{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

La prima piattaforma italiana dedicata alle Start-Up e ai loro investitori di

riferimento giunge alla settima edizione

 

“INTESA SANPAOLO START-UP INITIATIVE”: CONCLUSA LA SETTIMA

EDIZIONE, DEDICATA ALL’INNOVAZIONE SOCIALE E ORGANIZZATA

IN COLLABORAZIONE CON ALTIS E L’ASSOCIAZIONE SAN MICHELE

VALORE IMPRESA

 

- Torna il Premio internazionale ideato dalla Università di Berkeley per

favorire e sviluppare idee imprenditoriali a forte rilevanza sociale e

impatto ambientale

 

- 11 idee hanno avuto accesso alla fase di formazione e valutazione per il

confronto con potenziali investitori

 

- Oltre 90 tra Fondi di Seed Capital, Fondi di Venture Capital, Fondazioni e

Business Angels presenti alla giornata conclusiva

 

- Più di 70 manifestazioni d’interesse raccolte al termine dell’Arena Meeting

 

- Banca Prossima - la banca del Gruppo Intesa Sanpaolo dedicata al non

profit - in 3 anni di operatività ha raggiunto quota 12.000 clienti e

realizzato 2 miliardi di euro tra raccolta e impieghi

 

 

Milano, 31 Gennaio 2011 – Dopo il successo delle precedenti edizioni della “Intesa Sanpaolo

Start-Up Initiative” - ideata e promossa dalla Divisione Corporate e Investment Banking e dal suo

Team Innovazione - Intesa Sanpaolo ha riaperto le porte della prima piattaforma italiana

dedicata alle Start-Up e ai loro investitori di riferimento.

Questa edizione ha coinciso con l’Italian Round della Global Social Venture Competition

(GSVC), il Premio internazionale dell’Università di Berkely che intende favorire e far conoscere

nuove imprese a forte rilevanza sociale (social venture). In Italia capofila del concorso è l’Alta

Scuola Impresa e Società (Altis) dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, partner dell’iniziativa

dal 2008, che quest’anno ha avuto tra i suoi partner, oltre a Intesa Sanpaolo, l’Associazione San

Michele Valore Impresa.

A questo appuntamento, conclusosi nei giorni scorsi a Milano hanno preso parte 11 Start-Up,

individuate grazie a una selezione che ha interessato 42 realtà di questo tipo, anche internazionali,

che hanno percorso il programma articolato in tre momenti distinti:

 

- a dicembre sono stati consegnati i Business Plan dai 20 team selezionati fra i

partecipanti;

- a metà gennaio le idee imprenditoriali sono state sottoposte, dopo una fase formativa a

cura dell’associazione californiana Maverick Angels, a un panel di giudici costituito da venture

capitalist, imprenditori e accademici;

- venerdì 28 gennaio i progetti selezionati hanno partecipato all’Arena Meeting nel corso

della quale i finalisti hanno presentato il proprio progetto a un pool di 90 investitori

internazionali.

 

I lavori dell’Arena Meeting sono stati aperti da Marco Morganti, amministratore delegato di

Banca Prossima, la banca del gruppo Intesa Sanpaolo dedicata esclusivamente al mondo

nonprofit laico e religioso. Un banca pensata per rispondere al meglio alle necessità e ai bisogni

delle imprese del terzo settore, per migliorare la qualità dei servizi bancari e per partecipare alla

crescita dell'economia del bene comune: attiva da tre anni Banca Prossima ha realizzato quasi 2

miliardi di euro tra raccolta ed impieghi, con 260 dipendenti e quasi 12.000 clienti. Intesa

Sanpaolo, infine, affida direttamente il terzo settore per oltre 2 miliardi di euro.

Al termine della giornata sono stati proclamati i vincitori dell’Italian GSVC, che avranno accesso

al master Pmi di Altis: al primo posto si è classificato RobyWheelChair; al secondo posto

Ecclesial movies e al terzo Dolceincarcere. I progetti partecipanti alla fase conclusiva prenderanno

parte alla GSVC europea, che si svolgerà a Londra il 4 marzo 2011 e, se selezionati, otterranno

l’accesso alla finale di aprile a Berkeley.

RobyWheelChair, in quanto migliore impresa nell’area milanese, si è anche aggiudicata

l’iscrizione annuale a The Hub Milano, primo nodo italiano della rete internazionale The Hub e

primo centro in Italia dedicato esclusivamente all'innovazione sociale e alle persone che la

promuovono.

Alla fine di questo percorso sono state oltre 70 le manifestazioni di interesse da parte degli

investitori intervenuti, che potrebbero vedere la finalizzazione degli investimenti nei prossimi

mesi.

 

«La Intesa Sanpaolo Start-up Initiative è giunta alla settima edizione dopo poco più di un anno dal

suo avvio », ha dichiarato Gaetano Micciché, direttore generale di Intesa Sanpaolo e responsabile

della Divisione Corporate e Investment Banking, all’interno della quale è nata la Start-up

Initiative. «Nelle prime sei edizioni abbiamo contattato circa 600 tra Start-up e progetti Early-

Stage, oltre 150 hanno avuto accesso alle attività formative e oltre 80 si sono presentate ai circa

500 investitori che complessivamente hanno risposto al nostro invito. Per il primo appuntamento

del 2011 abbiamo avvicinato con entusiasmo e passione l’importante tema del sociale, lavorando

a fianco di Altis e di Associazione San Michele Valore Impresa, vista la crescente sensibilità del

mondo imprenditoriale verso un settore finora limitato principalmente al non profit». «Questa

collaborazione - ha concluso Micciché - vuole essere un ulteriore stimolo per proseguire il lavoro

in rete con partner attivi sul territorio in tutti i settori strategici delle start-up, convinti che così si

possano supportare e far crescere le idee migliori, inserendole in un contesto dinamico e

internazionale e offrendo loro sempre maggiori opportunità di successo».

 

«Il successo ottenuto dalla terza edizione dell’Italian Round mostra come la Global Social Venture

Competition sia ormai il punto di riferimento in Italia per chi intenda realizzare un progetto

imprenditoriale capace di coniugare successo economico e soddisfacimento di istanze sociali o

ambientali – ha affermato il professor Mario Molteni, direttore dell’Alta Scuola Impresa e Società

nonché ordinario di Economia aziendale e Corporate Strategy all’Università Cattolica del Sacro

Cuore. L’intensa attività di formazione svolta ha permesso ai team partecipanti di precisare l’idea

iniziale, rendendola così anche più attraente per i potenziali investitori. È significativo che i

vincitori spazino su temi e aree geografiche assai diverse tra loro: ausilio per i disabili, produzione

di film ad alto contenuto sociale, reinserimento dei carcerati. E siamo particolarmente contenti che

ci sia stato un certo numero di candidati provenienti dal Sud del mondo che hanno studiato in

Italia. È un segno della vocazione internazionale che da sempre caratterizza la nostra Alta Scuola.

Comunque, il bello viene adesso: come avvenuto per le precedenti edizioni, ci auguriamo che un

buon numero delle iniziative in gara possano trovare investitori disposti a sostenerne la concreta

realizzazione».

 

“Assumersi la responsabilità di scegliere, dalle 11 iniziative imprenditoriali finaliste, le prime 3

aggiudicatrici di questa edizione del Global Social Venture Competition – ha sottolineato Mario

Preve, presidente dell’Associazione San Michele Valore Impresa e presidente Riso Gallo -, è stato

un esercizio difficile. Tutti i progetti in gara, per contenuto e qualità espositiva, sono molto

interessanti. Condividere poi, l’entusiasmo e la dedizione di tutti i partecipanti, è stata

un’esperienza davvero coinvolgente. A nome dell'Associazione San Michele Valore Impresa

desidero congratularmi con Altis ed esprimere la nostra soddisfazione, per la qualità

dell’organizzazione e la rilevanza di questa iniziativa. Voglio inoltre augurare ai primi tre

classificati, ed in generale a tutti i partecipanti del Global Social Venture Competition, un futuro

prospero e di successo, sottolineando quanto sia necessario per il nostro Paese, la moltiplicazione

di iniziative come questa, quale concreto stimolo all’imprenditorialità, soprattutto in una fase

delicata come quella che stiamo vivendo."

 

Grazie al progetto Start-Up Initiative si amplia l’offerta di servizi e prodotti che il Gruppo

Intesa Sanpaolo mette a disposizione delle imprese italiane.

In particolare a quelle che intendono intraprendere un percorso di crescita attraverso innovazione e

ricerca, dagli spin off universitari alle start up, dalle Piccole e Medie Imprese high tech ai

gruppi tecnologici, la Banca offre assistenza, consulenza, finanziamenti ed equity, attraverso

strutture dedicate fra le quali:

 

• Intesa Sanpaolo Eurodesk, Sportello Europeo per agevolare l’accesso delle imprese ai

progetti di finanziamento comunitari;

• MedioCredito Italiano, che gestisce diverse linee di finanziamento a favore dell’innovazione,

fra le quali Nova+;

• la Divisione Corporate e Investment Banking, attraverso il suo Merchant Banking e il

Team Innovazione;

• Atlante Venture e Atlante Venture Mezzogiorno, i due fondi di Venture Capital per le

imprese che hanno progetti di crescita attraverso ricerca e innovazione;

• Banca IMI attraverso i suoi servizi consulenziali finalizzati alla quotazione in borsa e/o ad

altre strategie di crescita;

• la partnership nella Fondazione Filarete, assieme all’Università di Milano e alla Fondazione

Cariplo;

• la partecipazione al Fondo per lo Sviluppo delle Piccole e Medie Imprese, promosso dal

Ministero dell’Economia e delle Finanze;

• la partnership nella Fondazione Ricerca & Imprenditorialità, promossa dalla Banca assieme

alla Scuola Superiore Sant’Anna, che vede anche la partecipazione di importanti realtà

accademiche e imprenditoriali quali Telecom Italia, Finmeccanica, Enel, la Fondazione

Politecnico di Milano e l’Istituto Italiano di Tecnologia.

 

Il Gruppo Intesa Sanpaolo opera con circa 5.900 filiali in Italia, attraverso una consolidata

leadership in tutti i segmenti di business. All’estero la Banca vanta una presenza strategica e

selettiva in oltre 40 Paesi: nel centro-est Europa e nell’area Medio Oriente e Nord Africa (MENA)

attraverso le proprie banche retail (1.800 filiali) e - in tutto il mondo - attraverso banche e filiali

corporate e uffici di rappresentanza.

 

L’Altis, diretta da Mario Molteni, ordinario di Economia aziendale e Corporate Strategy

all’Università Cattolica, ha l’obiettivo di favorire – attraverso ricerche, MBA e corsi executive,

convegni e workshop, progetti per le imprese, osservatori e premi – l’imprenditorialità e il

management per lo sviluppo sostenibile. In sei anni di attività sono 1.719 gli studenti, italiani e

stranieri, che hanno beneficiato dei suoi corsi e 100 i docenti, alcuni dei quali provenienti da

prestigiose Business School internazionali, che vi hanno insegnato; 51 i corsi effettuati; oltre 150 i

convegni e gli eventi organizzati; 22 le ricerche, 32 i progetti e 5 i bilanci sociali realizzati; 2 gli

 

MBA attivati; 3 i master e 2 i premi internazionali promossi e, per l’anno in corso, 12 le

pubblicazioni ultimate. Tra le diverse iniziative promosse dall’Alta Scuola vanno segnalate: il

Network dei manager impegnati nella responsabilità sociale (CSR Manager Network Italia), la

Borsa Progetti Sociali, il Premio FamigliaLavoro, il primo MBA italiano che si tiene in terra

africana (Kenya) per lo sviluppo dell’imprenditorialità sociale.

 

L’Associazione San Michele Valore Impresa, fondata nel 2008, è composta da uomini di

azienda, imprenditori che credono in una società fondata sui valori del lavoro e della famiglia,

irrinunciabile incubatrice di nuove attività imprenditoriali.

Il proposito di questo gruppo di imprenditori è di richiamare i valori dell’impresa in quanto

fondamentali per il rilancio della società e della sua coesione civile, riproponendo il tema del

lavoro, della famiglia e della responsabilità personale.

La missione dell’Associazione è da sempre rivolta alla promozione e al concreto sostegno delle

nuove iniziative d’impresa e dare fiducia ai giovani imprenditori.

Per ulteriori informazioni

 

ALTIS

Università Cattolica

Katia Biondi

Tel. 02 7234 2307

Cell. 335 1376604

katia.biondi@unicatt.it

 

INTESA SANPAOLO

Ufficio Media Corporate &

Investment Banking

Tel. 02 87963010

Tel. 02 87963531

stampa@intesasanpaolo.com

 

ASMVI

Weber Shandwick

Marisa Santospirito

Tel. 011 8193151

Cell. 335 7698071

msantospirito@webershandwick.com

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}