{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

INTESA SANPAOLO RICEVE IL PREMIO AIRC “CREDERE NELLA RICERCA”

IL PREMIO E’ STATO CONSEGNATO AD ANDREA BELTRATTI DAL CAPO DELLO STATO, NEL CORSO DELLA CERIMONIA DI APERTURA

DELLA GIORNATA PER LA RICERCA SUL CANCRO

DAL 2006 CON IL SOSTEGNO DI INTESA SANPAOLO DUE GIOVANI SCIENZIATE GUIDANO IN ITALIA DUE LABORATORI DI RICERCA

Roma, 5 novembre 2010. Oggi al Quirinale, nel corso della tradizionale cerimonia che ha aperto la tredicesima giornata per la ricerca sul cancro, il Capo dello Stato Giorgio Napolitano ha consegnato ad Intesa Sanpaolo il premio Airc “Credere nella ricerca” , attribuito ogni anno a un ente o persona che si è particolarmente impegnata nel sostenere la ricerca sul cancro .

Il premio, consegnato ad Andrea Beltratti, Presidente del Consiglio di Gestione di Intesa Sanpaolo, è stato assegnato ad Intesa Sanpaolo con la seguente motivazione: “per aver creduto fortemente nell’impegno di AIRC a sostegno dei giovani ricercatori, della loro libertà e creatività; e per questo aver contribuito a creare un vivaio di talenti che oggi possono formarsi e crescere e che domani saranno leader di progetti innovativi e competitivi. Questo attestato di fiducia mette le basi della ricerca del futuro”.

Intesa Sanpaolo da oltre dieci anni è partner principale della campagna “L’Azalea della Ricerca”, l’iniziativa che permette all’Associazione di entrare in contatto con la collettività attraverso la distribuzione nelle piazze di piantine d’azalea. Nel 2006, inoltre, Intesa Sanpaolo ha deciso di ampliare il suo impegno a fianco dell’Airc nel sostegno e nella promozione dei giovani ricercatori, garantendo i fondi necessari all’avvio e al mantenimento di due start-up. Si tratta di due progetti quinquennali, condotti da due giovani donne ricercatrici che hanno avuto la possibilità di avviare e dirigere un laboratorio in autonomia. L e due giovani scienziate dal brillante curriculum sono Francesca Ciccarelli che grazie a questo progetto è potuta rientrare in Italia ed ora gestisce il suo laboratorio presso l’IFOM-IEO Campus di Milano e Irma Airoldi che, presso l’Istituto Gaslini di Genova, studia i tumori del sangue, le leucemie e i linfomi.

Entrambe hanno già ottenuto i primi risultati utili nella cura delle patologie sulle quali si sono impegnate. "Da anni siamo vicini all'AIRC” ha dichiarato Andrea Beltratti, Presidente del Consiglio di Gestione di Intesa Sanpaolo” e siamo orgogliosi, oggi, di ricevere questo importante riconoscimento. L’AIRC è una bellissima realtà che sta contribuendo in modo molto significativo allo sviluppo della scienza e al miglioramento della qualità della vita. Condividiamo profondamente i valori espressi dall’Associazione e il nostro investimento nelle due Unità di Ricerca guidate da giovani scienziate è testimonianza del nostro impegno.

Riteniamo che anche e soprattutto in una situazione di crisi, sia necessario accelerare i processi di innovazione e prepararsi adeguatamente alle sfide del futuro in uno spirito di collaborazione e ricerca.”

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}