{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Project Malawi insieme al Teatro alla Scala per due Anteprime dedicate ai giovani: l’opera "Die Walküre" il 4 dicembre e il balletto “Il Lago dei Cigni” il 15 dicembre

Concorso Project Malawi: per ogni rappresentazione in palio 30 biglietti per i giovani Under30 – estrazione per l’opera il 1° dicembre

Con “Il Lago dei Cigni” Project Malawi sbarca su Facebook

Milano, 29 novembre 2010 -  In anticipo sulla data tradizionale, anche quest’anno il Teatro alla Scala inaugura la nuova Stagione con due anteprime riservate ai giovani nell’ambito del progetto “LaScalaUNDER30”: il 4 dicembre con l’opera “Die Walküre” e il 15 dicembre con il balletto “Il Lago dei Cigni”.  

INTESA SANPAOLO si conferma partner privilegiato della Teatro alla Scala nel progetto, nato dalla volontà di facilitare l’approccio dei giovani al vasto mondo della cultura musicale.

Project Malawi, destinatario da parte del Teatro alla Scala di una quota degli introiti di LaScalaUNDER30, mette in palio anche quest’anno 30 biglietti per l’anteprima dell’opera tra coloro che,  partecipando  al concorso aperto sul sito projectmalawi.it, risponderanno correttamente alle domande sul progetto umanitario. L’estrazione dei vincitori avverrà il primo dicembre prossimo.

Il 15 dicembre seguirà l’anteprima del balletto “Il Lago dei Cigni”. L’assegnazione gratuita di 30 biglietti coinvolgerà gli internauti di Facebook, invitati a postare una foto accompagnata da un messaggio di solidarietà per il Malawi sulla pagina di Project Malawi. saranno premiati i più votati. Due anteprime speciali per una platea di giovani che ha già dimostrato nelle passate edizioni un altissimo gradimento all’iniziativa e una profonda sensibilità sociale.

Due obiettivi raggiunti dall’attività congiunta del Teatro alla Scala e di Project Malawi, nelle parole di Corrado Passera, CEO di Intesa Sanpaolo:  “Tutti i giovani meritano grande attenzione, ma diversi sono bisogni e priorità nelle varie parti del mondo. In molti paesi il giovane deve essere aiutato a crescere, a crearsi un futuro libero dai condizionamenti di malattie e povertà. Nel nostro mondo deve essere aiutato anche a mantenere viva la propria sensibilità verso l’arte in tutte le sue forme e verso i bisogni degli altri.”

Sul sito projectmalawi.it è descritta l’attività che Intesa Sanpaolo e Fondazione Cariplo, con la collaborazione di grandi ONG operanti nel Paese, istituzioni e Governo locale, svolgono in Malawi. Le principali aree di intervento riguardano: la prevenzione della trasmissione del virus HIV da madre a figlio, contro la diffusione dell’AIDS; la mobilitazione delle comunità locali a supporto dei bambini orfani e vulnerabili; la facilitazione dell’accesso al credito per piccoli e medi imprenditori e il rafforzamento della capacità di auto-produzione di reddito di famiglie e comunità colpite dalla malattia; la divulgazione delle corrette informazioni in tema di trasmissione del virus HIV e di educazione alimentare contro la malnutrizione.

In sintesi una lotta contro la povertà e la malattia, chiave di un processo di miglioramento sostenibile e durevole.

 

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}