{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

 

COMUNICATO STAMPA

 

 Z LAB” IL PROGETTO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO DI INTESA SANPAOLO: I LABORATORI PER GLI STUDENTI DELL’ISTITUTO GONZAGA DI MILANO

·         50 gli studenti coinvolti in un percorso triennale che prepara i ragazzi al mondo del lavoro

·         Previste a fine ciclo 200 ore di formazione

 

Milano, 23 giugno 2017 - Si è tenuto oggi, presso la sede dell’istituto Gonzaga di Milano di via Vitruvio 41, l’evento conclusivo legato al progetto Alternanza Scuola-Lavoro (ASL) denominato “Z Lab” iniziato lo scorso 12 giugno e promosso dal Gruppo Intesa Sanpaolo, che ha coinvolto circa 50 studenti di classe terza dell’istituto.

I 50 ragazzi sono stati ospitati presso strutture di Intesa Sanpaolo a Milano per 10 giornate (70 ore) guidati da tutor interni con i quali hanno svolto attività laboratoriali interattive e operative. Il programma proseguirà negli anni scolastici 2017/2018 e 2018/2019 fino al completamento delle ore previste dalla legge 107/2015 (c.d. Buona Scuola). Per i licei sono previste 200 ore e per gli istituti tecnico-commerciali si tratta di circa 400 ore.

 

Nel corso dell’incontro gli studenti hanno presentato i project work che hanno realizzato nel loro primo anno di ASL tra cui la creazione di un video spot pubblicitario, uno storytelling, un articolo di comunicazione interna e una campagna di marketing su una loro idea di impresa.

 

L’esperienza del Gonzaga segue quelle realizzate in precedenza da Intesa Sanpaolo con altri 5 istituti milanesi (tra licei e istituti tecnici). A partire da settembre 2016, infatti, Intesa Sanpaolo ha lanciato a Milano i primi laboratori coinvolgendo il Liceo Classico Beccaria, il Liceo Statale Carlo Tenca, l’IIS Carlo Cattaneo, l’IIS Nicola Moreschi e l’IIS Curie-Sraffa.

L’esperienza è stata poi estesa ad altre città del territorio nazionale.

Si tratta di un percorso triennale che, a partire dalla terza classe delle scuole superiori, accompagnerà gli studenti fino al quinto anno. Al termine del triennio i migliori progetti verranno premiati. Per il primo anno il Gruppo Intesa Sanpaolo coinvolgerà a livello nazionale circa 1.000 studenti.

 

“Z Lab” ha l’obiettivo di preparare i ragazzi al mondo del lavoro, attraverso una esperienza di apprendimento e sperimentazione. In questa ottica, Intesa Sanpaolo offre agli studenti un ambiente di riferimento in cui attivare scoperte e riflessioni in ambito lavorativo, attraverso laboratori, project work e digital culture, per diffondere l’educazione finanziaria e tradurla in comportamenti consapevoli; sviluppare le principali soft skill; sperimentare dinamiche imprenditoriali attraverso esperienze pratiche, finalizzate allo sviluppo di competenze spendibili nelle future attività lavorative.  Tutti gli argomenti trattati sono contestualizzati in attività operative, anche con visite presso gli uffici delle strutture centrali e il confronto con colleghi "testimonial".

 

“Abbiamo aderito con entusiasmo a questo progetto e lo stiamo applicando in tutta Italia con moltissime scuole superiori”, ha dichiarato Stefano Barrese, responsabile Banca dei Territori di Intesa Sanpaolo. “Riponiamo grande fiducia nei laboratori, che sono un investimento da parte della banca, ma anche modo concreto per avvicinare il mondo della scuola e quello del lavoro in una prospettiva di coinvolgimento graduale e costante degli studenti. È anche una occasione importante per noi come banca di riferimento per i giovani e per l’economia italiana, per offrire un piano di formazione secondo i valori e le prospettive del Gruppo Intesa Sanpaolo, che sono anche i valori per lo sviluppo della futura forza di lavoro italiana”.

 

 

 

Alternanza Scuola-Lavoro: la legge

Il 9 luglio 2015 la Camera approva "La Buona Scuola" (Legge 13 luglio 2015, n.107) che tre le tante cose comprende una parte specifica sull'Alternanza Scuola Lavoro (ASL) obbligatoria, a partire dall'anno scolastico 2015/2016, per l'ultimo triennio dei licei (200 ore) e degli istituti tecnici (400 ore).

Macro obiettivi dell'iniziativa: promuovere la conoscenza del mondo del lavoro, sensibilizzare sulle competenze essenziali per lo sviluppo professionale, comprendere i comportamenti richiesti dalle organizzazioni.

La guida operativa del MIUR prevede, a conclusione dell'esperienza di ASL, una valutazione congiunta dei tutor dell'ente ospitante e della scuola.

 

 

Informazioni per la stampa

Intesa Sanpaolo

Rapporti con i Media – Banca dei Territori e Media locali

stampa@intesasanpaolo.com

 

 

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}