{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

 

PRESENTATO OGGI ALLE GALLERIE D’ITALIA IL NUOVO CATALOGO RAGIONATO DELLE OPERE DEL ’900 DEL GRUPPO INTESA SANPAOLO, EDITO DA ELECTA

 

 

Milano, 26 marzo 2014

– È stato presentato oggi alle Gallerie d’Italia - Piazza Scala a Milano, L’arte moderna in Intesa Sanpaolo

, ed. Electa, il catalogo ragionato in tre volumi delle opere del Novecento presenti nelle collezioni del Gruppo.

In continuità con i programmi di studio e di catalogazione del patrimonio artistico di Intesa Sanpaolo, che si sono concretizzati nel 2003 con la pubblicazione del catalogo della raccolta di icone russe e nel 2006 con quella del catalogo della storica "Collezione Caputi" di ceramiche attiche e magnogreche, vengono ora pubblicati i primi tre volumi di una nuova serie, che ha per oggetto le raccolte del Novecento:

"L’arte moderna in Intesa Sanpaolo. Protagonisti del primo novecento e presenze regionali"; "L’arte moderna in Intesa Sanpaolo. Il secondo dopoguerra"; "L’arte moderna in Intesa Sanpaolo. L’ultimo novecento"

.

L’insieme delle raccolte del Novecento vanta infatti oltre tremila opere

– dipinti, sculture, fotografie e altre tecniche espressive esplorate nel secolo scorso, oltre a un considerevole nucleo di circa tremilacinquecento grafiche d’autore – che restituiscono il complesso quadro dell’arte di quel periodo in Italia.

Per informazioni:

Ufficio Stampa Intesa Sanpaolo

+39 0287962641

stampa@intesasanpaolo.com

www.gallerieditalia.it

Ufficio Stampa Progetto Cultura Intesa Sanpaolo

+39 335490311 - +39 3346516702

ufficiostampa@novellamirri.it

Se il primo Novecento è rappresentato dai luminosi capolavori di Boccioni prefuturista e dalle opere di Balla, Carrà, de Chirico, Sironi, Funi, Zanini, Mafai, Spadini, Rosai e Tosi, più estesamente documentata è la produzione della seconda metà del secolo. Questa stagione dell’arte italiana è ripercorsa attraverso i suoi protagonisti, i movimenti, le sperimentazioni, i linguaggi estetici: lo Spazialismo, l’Informale, il Movimento Arte Concreta, il Gruppo degli Otto, l’Arte Programmata e Cinetica, la Poesia Visiva, l’Arte Povera, l’Arte Concettuale, la Pop Art italiana e altre tendenze, fino ad approdare alla nuova ricerca artistica degli anni Ottanta e Novanta.

Importante è la presenza delle opere di maestri quali Fontana, Dorazio, Turcato, Melotti, Guttuso, Afro, Vedova, Corpora, Birolli, Moreni, Morlotti, Santomaso, Scanavino, Burri, Scialoja, Schifano, Tancredi, Baj,

Munari, Arnaldo e Giò Pomodoro, Consagra, Festa, Rotella, Ceroli, Capogrossi, Perilli, Novelli, Pascali, Castellani, Manzoni, Fabro, Paolini, Pistoletto, Boetti, Penone, Paladino, Pardi, Isgrò. Nelle collezioni non mancano poi grandi nomi dell’arte internazionale, come Picasso, Kandinsky, Ernst, Matta, Riopelle, Warhol.

Con questo catalogo, che potrà arricchirsi in futuro di nuove pubblicazioni, Intesa Sanpaolo ribadisce l’impegno a non tesaurizzare le proprie opere artistiche, bensì a metterle a disposizione della collettività, nella profonda convinzione che il ruolo di una banca di rilevanza nazionale sia quello di favorire non solo lo sviluppo economico ma anche, e inscindibilmente, la crescita culturale e civile del Paese.

La collana nasce da un programma di studi diretto da Francesco Tedeschi – curatore del progetto editoriale con Carlo Pirovano –, che mira a offrire una presentazione sistematica, insieme ad un’accurata schedatura scientifica, di un materiale ampissimo. Intesa Sanpaolo dispone infatti di un patrimonio artistico, architettonico e storico di incomparabile valore, eredità dei numerosi istituti di credito che nel corso degli anni sono entrati a far parte del Gruppo.

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}