{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

COMUNICATO STAMPA
LEONARDO A NAPOLI INCANTA 30.000 VISITATORI
ULTIMI GIORNI PER AMMIRARE LA SCAPILIATA DI LEONARDO
ALLE GALLERIE DI PALAZZO ZEVALLOS STIGLIANO

Domenica 2 settembre si conclude l’esposizione della celebre opera di
Leonardo da Vinci, in prestito dalla Pilotta di Parma


Napoli, 31 agosto 2018 – Si conclude domenica prossima alle Gallerie d’Italia – Palazzo Zevallos Stigliano, sede museale di Intesa Sanpaolo a Napoli, l’esposizione della celebre opera di Leonardo da Vinci La Scapiliata, proveniente dal Complesso Monumentale della Pilotta di Parma.

L’esposizione, curata da Marco Carminati, inaugurata lo scorso 6 luglio nell’ambito della rassegna L’Ospite illustre, è stata visitata in meno di 2 mesi da circa 30.000 spettatori, segnando in anticipo le celebrazioni per i 500 anni dalla morte di Leonardo previste per il prossimo anno.

Il celebre dipinto di Leonardo, la Testa di donna, detta La Scapiliata, è una tavoletta in legno di 27x21 cm, dipinta con terra d’ombra, ambra inverdita e biacca, nota sin dal 1627 per la citazione, negli inventari di Federico Gonzaga, di “un quadro dipintovi la testa di una donna scapigliata bozzata…, opera di Leonardo da Vinci”. La sua datazione è tutt’ora incerta e oggetto di studio, così come la sua effettiva natura (dipinto non finito, abbozzo, studio preparatorio, volto di Madonna), la provenienza e la sua destinazione.

La raffinata Testa di donna è stata messa a confronto, nel corso di alcune visite guidate, con il volto di sant’Orsola raffigurata nel Martirio di Caravaggio – capolavoro delle collezioni Intesa Sanpaolo ospitato alle Gallerie di Napoli –, e con altre donne rappresentate nelle opere di Palazzo Zevallos Stigliano, lungo un arco cronologico che va dal XVII ai primi anni del XX secolo.

Accanto alla Scapiliata di Leonardo da Vinci è stata esposta una riproduzione digitale di Salomè con la testa del Battista di Bernardino Luini, il cui originale, datato al 1525 circa, è conservata agli Uffizi dal 1793. Sorprendente è la somiglianza tra la Testa di donna di Leonardo e la protagonista femminile del dipinto del pittore lombardo.

Il dialogo tra i volti del capolavoro di Leonardo e quello di Luini è qui reso possibile grazie all’esposizione di quest’ultimo sotto forma di DAW® – Digital Art Work, copia digitale riprodotta in serie limitata, numerata e certificata, in scala 1:1 in tutto e per tutto fedele all’originale, realizzata dall’azienda Cinello in accordo con la Galleria degli Uffizi utilizzando un’innovativa tecnologia brevettata. L’iniziativa è stata promossa da Save the Artistic Heritage Il catalogo della mostra Leonardo da Vinci. La Scapiliata è edito da Marsilio e contiene un saggio critico del curatore Marco Carminati.

Immagini dell’opera al link: https://bit.ly/2KtMiBJ

Informazioni per la stampa
Intesa Sanpaolo
Ufficio Media Attività Istituzionali, Sociali e Culturali
Tel. 0287962925
stampa@intesasanpaolo.com

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}