{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Inaugurato oggi a Torino il Museo del Risparmio promosso da Intesa Sanpaolo

• Visitabile dal 25 maggio con ingresso gratuito fino al 3 giugno
• Multimediale, interattivo, ludico, in costante evoluzione: esplora i temi del risparmio nella storia, nella letteratura, nel cinema e nell’attualità
• Pensato per visitatori di ogni età con qualsiasi livello di preparazione


Torino, 24 maggio 2012 - Inaugurato oggi a Torino il Museo del Risparmio. L’iniziativa, promossa da Intesa Sanpaolo, vuole essere un contributo per far riflettere sui temi del risparmio e degli investimenti. L’approccio è multimediale ed interattivo, a cominciare dal biglietto con tecnologia RFID, che permette di personalizzare la visita e di memorizzare i risultati ottenuti partecipando ai giochi proposti.

Il Museo occupa una superficie di 600 metri quadrati in via San Francesco d’Assisi 8/A, all’interno del palazzo che nel 1519 fu sede del primo Monte di Pietà cittadino, situato nel centro storico di Torino. Il percorso museale si snoda lungo cinque sale tematiche: “Conoscere”, dedicata alla storia della moneta; “Capire” riguardante gli strumenti della finanza, come azioni, obbligazioni, fondi pensione e altri; “Raccontare” dove personaggi della storia e della letteratura narrano il loro rapporto con il denaro; “Sognare” con spezzoni di film di grandi registi; “Sperimentare” per mettersi alla prova nella difficile arte di gestire il denaro. Guide virtuali della visita sono “For” e “Mika”, la coppia di formiche mascotte del Museo.

Il Museo del Risparmio di Torino è il primo di questo genere nel mondo. L’obiettivo di Intesa Sanpaolo è di farne uno strumento dinamico, che si aggiorna ed arricchisce in sintonia con l’evolversi del contesto economico e finanziario internazionale. Nell’ambito del Museo nasceranno inoltre iniziative di più ampio respiro per le quali i visitatori saranno invitati a dare un contributo partecipando ai “call for ideas” che saranno presto lanciati sul sito www.museodelrisparmio.it.

La gestione economica del Museo - che prevede un biglietto d’ingresso massimo di 8 euro e tariffe ridotte per varie categorie - sarà trasparente e consultabile attraverso il sito Internet. I ricavi della gestione verranno utilizzati per coprire i costi e, se sufficienti, a finanziare borse di studio per i giovani.

Il Museo è aperto da lunedì a domenica, dalle 10 alle 19, il giovedì con orario prolungato fino alle 22; è chiuso il martedì. Ogni primo sabato del mese l’ingresso è gratuito.

 

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}