{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

COMUNICATO STAMPA
 
INTESA SANPAOLO PER EXPO MILANO 2015
“ECCO LA MIA IMPRESA”
QUATTROCENTO ECCELLENZE ITALIANE SI RACCONTAN
O

LUNEDì 3 AGOSTO ORE 10,30 APPUNTAMENTO CON WILIER TRIESTINA


Milano,3 agosto 2015. Oggi, lunedì 3 agosto 2015, alle ore 10,30, nello spazio espositivo The Waterstone di Intesa Sanpaolo, appuntamento con Wilier Triestina, biciclette da campioni dal 1906. Un’azienda, questa di Bassano del Grappa, che ha contribuito a scrivere la storia del ciclismo italiano.

Con “Ecco la mia impresa” 400 aziende, divise per filiera produttiva, e start-up innovative, hanno l’opportunità di essere ospitate e di avere visibilità all’interno dello Spazio espositivo di Intesa Sanpaolo in Expo.  Esempi della qualità del Made in Italy, le aziende sono state selezionate dalla Banca nei diversi territori e nell’ambito dei settori merceologici affini ai temi di Expo: Food, Fashion, Design e Hospitality. Le aziende ospiti sono state scelte, con la massima attenzione alla rappresentatività dei territori e all’attinenza ai temi di Expo, attraverso Candida la tua impresa, l’iniziativa promossa da Intesa Sanpaolo con una capillare attività di promozione sui media e attraverso la propria piattaforma editoriale. Nel padiglione dell’Expo Intesa Sanpaolo presenta i suoi servizi e i suoi prodotti in un ambiente che tratta i temi dello sviluppo sostenibile e responsabile, in sintonia con il tema di Expo “Nutrire il Pianeta, Energie per la Vita”.

 La Wilier si presenta. Per gli appassionati della bicicletta, Wilier Triestina è un nome carico di significato. Oggi lo stile Wilier Triestina è il frutto di un ricercato equilibrio fra tradizione e innovazione, oltre che di affidabilità ai massimi livelli. “Perché noi non costruiamo biciclette, le creiamo” – spiegano in azienda - “Lo sviluppo di un modello inizia con un bozzetto su un foglio di carta e termina, dopo innumerevoli test, con l’impiego dei materiali più innovativi”. Del resto, con alle spalle una storia lunga più di un secolo, l’esperienza non manca. Fondata da Pietro Dal Molin nel 1906, a Bassano del Grappa, la Wilier nasce come piccolo laboratorio ma si ingrandisce presto sull’onda di una sempre maggior richiesta di biciclette. Nel 1945 Dal Molin decide di associare al nome della sua azienda quello dell’allora contesa città di Trieste: nasce così la Wilier Triestina, caratterizzata dal colore rosso-ramato delle sue biciclette, che diverrà in seguito autentico marchio di fabbrica con il simbolo dell’alabarda. Dopo la seconda guerra mondiale Mario, figlio del fondatore, subentra nell’azienda accompagnandola verso l’attività agonistica con una propria squadra che partecipa al Giro d’Italia dal ’46 al ’51, vincendolo nel 1948 con Fiorenzo Magni. Nonostante le ottime prestazioni sportive, come tutte le aziende ciclistiche del periodo, anche la Wilier subisce l’avvento dell’automobile e chiude i battenti. Ma la sua gloriosa storia torna a rivivere nel 1969 grazie ai fratelli Gastaldello di Rossano Veneto, che riprendono a fornire biciclette a decine di squadre professionistiche e dilettantistiche italiane e straniere e impongono il marchio come uno dei migliori in Italia. Nell’ultimo decennio, grazie ai successi ciclistici internazionali e alla continua introduzione di modelli innovativi, Wilier Triestina rafforza la presenza all’estero, dove esporta l’80% della produzione. Attualmente produce telai in fibra di carbonio monoscocca e di alluminio, da corsa, mountain-bike, da cronometro, e-bikes, city bike e single speed. La produzione di biciclette è dedicata per il 75% ai modelli da corsa e la restante parte a mountain e urban bike.


 “Con The Waterstone abbiamo sviluppato uno spazio espositivo aperto e coinvolgente, dedicato ai visitatori e alle aziende, in cui le 400 imprese ospiti possono raccontarsi, incontrare altre realtà imprenditoriali, sviluppare e condividere progetti e idee, nonché studiare nuove opportunità di business internazionali  – afferma Stefano Barrese, responsabile Area Sales e Marketing di Intesa Sanpaolo  –  Dall’11 maggio a oggi, The Waterstone ha ospitato decine di imprese differenti per dimensioni e settori merceologici, ma che condividono una produzione di qualità, l’attenzione alla sostenibilità e una storia imprenditoriale di successo. Voglio anche ricordare che oltre alle imprese, il nostro spazio offre appuntamenti con la cultura e con lo spettacolo di elevata qualità”. 


 
www.expo.intesasanpaolo.com per il calendario aggiornato degli eventi e i profili delle aziende ospiti in The Waterstone.

 

 

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}