{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

BIIS SOSTIENE IL NONPROFIT ROMANO ACQUISTANDO PRO SOLUTO 100 MILIONI DI CREDITI VANTATI NEI CONFRONTI DEL COMUNE BANCA PROSSIMA ANTICIPA LE SOMME FINO ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

Roma, 20 dicembre 2010 – BIIS, Banca Infrastrutture Innovazione e Sviluppo, la banca del Gruppo Intesa Sanpaolo dedicata al Public Finance e alla collaborazione tra Pubblico e Privato, ha firmato con il Comune di Roma un accordo per lo smobilizzo pro soluto dei crediti vantati nei confronti del Comune da parte delle cooperative di servizi sociali, Congregazioni religiose ed associazioni nonprofit operanti sul territorio .

Questa operazione, realizzata con il contributo di Banca Prossima, la banca del Gruppo Intesa Sanpaolo dedicata al settore nonprofit laico e religioso, interessa i crediti fatturati e certificati nell’ultimo trimestre del 2010 e nel 2011. Con questa soluzione, che non comporterà alcun onere finanziario a carico del Comune, si fornisce liquidità immediata a un segmento di economia senza fini di lucro che svolge un ruolo determinante nell’assicurare l’assistenza sul territorio alle fasce più deboli e indifese della popolazione come ad esempio portatori di handicap, malati non autosufficienti, anziani ecc.

BIIS stipulerà contratti di cessione dei crediti con le singole cooperative. Non appena finalizzata la cessione dei crediti a BIIS, le cooperative potranno richiedere anticipazioni pro solvendo a Banca Prossima nelle more del completamento del processo di certificazione dei crediti da parte del Comune.

L’importo del plafond stanziato da BIIS per questa operazione e’ di 100 milioni di Euro. E’ un risultato importante in quanto viene fornita una soluzione finanziaria immediata a un segmento dell’economia del Paese, il cosiddetto “terzo settore”, spesso penalizzato dai criteri convenzionali di valutazione bancaria.

Mario Ciaccia, amministratore delegato di BIIS, ha dichiarato: “La nostra banca è fortemente attiva nell’ambito delle operazioni di smobilizzo crediti che, dal 2006 a oggi, ammontano a circa 6 miliardi di euro di operazioni concluse con enti locali e Pubbliche Amministrazioni in tutta Italia, 2,5 solo nel Lazio. Forti dell’ esperienza maturata nel settore e fiduciosi nel grande valore aggiunto rappresentato da questo efficace strumento finanziario, possiamo dire con soddisfazione di aver supportato in quest’occasione un Comune importante come quello di Roma in un ambito cruciale quale quello del nonprofit. Le cooperative appartenenti al mondo del terzo settore, infatti, oltre ad assolvere a delicate funzioni, costituiscono un motore di sviluppo in quanto attivano l’economia e producono valore materiale e immateriale per il Paese”.

Marco Morganti, amministratore delegato di Banca Prossima, ha dichiarato: “Questa iniziativa ha un grande valore interno ed esterno al Gruppo. Da una parte viene incontro a un problema più generalizzato e grave che minaccia la sostenibilità del terzo settore, dall’altra rimarca le sinergie che si possono realizzare attraverso due società specializzate nell’intervenire su situazioni altrimenti destinate e deteriorarsi irrimediabilmente”.

 

Media Relations

+39.06.67125312

stampa@intesasanpaolo.com

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}