{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

 BANCA INTESA PRIVATE BANKING: RISULTATI AL 31 DICEMBRE 2006 – FORTE CRESCITA DI MARGINI E MASSE

• Proventi operativi netti a 183,6 mln. di euro, +41% rispetto ai 130,5 mln. dell’esercizio 2005.

• Risultato della gestione operativa a 93,1 mln. di euro, +40% rispetto ai 66,7 mln. dell’esercizio 2005.

• Masse amministrata al 31 dicembre 2006 pari a 34,9 mld. di euro, +22,5% rispetto alle consistenze al 31 dicembre 2005.

• Coefficienti patrimoniali al 31 dicembre 2006: Tier 1 ratio al 19%


Milano, 30 aprile 2007
- L'assemblea dei soci di Banca Intesa Private Banking (BIPB) ha deliberato l'approvazione del Bilancio d’esercizio al 31 dicembre 2006, che è stato consolidato nel Bilancio del Gruppo Intesa Sanpaolo.
L'assemblea ha altresì deliberato l'acquisto fino a un numero massimo di  115.000 azioni ordinarie di Intesa Sanpaolo e per un importo massimo di 460.000,00 euro, autorizzandone l'assegnazione gratuita ai dipendenti della Banca.
Interessati dall'assegnazione, in base all'accordo sottoscritto con le Organizzazioni Sindacali, sono tutti i dipendenti assunti con contratto di lavoro a tempo indeterminato, anche a tempo parziale, entro il 31 dicembre 2006 e ancora in servizio al 31 maggio 2007.

Nell'ambito del Gruppo Intesa Sanpaolo, BIPB rappresenta la società specializzata nel private banking che Banca Intesa aveva creato nel 2005 all'interno della Divisione Rete e non contempla quindi tutto il perimetro della clientela private dell'attuale Gruppo (oltre  72.000 clienti per circa 67 miliardi di euro di massa amministrata, a fine 2006). Come già evidenziato nel nuovo piano industriale, BIPB è attualmente collocata nella Divisione Banca dei Territori e sarà la banca specializzata nel segmento private di Intesa Sanpaolo.

******
I risultati positivi di BIPB sono il frutto della fattiva collaborazione da parte del personale della rete e delle strutture centrali di Intesa Sanpaolo. In particolare, i dati del Bilancio d’esercizio 2006 di BIPB confermano il significativo incremento dei margini rispetto ai risultati dell’anno precedente, in linea con gli obiettivi previsti dal piano d’impresa.
I proventi netti aumentano del 41% attestandosi a 183,6 milioni di Euro, per la crescita sia degli interessi netti a 25,0 milioni di Euro (12,4 mln. nel 2005), sia delle commissioni nette a 157,9 milioni di Euro (117,8 mln. nel 2005).

In aumento anche gli oneri  operativi da 63,8 a 90,4 milioni di Euro (+42%), per la crescita sia del costo del personale (+53%), conseguente all’aumento della percentuale di distacco del personale della Capogruppo, sia delle spese amministrative (+24%), con particolare riferimento agli oneri immobiliari e alle spese di addestramento formazione e rimborsi del personale. In relazione a tali dinamiche, il risultato della gestione operativa supera i 93 milioni di Euro, con una crescita del 40% rispetto ai risultati del 2005.

Per quanto riguarda i principali aggregati patrimoniali, la Massa amministrata della clientela ha raggiunto i 34,9 miliardi di Euro – di cui la raccolta diretta da clientela per 1,9 miliardi di Euro e la raccolta indiretta per 33 miliardi di Euro – con un incremento del 22,5% rispetto al dato al 31 dicembre 2005.

 

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}