{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

ACCORDO TRA BANCA DI TRENTO E BOLZANO E CNA BOLZANO


• Definite le linee guida per le intese locali
• Interessate oltre 2000 imprese associate
• Previsti strumenti e iniziative per migliorare il dialogo tra banca e impresa
• Presentate nuove modalità di valutazione dell’impresa
• Massima valorizzazione del ruolo delle Associazioni di categoria e dei Consorzi di Garanzia
• Rinnovata la Convenzione con Fidimpresa

Bolzano, 8 aprile 2011. CNA/SHV Unione Artigiani e delle Piccole e Banca di Trento e Bolzano hanno ratificato oggi a livello locale l’accordo sottoscritto a febbraio da Rete Imprese Italia (Confartigianato, CNA, Casartigiani, Confcommercio, Confesercenti) e il Gruppo Intesa Sanpaolo per garantire pieno sostegno alle piccole imprese associate che, in un momento congiunturale ancora difficile, devono rafforzarsi ed essere pronte a cogliere i segnali di ripresa. Il plafond di finanziamenti messi in campo da Intesa Sanpaolo ammonta a 5 miliardi.

L’accordo è stato presentato a Bolzano nella sede di CNA dal Presidente Claudio Corrarati insieme con Nicola Calabrò, Direttore Generale Btb.

Le imprese interessate sono circa 2000, impiegano oltre 2600 di addetti e rappresentano il 8,5% della forza lavoro in Alto Adige.

Per favorire l’attuazione dell’accordo, Btb mette a disposizione un referente territoriale, Andrea Giuliani, che garantirà la necessaria vicinanza alle imprese locali.

Agevolare il dialogo tra banca e impresa è tra i principali obiettivi dell’accordo. Per accrescere la trasparenza nel processo di valutazione del credito e la conoscenza condivisa del business aziendale Banca di Trento e Bolzano ha predisposto due semplici modelli di autovalutazione, messi a punto per rispondere rispettivamente alle esigenze del commercio e dell’artigianato. Essi consentono alle imprese di valutare la propria situazione economico-finanziaria e la sostenibilità delle proprie scelte imprenditoriali, ma soprattutto contribuiscono a creare una maggiore consapevolezza rispetto alle informazioni che i vari soggetti che interagiscono con l’azienda (fornitori, clienti, consulenti) possono richiedere. I modelli di autovalutazione sono a disposizione delle imprese associate sul sito internet di CNA.

I 5 miliardi stanziati da Intesa Sanpaolo guardano ad un insieme di interventi che Rete Imprese Italia ha definito esigenze prioritarie delle imprese associate in questa fase congiunturale: sostegno al capitale circolante e breve termine, ricapitalizzazione delle imprese, ristrutturazione del debito, sostegno alla liquidità.

Per Rete Imprese Italia e il Gruppo Intesa Sanpaolo è determinante il coinvolgimento dei Consorzi di Garanzia. In quest’ottica è stato creato un Portale Confidi, cioè un’interfaccia web che consente ai Consorzi di Garanzia convenzionati di monitorare l’andamento delle operazioni di finanziamento garantite.

Si è colta altresì l’occasione del presente accordo per firmare il rinnovo della Convenzione con Fidimpresa, confidi di riferimento per gli artigiani di CNA.

Nicola Calabrò, ponendo l’accento sui contenuti dell’accordo, ha sottolineato: “Abbiamo costruito un’intesa fondata sulla collaborazione tra banca e impresa, dove i meccanismi di funzionamento di entrambe sono trasparenti e condivisi. Mettiamo certamente a disposizione di imprenditori e professionisti importanti risorse, ma soprattutto il nostro patrimonio umano e tecnico. Vogliamo individuare con le aziende reali obiettivi di crescita e raggiungerli grazie al lavoro comune sul territorio”. E ha aggiunto: “Siamo stati al fianco delle imprese quando la crisi ha fatto sentire i suoi effetti più pesanti. Ci fa particolarmente piacere firmare un accordo che diventerà operativo in un contesto migliore rispetto a quello dei mesi passati. Oggi più che mai mondo del credito e mondo dell’impresa devono unire le forze per imprimere una svolta positiva al ciclo economico. Tutti sanno quanto le piccole e piccolissime imprese siano determinati per la crescita e l’occupazione nella nostra regione: Banca di Trento e Bolzano non farà mai mancare loro il necessario sostegno”.

“L’accordo che firmiamo oggi tra la Banca di Trento e Bolzano e la CNA/SHV Unione Artigiani e delle Piccole, anche in attuazione all’Accordo Nazionale sottoscritto il 25 febbraio scorso a Roma tra Intesa Sanpaolo, CNA e le altre associazioni imprenditoriali riunite in Rete Imprese Italia - dichiara il presidente Claudio Corrarati - rappresenta un ulteriore rafforzamento del consolidato rapporto tra Btb e la nostra organizzazione. Il rapporto si è così intensificato, nel corso dell’ultimo anno, che la Banca di Trento e Bolzano è oggi l’istituto che ha, in assoluto, il migliore rapporto con la nostra cooperativa di Garanzia “Fidimpresa. L’accordo individua nuove modalità di dialogo tra banca e impresa a livello locale con il coinvolgimento delle Associazioni di categoria, valorizza il ruolo dei Confidi e l’utilizzo al meglio degli strumenti pubblici di garanzia, promuove nuove  modalità di valutazione dell’impresa che consentano un’analisi completa dell’attività imprenditoriale sotto il profilo quantitativo e qualitativo e permette di individuare gli strumenti di finanziamento che possono supportare i processi di riequilibrio della gestione finanziaria, di ricapitalizzazione dell’impresa e fornire maggiore liquidità per l’attività imprenditoriale. “
“L’accordo infine –
conclude Corrarati - rafforza la qualità dei servizi associativi con l’intento di sostenere le piccole medie imprese e favorire il superamento dell’attuale fase di crisi economica.”


Banca di Trento e Bolzano                                                                                 
Rapporti con i Media                                                                              
Chiara Carlotti                                                                                     
Tel. 049 6539835 – Cell. 335 1355936                                                        
chiara.carlotti@intesasanpaolo.com                                                          

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}