{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

COMUNICATO STAMPA

IL “SISTEMA GASTRONOMICO” DEL GRATTACIELO
INTESA SANPAOLO COMPIE UN ANNO

NELLA NUOVA STAGIONE LO CHEF SARA’ FABIO MACRI’

IL BARTENDER MIRKO TURCONI È CAMPIONE ITALIANO
DELLA WORLD CLASS DIAGEO


Torino, 26 maggio 2017. È trascorso un anno dall’inaugurazione di Piano35, il ristorante più “alto” d’Italia: 60 coperti nella suggestiva bioserra del grattacielo Intesa Sanpaolo, in cima alla torre in acciaio e cristallo progettata dallo Studio Renzo Piano RPBW. 

Il “sistema gastronomico” – caffetteria Chiccotosto a piano strada, ristorante Piano35 e lounge bar in alto - realizzato da Intesa Sanpaolo nel grattacielo di Torino su progetto messo a punto dall’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo e gestito da Affida (Gruppo CIR Food), in poco tempo ha acquisito fama e riconoscimenti, contribuendo a dare visibilità e lustro alla Città di Torino e alla gastronomia subalpina.

L’obiettivo è far sì che i riconoscimenti siano l’inizio di una nuova sfida, che sarà nelle mani dello chef trentunenne Fabio Macrì, fin dall’apertura sous-chef nella cucina più “alta” d’Italia. Adesso è pronto a far emergere la sua personalità, dando continuità agli esordi eccellenti di Piano35, con un’impronta giovane e innovativa. Il talento, la formazione nell’ambito dell’Università di Pollenzo, la stima e l’affiatamento con la brigata ne fanno la figura ideale per garantire al “sistema gastronomico” ulteriore crescita.

A Ivan Milani, interprete della prima stagione culinaria, che chiude oggi la sua collaborazione con Piano35, vanno unanimi ringraziamenti per il successo fin qui raccolto.

Fabio Macrì e il maître Mirko Feroce si caleranno nell’anima green del grattacielo con un approccio che punta in particolare sulla sostenibilità. La torre, infatti, è tra i tre edifici di grande altezza più sostenibili al mondo, l’unico in Europa ad aver ottenuto la certificazione Leed Platinum del Green Building Council, l’organo internazionale più autorevole per l’eco-valutazione degli edifici.

Per fare una cucina sostenibile – chiarisce Macrì – si parte dalla scelta delle forniture e degli approvvigionamenti e si arriva allo smaltimento dei rifiuti, senza trascurare la gestione della forza lavoro”.  Principi che hanno ispirato un menu totalmente rinnovato, più legato alla tradizione italiana e locale, in cui si rafforza la collaborazione con Wood*ing – wild food lab, che raccoglie e seleziona per Piano35 cibi selvatici, erbe spontanee, radici, muschi, licheni provenienti dai diversi ecosistemi del pianeta. È in linea con la personalità di Macrì l’attenzione per gli stili alimentari diversi, come quello vegetariano, che nella sua offerta diventa una scelta interessante anche per chi vegetariano non lo è.

In questi primi 12 mesi di attività anche il lounge bar con terrazza panoramica del grattacielo ha acquisito crescente popolarità e riconoscimenti. Da ultimo, la creatività del bar tender Mirko Turconi gli è valsa il titolo di campione italiano della Diageo Reserve World Class 2017, la prestigiosa competizione internazionale che celebra l’arte della mixology. Ogni sera (domenica esclusa), in circa 30 secondi di ascensore, è possibile salire al 37° piano per gustare cocktail unici serviti a 150 metri d’altezza con vista a 360° gradi su Torino e sull’arco alpino circostante.

Il direttore Relazioni Esterne di Intesa Sanpaolo Vittorio Meloni, nel fare il punto su un anno di attività, ha dichiarato: “Il grattacielo Intesa Sanpaolo è un luogo unico per architettura, apertura alla città e capacità di innovazione sostenibile. Migliaia di persone partecipano agli eventi culturali che proponiamo negli spazi aperti al pubblico. Anche mangiare al grattacielo è diventata un’esperienza inconfondibile. Vogliamo che sempre più diventi un’occasione da ricercare e ricordare per la sua intensità e piacevolezza”. 

Il Prof. Michele A. Fino e il vicepresidente Silvio Barbero, a nome dell’Università del Gusto di Pollenzo, hanno dichiarato: “L’Ateneo esprime soddisfazione per come il progetto elaborato dalla nostra Università è stato fin qui interpretato da Ivan Milani e per il nuovo slancio che Intesa Sanpaolo e Affida hanno voluto conferirgli. In breve tempo Piano35 è divenuto un riferimento importante per la comunità degli appassionati di alta cucina del Paese. Ai giovani protagonisti della nuova stagione, guidati dall’alumnus Fabio Macrì, auguriamo il migliore dei successi”.

Emilio Fiorani, direttore ristorazione commerciale di CIR food ha dichiarato: “Ad un anno dall’apertura siamo orgogliosi che il sistema gastronomico abbia ricevuto molti riconoscimenti e un’ottima risposta da parte del pubblico. La nostra collaborazione con questa prestigiosa realtà prosegue con lo stesso entusiasmo con cui è cominciata. Siamo convinti che il talentuoso chef Fabio Macrì, da sempre punto di riferimento della brigata e adesso alla guida del ristorante, possa mantenere alto il prestigio del ristorante Piano35”.

Per informazioni e prenotazioni sono disponibili il sito www.piano35.com e i numeri 011.4387800 -804.

 

 

 

 


Per informazioni

Intesa Sanpaolo                                                        
Ufficio Media Banca dei Territori e Media locali
Tel. +39 0115556652
stampa@intesasanpaolo.com

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}