{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

La prima piattaforma italiana dedicata alle Start-Up e ai loro investitori di riferimento giunge alla quarta edizione

“START-UP INITIATIVE”: CONCLUSA LA QUARTA EDIZIONE DEL PROGETTO DI INTESA SANPAOLO DEDICATO ALLE START-UP E AGLI INVESTITORI PRONTI A SOSTENERLE

  • Al quarto appuntamento del 2010 hanno chiesto di partecipare oltre 120 Start-Up. 26 hanno avuto accesso alla fase di formazione e valutazione e 12 (tra cui 4 straniere) sono state selezionate per il confronto con Fondi di Seed Capital, Fondi di Venture Capital, Fondazioni e Business Angels.
  • Oltre 50 potenziali investitori presenti alla giornata conclusiva
  • Collaborazione con l’associazione non profit Fondazione Prospera per il mentoring delle start up
  • Firmato un accordo con TOP- IX per la messa a disposizione della propria infrastruttura
  • Per il 2010 previste altre 2 edizioni, a settembre e novembre.


Milano, 5 Luglio 2010 – Dopo il successo della precedenti edizione della “Start-Up Initiative” – ideata e promossa dalla Divisione Corporate e Investment Banking e dal suo Team Innovazione e presentata a Milano alla fine dello scorso anno - Intesa Sanpaolo ha riaperto le porte della prima piattaforma italiana dedicata alle Start-Up e ai loro investitori di riferimento.


A questo appuntamento, conclusosi nei giorni scorsi a Milano, hanno preso parte 26 Start-Up individuate grazie a una selezione che ha interessato oltre 120 realtà di questo tipo, anche internazionali, che hanno percorso il programma articolato in tre momenti distinti:
- la prima fase ha visto le aziende seguire un programma di formazione finalizzato alla preparazione del business plan e all’organizzazione e alla gestione dell’incontro con gli investitori. Le due giornate di formazione in aula sono state tenute da John Dilts, docente di economia d’impresa presso prestigiose università americane, fondatore della Maverick Angels LLC in California - una rete di veri e propri “Business Angels”, investitori informali focalizzati su investimenti e mentoring delle neo-imprese - e consulente di impresa per le strategie di innovazione sostenibile;
- alla fase di formazione ha fatto seguito una giornata dedicata alla valutazione e alla selezione delle imprese. Grazie alla partecipazione di un panelist di esperti provenienti dal mondo del Venture Capital, degli Incubatori universitari e delle Fondazioni attive in questo settore, hanno avuto acceso alla fase successiva 12 Start-Up, 4 di queste straniere;


- La fase operativa ha visto le aziende selezionate incontrare oltre 50 potenziali investitori (tra cui Business Angels, Venture Capitalists, Fondi di Seed Capital e Fondazioni) e Corporates secondo gli schemi consueti per questo tipo di evento: presentazione dell’azienda e del business plan e Q&A tra investitori e azienda su tematiche economiche, finanziarie e tecniche.


Novità di questa edizione, l’accordo con l’associazione non profit Prospera che si è resa disponibile ad offrire mentoring gratuito alle start up partecipanti e che estenderà la collaborazione anche per le successive edizioni. Inoltre, è stato firmato un accordo con TOP-IX (Torino Piemonte Internet Exchange) che contribuisce al sostegno alle start-up sia a livello infrastrutturale (i.e. banda, server, hosting, housing, etc.) che per la sperimentazione in fase pre-competitiva di tecnologie, servizi, modelli operativi e di business.
Nel corso della formazione sono stati anche illustrati alle Start-up partecipanti i servizi logistici e a valore aggiunto resi disponibili da una selezione di Incubatori e Parchi Tecnologici Italiani tra i quali l’Acceleratore d’impresa del Politecnico di Milano, I3P, Incubatore Firenze, Sardegna Ricerche e altri 10 Incubatori Associati all’APSTI.


Alla fine di questo percorso sono state 90 le manifestazioni di interesse da parte degli investitori intervenuti, che potrebbero vedere la finalizzazione degli investimenti nei prossimi mesi. Nel secondo semestre del 2010 sono previsti altri 2 appuntamenti della “Start-Up Initiative” nei mesi di settembre e novembre.

“La forza di un paese sta nel trovare attori che aiutino a crescere sempre più le iniziative ad alto
contenuto d’innovazione- ha dichiarato Gaetano Micciché, direttore generale e responsabile Divisione Corporate e Investment Banking di Intesa Sanpaolo e CEO di Banca IMI - e per questo motivo una Banca come la nostra si è impegnata a favorire lo sviluppo delle start up. E' un dovere che sentiamo molto forte mettere in campo energie e professionalità per selezionare nuove realtà imprenditoriali caratterizzate da progetti innovativi, prepararle a "comunicare" con il mercato, metterle in contatto con possibili partner o investitori. Selezione, formazione e comunicazione rappresentano tre momenti necessari al successo di una start-up, tre passaggi obbligatori per ambire a scoprire le Apple, le Google e le Nokia di domani”.

§

Grazie al progetto Start-Up Initiative si amplia l’offerta di servizi e prodotti che il Gruppo Intesa Sanpaolo mette a disposizione delle imprese italiane.
In particolare a quelle che intendono intraprendere un percorso di crescita attraverso innovazione e ricerca, dagli spin off universitari alle start up, dalle Piccole e Medie Imprese high tech ai gruppi tecnologici, la Banca offre assistenza, consulenza, finanziamenti ed equity, attraverso strutture dedicate fra le quali:

  • Intesa Sanpaolo Eurodesk, Sportello Europeo per agevolare l’accesso delle imprese ai progetti di finanziamento comunitari;
  • MedioCredito Italiano, che gestisce diverse linee di finanziamento a favore dell’innovazione, fra le quali Nova+;
  • la Divisione Corporate e Investment Banking, attraverso il suo Merchant Banking ed il
    Team Innovazione;
  • Atlante Venture e Atlante Venture Mezzogiorno, i due fondi di Venture Capital per le
    imprese che voglio crescere attraverso ricerca e innovazione;
  • Banca IMI attraverso i suoi servizi consulenziali finalizzati alla quotazione in borsa e/o ad altre strategie di crescita;
  • la partnership nella Fondazione Filarete, assieme all’Università di Milano e alla Fondazione
    Cariplo;
  • la partecipazione al Fondo per lo Sviluppo delle Piccole e Medie Imprese, promosso dal
    Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Per informazioni
Intesa Sanpaolo
Ufficio Media - Corporate e Investment Banking
tel. +39.02.8796.3851 / 3010
stampa@intesasanpaolo.com

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}