{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

COMUNICATO STAMPA

BANCA DI TRENTO E BOLZANO ADERISCE ALLA XIII EDIZIONE DI “INVITO A PALAZZO” APRENDO PALAZZO BASSETTI A TRENTO E PALAZZO POCH A BOLZANO

Sabato 4 ottobre dalle 10 alle 19 ritorna “Invito a Palazzo”, l’evento promosso dall’ABI per l’apertura straordinaria e gratuita dei palazzi storici delle banche italiane. Numerose le iniziative straordinarie realizzate per l’occasione

A Trento e a Bolzano il pubblico potrà visitare la mostra fotografica dal titolo “Imago Lignea: quando arte e natura si fondono”, serigrafie al laser su pannelli in legno di abete con immagini di castelli, rovine e manieri del territorio. A seguire degustazioni di vini e prodotti locali.

Trento, 2 ottobre 2014 – Banca di Trento e Bolzano aderisce alla tredicesima edizione di Invito a Palazzo che si terrà sabato 4 ottobre dalle ore 10 alle ore 19. Per l’occasione saranno aperte le porte, con ingresso libero e visite guidate, di Palazzo Bassetti a Trento e di Palazzo Poch a Bolzano.

Una presenza importante che conferma il profondo legame che unisce la Banca di Trento e Bolzano al territorio, condividendone la conoscenza del patrimonio storico-artistico. Giunta alla XIII edizione, Invito a Palazzo è un’iniziativa di grande successo promossa dall’ABI, Associazione Bancaria Italiana, con l’apertura al pubblico per una intera giornata di palazzi storici delle banche e delle loro collezioni d’arte. È posta sotto l’alto patronato del Presidente della Repubblica e si avvale del patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. In ciascun palazzo saranno organizzati eventi (incontri musicali, conferenze, mostre) e/o visite guidate con ingresso gratuito.

Ecco l’elenco delle sedi aperte

Banca di Trento e Bolzano - Trento - Palazzo Bassetti - via Mantova, 19
Dimora dei baroni Ciani Bassetti dal 1600 fino ai primi del 1900, l’edificio si caratterizza per lo stile della facciata, di derivazione rinascimentale. Rimodellato, pur mantenendo la partitura precedente, nel 1883 dall’ing. Saverio Tamanini, uno dei più celebri professionisti trentini e, nel 1939, dall’architetto Marco Martinuzzi, diplomato all’Accademia di Belle Arti di Venezia. Nel 2000 l’intero palazzo è stato ristrutturato da Btb su progetto dell’architetto trentino Sergio Giovanazzi.

Il pubblico potrà visitare la mostra fotografica “Imago Lignea: quando arte e natura si fondono” in cui verranno presentate alcune incisioni ottocentesche di bellissimi castelli oggi restaurati e aperti al pubblico, manieri privati trasformati in lussuosi alberghi, residenze e rovine che con la loro mole, il loro profilo e la loro atmosfera sono in grado di farci viaggiare nel tempo suscitando ancora oggi ricche emozioni di epoche passate. Al termine di ogni visita verrà offerta una degustazione di vini e prodotti locali.

Banca di Trento e Bolzano - Bolzano - Palazzo Poch (Kaiserkrone) - via della Mostra 7
Sede dei conti Liechtenstein, il palazzo deve le forme e la denominazione al ricco commerciante Franz Anton Pock, che lo acquistò nel 1759 e lo fece ristrutturare trasformare in albergo. Due targhe marmoree ricordano il soggiorno dell’imperatore Giuseppe II nel 1765 e di Papa Pio VI nel 1782. L’ampio vano scala centrale emerge dal tetto con una “torretta” con la volta affrescata da Carl Henrici tra il 1804 e il 1805, anni in cui il palazzo fu ristrutturato e dotato di una sala teatrale.

Il pubblico potrà visitare la mostra fotografica dal titolo “Imago Lignea: quando arte e natura si fondono” in cui verranno esposte fotografie di bellissimi castelli oggi restaurati e aperti al pubblico, manieri privati trasformati in lussuosi alberghi, residenze e rovine che con la loro mole, il loro profilo e la loro atmosfera sono in grado di farci viaggiare nel tempo suscitando ancora oggi ricche emozioni di epoche passate. Le fotografie sono state stampate e decorate su pannelli del legno che si ritrova nei boschi e nelle radure che fanno da sfondo ai castelli così come negli ambienti interni. Al termine di ogni visita verrà offerta una degustazione di vini e prodotti locali.
 
Per informazioni

Intesa Sanpaolo
Rapporti con i Media – Banca dei territori e Media locali
Tel. +39 049 6539835 – cell. +39 335 1355936
stampa@intesasanpaolo.com

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}