{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

COMUNICATO STAMPA


CR UMBRIA: MONITOR DEI DISTRETTI DELL’UMBRIA

• Realizzato dal Servizio Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo per Casse di Risparmio dell’Umbria

• Dati al 30/09/2103


Spoleto, 27 gennaio 2014 - Nel terzo trimestre del 2013 l’export dei distretti umbri ha mantenuto una buona dinamica registrando un aumento tendenziale dell’8,2%. Si tratta di una delle migliori performance nel panorama distrettuale italiano. E’ il quindicesimo trimestre di crescita consecutiva delle vendite estere dei distretti umbri che hanno così raggiunto il livello record di 163,2 milioni di euro esportati in un solo trimestre.

Tutti e tre i distretti della regione hanno chiuso il trimestre in territorio positivo, con risultati
particolarmente brillanti per il Mobile dell’Alta Valle del Tevere (+42,4%) e la Maglieria e abbigliamento di Perugia (+7,6%) mentre registra un rallentamento l’Olio umbro (+0,8%), penalizzato dalla flessione dell’export registrata nei principali mercati di riferimento.

Grazie alle buone performance realizzate nel terzo trimestre del 2013 la Maglieria e abbigliamento di Perugia ha toccato nuovi livelli di massimo storico, portando le sue esportazioni a 103,3 milioni di euro, mentre il Mobile dell’Alta Valle del Tevere ha esportato beni per un valore pari a 15,8 milioni di euro, registrando il miglior terzo trimestre di sempre.

Gli Stati Uniti rimangono la principale meta commerciale dei distretti umbri, anche se rimane invariata la quota di export rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente.
Sperimentano una crescita invece i flussi di export indirizzati verso Svizzera, Russia e Giappone.

L’analisi dei dati sugli ammortizzatori sociali presenta un quadro meno positivo rispetto a quello offerto dai dati di interscambio commerciale. Nei distretti del mobile dell’Alta Valle del Tevere e della Maglieria e abbigliamento di Perugia, infatti, la CIG straordinaria, che solitamente è attivata in seguito a situazioni di crisi aziendale, ha mostrato segnali di accelerazione. Questo dato è un indicatore della debolezza del mercato interno solo parzialmente superata dalle buone performance conseguite all’estero.

 

Per informazioni:

Gruppo Intesa Sanpaolo
Ufficio Media Banca dei Territori e Media Locali
055 2612550
stampa@intesasanpaolo.com

 

 

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}