{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Intesa Sanpaolo e la sua reputazione in tema di sostenibilità

Intesa Sanpaolo e la sua reputazione in tema di sostenibilità

Il Center for Corporate Reputation (Centro per la reputazione aziendale) della Saïd Business School della Oxford University ha pubblicato un case study sull’impegno di Intesa Sanpaolo a sostegno dell’adozione della Circular Economy.

L’analisi parte da una domanda: “Da dove deriva questa iniziativa strategica e come ha fatto la banca a sfruttare la sua reputazione nel perseguimento di un impegno così insolito senza danneggiarla?”.

A fornire una risposta sono i ricercatori Mark Hughes-Morgan e Dennis West, autori dello studio, che ripercorrono le principali tappe della strategia di Intesa Sanpaolo a supporto della diffusione del modello economico produttivo circolare e riconoscono come la più grande banca italiana abbia da tempo costruito una solida reputazione internazionale in tale ambito.

 “Nel suo piano industriale 2018-2021 – si legge nel case study della business school – Intesa Sanpaolo ha assunto un impegno fondamentale per investire nell'economia circolare, con il lancio di un plafond fino a 5 miliardi di euro”, poi salito a 6 con l’acquisizione di UBI Banca. “La credibilità dell'iniziativa è stata rafforzata dalla sua partnership con la Ellen MacArthur Foundation, uno dei principali attivisti per l'economia circolare”.

“Ci impegniamo a essere, in Italia, il motore dell’economia reale e dell’economia sociale e a non lasciare indietro nessuno” – ha sottolineato il CEO di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina, in occasione dell’Annual Summit 2021 della Fondazione Ellen MacAthur.

Lo studio evidenzia come l’Economia Circolare ponga sfide crescenti per tutte le aziende e quanto importante sia per una banca affinare gli strumenti per misurare oggettivamente gli impatti diretti e indiretti dei finanziamenti concessi.

La banca ha affidato il compito di perseguire questi e altri obiettivi a Intesa Sanpaolo Innovation Center, società guidata da Maurizio Montagnese che esplora e apprende nuovi modelli di business per supportare la competitività a lungo termine del Gruppo e dei suoi clienti.

{"toolbar":[]}