{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

COMUNICATO STAMPA
 
INTESA SANPAOLO PER EXPO MILANO 2015
“ECCO LA MIA IMPRESA”
QUATTROCENTO ECCELLENZE ITALIANE SI RACCONTANO


VENERDI’ 15 MAGGIO,
APPUNTAMENTO CON GIUSTO MANETTI BATTILORO

Milano, 13 maggio 2015.  Venerdì 15 maggio 2015, nuovo appuntamento con le imprese ospiti del padiglione di Intesa Sanpaolo a Expo 2015. E’ la volta di Giusto Manetti Battiloro.
Con “Ecco la mia impresa” 400 aziende, divise per filiera produttiva e start-up innovative, hanno l’opportunità di essere ospitate all’interno di The Waterstone, lo spazio espositivo di Intesa Sanpaolo in Expo Milano 2015, per raccontare la propria storia, organizzare incontri, sviluppare relazioni. Esempi della qualità del Made in Italy, le aziende di “Ecco la mia impresa” sono state selezionate dalla Banca nei diversi territori e nell’ambito dei settori merceologici affini ai temi di Expo: Food, Fashion, Design e Hospitality.
Le aziende ospiti sono state scelte, con la massima attenzione alla rappresentatività dei territori e all’attinenza ai temi di Expo, attraverso Candida la tua impresa, l’iniziativa promossa da Intesa Sanpaolo con una capillare attività di promozione sui media e attraverso la propria piattaforma editoriale.
Venerdì sarà la volta di Giusto Manetti Battiloro: “Battiloro” è l’artigiano che riduce l’oro e altri metalli di pregio in foglie sottili, per dorare o inargentare. Un mestiere che nasce già nell’antico Egitto mentre, fino al Medioevo, l’oro laminato veniva battuto con delle pietre fino a ridurlo a un foglio di pochi micron di spessore. Fin dal 1600, Giusto Manetti Battiloro produce a Firenze la sua foglia di oro zecchino, con tecniche artigianali che garantiscono la qualità del prodotto e uno spessore delle lamine di pochi millesimi di millimetri, per una perfetta doratura. I primi cenni di storia della Famiglia Manetti risalgono già al XVII secolo, quando Matteo Manetti, un brillante artista della Firenze del Rinascimento, dora la “Palla d’Oro” del Duomo di Firenze, di cui diverrà “orefice dell’Opera”. Nasce qui la storia della Bottega Manetti, fino a quando, nel 1820, Luigi Manetti fonderà la “Giusto Manetti Battiloro”, chiamata come il figlio Giusto. La bottega diventa un’industria riconosciuta nel mondo, in grado di vincere anche tre medaglie in occasione di tre esposizioni universali nel 1861, nel 1881 e nel 1884.
Oggi, l’azienda è oggi una realtà internazionale affermata e apprezzata da artisti, artigiani e architetti: le sue foglie d’oro brillano sui monumenti più importanti della Terra. L’attività si estende anche a prodotti come l’oro e l’argento alimentare per la decorazione di cibi, fino all’innovativo Beauty Gold, impiegato in cosmetica, per un totale di oltre 1500 tipi e varianti di prodotto. Grande è l’attenzione dedicata alla qualità della vita in azienda e agli aspetti ambientali. L’impegno è testimoniato dalla certificazione internazionale SA 8000 ottenuta per la responsabilità sociale d’impresa.

 “Con The Waterstone abbiamo sviluppato uno spazio espositivo aperto e coinvolgente, dedicato ai visitatori e alle aziende – afferma Stefano Barrese, responsabile area sales e marketing di Intesa Sanpaolo  –  uno spazio in cui potranno immergersi e conoscere le eccellenze e le storie di successo delle imprese che hanno fatto grande l’Italia nel food, nel fashion e nel design. In questo spazio le 400 imprese ospiti potranno raccontarsi, incontrare altre realtà imprenditoriali, sviluppare e condividere progetti e idee, nonché sviluppare nuove opportunità di business internazionali”.
 
www.expo.intesasanpaolo.com per il calendario aggiornato degli eventi e i profili delle aziende ospiti in The Waterstone.

 

 

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}