{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

COMUNICATO STAMPA

CASSA DI RISPARMIO DI VENEZIA FESTEGGIA 100 ANNI DI PRESENZA A CHIOGGIA

Un brindisi con le autorità cittadine e la clientela presso la darsena “Le Saline”.

Raggiunti i 14.000 clienti. Una squadra di oltre 50 professionisti per servire il territorio.

Per celebrare l’anniversario una donazione all’associazione di volontariato “Carità Clodiense” impegnata nell’accoglienza di minori in difficoltà.


Chioggia, 28 settembre 2012. Quest’anno ricorrono in 100 anni della presenza della Cassa di Risparmio di Venezia a Chioggia. Per l’occasione il presidente Giovanni Sammartini ed il direttore generale Franco Gallia hanno accolto presso la darsena “Le Saline” la clientela della banca per festeggiare l’evento.

Durante il brindisi, il presidente ha ricordato le vicende che indussero la Cassa, fino ad allora radicata esclusivamente a Venezia, ad impegnarsi in terraferma: correvano i primi anni del ‘900 ed anche nel Veneto si facevano sentire i fermenti dello sviluppo economico e sociale che animava  l’Italia e l’Europa. Il Consiglio di Amministrazione dell’epoca si pose il tema dell’espansione dell’attività nel territorio della provincia e decise di accettare la sfida di una nuova organizzazione per servire un tessuto economico e una clientela con esigenze certo diversi da quelli della  Venezia insulare. Così, dopo Mestre e Portoguaro, nell’autunno del 1912 toccò a Chioggia, dapprima in una sede provvisoria e poi, via via che la presenza andava consolidandosi, nella prestigiosa sede del Corso del Popolo fino al 1962, quando fu inaugurata quella attuale.

Oggi Carive è una banca moderna, inserita in un gruppo di carattere sia nazionale sia internazionale, tra i maggiori in Europa. Offre alla propria clientela servizi e prodotti avanzati e innovativi ma con lo spirito che da sempre contraddistingue una banca radicata nel tessuto economico, istituzionale e sociale di riferimento.

“Certo - ricorda il Presidente Giovanni Sammartini - questi cento anni di storia non sono stati sempre facili. All’entusiasmo dell’apertura fece subito seguito la Grande Guerra e nei decenni successivi altre vicende hanno costretto la provincia, la città e la banca a ricominciare da capo, ad affrontare nuove sfide ed a superare nuovi esami. Molto è stato fatto per il veneziano e molto si farà per questo territorio in cui la Cassa è ben radicata e da cui trae linfa vitale per il sostegno e lo sviluppo delle famiglie e delle imprese. E’ con orgoglio e grande emozione che festeggiamo questo anniversario, un traguardo importante che ha visto la nostra banca crescere e affiancare tutte le realtà che animano il veneziano. La nostra Cassa è considerata parte integrante del territorio, siamo un’istituzione economica e finanziaria solida, il cui tangibile apporto al conseguimento del benessere complessiva della comunità è segno tangibile della capacità di comprendere le peculiarità ed i bisogni della città e dei cittadini. “


Il direttore generale ha evidenziato come negli anni la Cassa sia cresciuta in città arricchendosi di altri presidi fino ad oggi con quattro filiali dedicate ai privati ed alle piccole imprese ed un team rivolto alle imprese di maggiori dimensioni, distribuiti tra il centro storico e Sottomarina, con quasi 14.000 clienti.

Il direttore ha poi presentato i responsabili della squadra di quasi cinquanta persone poste al servizio della clientela sul territorio cittadino. “I nostri collaboratori - ha sottolineato - hanno raccolto il testimone dalle generazioni che li hanno preceduti in questi cento anni, anni in cui molto è cambiato nell’attività della nostra banca, ma in cui non è venuta meno la vocazione a lavorare per il sostegno e la crescita del territorio e delle famiglie che lo abitano. Gli impieghi verso le famiglie e le imprese sono cresciti nonostante l’attuale quadro di crisi e la minore richiesta da parte di privati e imprese. Nel corso di questi ultimi anni abbiamo migliorato la nostra presenza sul territorio rafforzando la rete di filiali e di gestori, quindi il dialogo con i clienti. Siamo una banca del territorio che ha visto crescere le proprio autonomie, migliorare la velocità di risposta e la conoscenza del territorio e della propria clientela. Alle nostre spalle c’è un gruppo solido presente in oltre 40 Paesi, da cui attingiamo competenze e professionalità.”

Gallia ha voluto poi consegnare un ricordo della serata al decano dei correntisti Carive a Chioggia in quanto titolare del più vecchio tra i conti correnti intrattenuti dalle filiali cittadine.
Infine, Gallia ha ricordato che per celebrare significativamente la ricorrenza, su proposta del Presidente il Consiglio di Amministrazione della banca ha deciso di stanziare 20.000 euro a beneficio dell’associazione di volontariato “Carità Clodiense”. La somma servirà a finanziare il progetto “Le acque di Siloe”, con cui l’associazione vuole consolidare il servizio della Comunità familiare già attiva sul territorio di Chioggia e impegnata nell’accoglienza di minori in difficoltà.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


PER ULTERIORI INFORMAZIONI
Rapporti con i Media – Chiara Carlotti
Tel. 049/6539835 – cell. 335/1355936
chiara.carlotti@intesasanpaolo.com

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}