{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Polittico Griffoni: in mostra a Palazzo Fava un capolavoro del Rinascimento

Angelo Annunciante, Francesco del Cossa, Collezione Cagnola, Gazzada

Intesa Sanpaolo è main sponsor della mostra "La riscoperta di un capolavoro" (Bologna, Palazzo Fava, 18 maggio - 10 gennaio 2021). La mostra riporta a Bologna, 300 anni dopo la dispersione dei pannelli che lo costituivano, il Polittico Griffoni di Francesco del Cossa ed Ercole de' Roberti, una pala d'altare che è tra i massimi capolavori del Rinascimento italiano.

Realizzata verso il 1470 per la cappella di famiglia del mercante Floriano Griffoni, era originariamente formata da 25 pannelli, che furono successivamente smembrati diffondendosi poi nel corso dell'800 nel mercato dell'antiquariato e del collezionismo. I 16 pannelli rimasti sono ora ricongiunti per la prima volta a Bologna grazie a prestiti dai vari musei italiani ed esteri dove sono attualmente conservati.

Delle tavole in mostra, due – provenienti dalla Pinacoteca di Brera – sono state restaurate nel 2016 da Intesa Sanpaolo nell'ambito del programma Restituzioni, che dal 1989 cura e sostiene il restauro di opere del patrimonio artistico italiano, individuate in collaborazione con gli organismi ministeriali di tutela.

La partecipazione alla mostra di Bologna conferma l'impegno strategico di Intesa Sanpaolo alla vita culturale del Paese che si manifesta nel Progetto Cultura. Oltre a progetti, collaborazioni e scambi di opere con le maggiori istituzioni culturali italiane e internazionali e al supporto di molte iniziative in tutta Italia, Progetto Cultura si propone la conservazione, valorizzazione e condivisione con il pubblico del rilevante patrimonio artistico, architettonico e documentario del Gruppo, uno dei maggiori in Europa: 30mila opere, di cui 3500, di particolare interesse storico-artistico, sono raccolte ed esposte in tre storiche sedi della Banca a Milano, Napoli e Vicenza che compongono oggi il sistema museale delle Gallerie d'Italia.Tra due anni si aggiungerà una quarta sede a Torino nel Palazzo Turinetti in piazza San Carlo, dedicata prevalentemente alla fotografia.

{"toolbar":[]}