanza dell’iniziativa e le favorevoli ripercus-sioni che essa non mancherà di avere in termini di qualità dell’assistenza sanitaria fornita ai cittadini. - dice Giovanni Rossi, dirigente di Sanpaolo Banca dell’Adriatico - La vocazio-ne territoriale della nostra banca si esprime anche attraverso una serie capillare di inter-venti solidali rivolti alle realtà sociali delle province in cui siamo radicati.”

- - - - - - - - -
Nella foto a sx Giovanni Rossi (dirigente del Sanpaolo Banca dell’Adriatico) e Paolo Bocconcelli (direttore U. O. Cardiologia dell’Azienda Ospedaliera Ospedale San Salvatore di Pesaro).

 


SANPAOLO BANCA DELL’ADRIATICO (Gruppo INTESA SANPAOLO)
Segreteria Generale
Tel. 0721-447710 segreteria.generale@sanpaolobda.com

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}