{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

COMUNICATO STAMPA


INTESA SANPAOLO PRIVATE BANKING: RISULTATI AL 30 GIUGNO 2012

 
• Utile netto pari a 68,8 milioni di euro, in crescita del 48,1% rispetto al 1° semestre 2011
• Masse amministrate al 30/06/2012 pari a 73,0 miliardi di euro a livello di Rete Italia-Segmento Private (68,9 miliardi di euro a livello di ISPB S.p.A.), in significativa crescita da inizio anno (+3%)
• Raccolta netta fondi e sicav pari a 0,7 miliardi di euro, in un contesto di mercato che presenta significativi flussi negativi
• Proventi operativi netti a quota 186,4 milioni di euro (+12,8%) e risultato della gestione operativa pari a 104,4 milioni di euro (+38,6%)
• Oneri operativi in calo (-8,8%) e tra i più bassi nel settore, con un’incidenza sulle masse amministrate medie pari a 24 bps
• Cost/income ratio al 44%, tra i migliori in Europa

 

Milano, 8 agosto 2012 - Il Consiglio di Amministrazione di Intesa Sanpaolo Private Banking S.p.A. (ISPB), presieduto dal Prof. Giampio Bracchi, ha approvato la Relazione semestrale al 30/06/2012, che riporta un risultato netto di 68,8 milioni di euro, in aumento del 48,1% rispetto al corrispondente periodo 2011       (46,5 milioni di euro).
ISPB è la banca del Gruppo Intesa Sanpaolo dedicata al segmento Private in Italia, ambito nel quale detiene una quota di mercato del 17,5% .
Le masse amministrate della clientela registrano un incremento di 2 miliardi di euro da inizio anno (+3%), da 71 a 73 miliardi di euro a livello di Rete Italia–Segmento Private  e da 66,4 a 68,9 miliardi di euro (+4%) a livello di ISPB S.p.A., grazie all’attenta gestione delle attività finanziarie detenute dalla clientela e all’apporto di masse fresche per 0,3 miliardi di euro.
In particolare, risulta molto positivo il dato della raccolta netta di fondi e sicav (0,7 miliardi di euro), in un contesto di mercato difficile che presenta, per i fondi comuni aperti, un flusso negativo di 5,2 miliardi da inizio anno .
L’Amministratore Delegato di ISPB Paolo Molesini ha evidenziato come “gli importanti risultati reddituali e di crescita ottenuti nel semestre, tanto più apprezzabili viste le difficoltà del contesto economico, sono frutto del costante impegno della banca sui fattori chiave di qualità del servizio offerto – ovvero Advisory,  Risparmio gestito e innovazione tecnologica – e dell’attenta politica di contenimento dei costi”.
Per quanto riguarda l’analisi dei dati economici, i proventi netti si attestano a quota 186,4 milioni di euro, con una crescita del 12,8% rispetto al 1° semestre dello scorso anno. In particolare, gli interessi netti registrano un incremento significativo (+51,7%) rispetto al corrispondente periodo del 2011, passando da 19,7 a 29,8 milioni di euro, in seguito all’incremento della giacenza della raccolta diretta con la clientela, specie per la componente a scadenza, e dei finanziamenti. In aumento anche le commissioni nette che passano da 145,2 a 155,3 milioni di euro (+7,0%), per effetto della crescita dei margini ricorrenti e dell’attività di collocamento titoli.
In forte calo gli oneri operativi, passati da 90,0 a 82,0 milioni di euro (-8,8%), con un’incidenza sulle masse amministrate medie pari a 24 bps, che colloca ISPB tra le banche private più efficienti d’Europa.
Il cost/income ratio scende dal 53% medio 2011 al 44%, con un posizionamento tra i migliori d’Europa.
In aumento del 38,6% il risultato della gestione operativa, che raggiunge i 104,4 milioni di euro. Con accantonamenti a fondi rischi e oneri di ammontare contenuto e riprese nette su crediti, il risultato corrente al lordo delle imposte cresce in misura ancor più significativa (+39,5%), attestandosi a quota 104,2 milioni di euro.
I coefficienti patrimoniali di ISPB si confermano ampiamente al di sopra dei livelli minimi previsti dalla normativa: al 30/06/2012, Tier 1 ratio e Total capital ratio superano la quota del 18%.

 

PER INFORMAZIONI:
INTESA SANPAOLO – Media relations
Emanuele Caprara 
Tel. 051 6454411 - email: emanuele.caprara@intesasanpaolo.com

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}