{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

COMUNICATO STAMPA

INTESA SANPAOLO PER EXPO MILANO 2015
“ECCO LA MIA IMPRESA”
QUATTROCENTO ECCELLENZE ITALIANE SI RACCONTANO

VENERDì 24 LUGLIO ORE 14,30 APPUNTAMENTO CON UTET

Milano,22 luglio 2015. Venerdì 24 luglio 2015, alle ore 14,30, nello spazio espositivo The Waterstone di Intesa Sanpaolo, appuntamento con Utet. Libri, storia, ricerca: da due secoli al centro della cultura. La più antica casa editrice d’Italia, nata a Torino, raccoglie anche oggi il testimone di una grande tradizione.
   Con “Ecco la mia impresa” 400 aziende, divise per filiera produttiva, e start-up innovative, hanno l’opportunità di essere ospitate e di avere visibilità all’interno dello Spazio espositivo di Intesa Sanpaolo in Expo.  Esempi della qualità del Made in Italy, le aziende sono state selezionate dalla Banca nei diversi territori e nell’ambito dei settori merceologici affini ai temi di Expo: Food, Fashion, Design e Hospitality. Le aziende ospiti sono state scelte, con la massima attenzione alla rappresentatività dei territori e all’attinenza ai temi di Expo, attraverso Candida la tua impresa, l’iniziativa promossa da Intesa Sanpaolo con una capillare attività di promozione sui media e attraverso la propria piattaforma editoriale. Nel padiglione dell’Expo Intesa Sanpaolo presenta i suoi servizi e i suoi prodotti in un ambiente che tratta i temi dello sviluppo sostenibile e responsabile, in sintonia con il tema di Expo “Nutrire il Pianeta, Energie per la Vita”.

 Ecco Utet. Nasce a Torino nel 1791, dall’attività del libraio Giovanni Pomba ma il vero “padre fondatore” è il figlio Giuseppe. E’ sua l’intuizione di unire aspetti editoriali, produttivi e distributivi che anticipano l’organizzazione delle moderne case editrici (Utet è infatti l’acronimo di Unione Tipografico-Editrice Torinese). Sono sue molte scelte editoriali che hanno contribuito a formare e a far crescere gli italiani: la prima collana economica di grandi classici latini e greci citata da Giacomo Leopardi, la prima rivista illustrata italiana (Il Teatro Universale, 1834), la prima enciclopedia italiana (L’Enciclopedia Popolare, 1841), il primo Dizionario della Lingua Italiana dell’Italia unita (1861). Caso emblematico è anche la pubblicazione nel 1871 degli scritti di Charles Darwin fino allora inediti in Italia. Anche oggi la sua vocazione è diffondere il sapere – anche verso lettori di buona cultura ma non specialisti – distinguendosi per autorevolezza e prestigio. Simboli storici della tradizione delle grandi opere Utet sono il Grande Dizionario della Lingua Italiana di Salvatore Battaglia, il Dizionario della Musica e dei Musicisti di Alberto Basso, il Grande Dizionario Enciclopedico di Pietro Fedele e la Collezione dei Classici, oltre 300 volumi. Nella produzione più recente, quell’eredità è rappresentata, tra gli altri, da La Cultura Italiana (2009), diretta da Luigi Luca Cavali Sforza; Ecosphera (2010) grande opera dedicata al rapporto uomo/ambiente diretta da Niles Eldredge e Telmo Pievani; Letteratura Italiana. Canone dei Classici (2012) diretta da Carlo Ossola; Letteratura Europea diretta da Piero Boitani e Massimo Fusillo (2014) e Cultura del Cibo (2015) diretta da Massimo Montanari pubblicata, insieme al volume EXPO 1851-2015. Storie e Immagini delle Esposizioni Universali diretto da Alberto Abruzzese, in occasione di EXPO Milano 2015. Nel 2009 la casa editrice inaugura la produzione di opere di pregio a tiratura limitata.  Dal 2014, Utet Grandi Opere fa parte di Cose Belle d’Italia, un’iniziativa imprenditoriale che aggrega realtà italiane rappresentanti l’eccellenza del Made in Italy.


 “Con The Waterstone abbiamo sviluppato uno spazio espositivo aperto e coinvolgente, dedicato ai visitatori e alle aziende, in cui le 400 imprese ospiti possono raccontarsi, incontrare altre realtà imprenditoriali, sviluppare e condividere progetti e idee, nonché studiare nuove opportunità di business internazionali  – afferma Stefano Barrese, responsabile area sales e marketing di Intesa Sanpaolo  –  Dall’11 maggio a oggi, The Waterstone ha ospitato decine di imprese differenti per dimensioni e settori merceologici, ma che condividono una produzione di qualità, l’attenzione alla sostenibilità e una storia imprenditoriale di successo. Voglio anche ricordare che oltre alle imprese, il nostro spazio offre appuntamenti con la cultura e con lo spettacolo di elevata qualità”. 


 
www.expo.intesasanpaolo.com per il calendario aggiornato degli eventi e i profili delle aziende ospiti in The Waterstone.

 

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}