{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Credito aggiuntivo per le PMI grazie alla cartolarizzazione con garanzia BEI

Immagine di un negoziante che appende un cartello che invita ad entrare nel proprio negozio

Intesa Sanpaolo insieme al Fondo Europeo degli Investimenti (FEI) e alla Banca Europea degli Investimenti (BEI) ha avviato una nuova cartolarizzazione di un portafoglio di prestiti per circa €2 miliardi.

Le risorse liberate attraverso la garanzia rilasciata dal FEI saranno messe a disposizione per lo sviluppo digitale e sostenibile delle PMI e delle filiere produttive con nuovi prestiti a condizioni più favorevoli.

Con questa cartolarizzazione prosegue l’impegno della Banca al rilancio dell’economia produttiva del Paese danneggiata dalla pandemia da COVID-19.

Per garantire lo sviluppo del sistema produttivo del Paese, Intesa Sanpaolo sostiene le filiere produttive e i fornitori di filiera grazie a un approccio innovativo nella valutazione del merito creditizio e quindi nell’accesso al credito attraverso il proprio Programma Sviluppo Filiere, ideato a fine 2017 e recentemente rinnovato.

Per rilanciare il Paese, la Banca opera anche sul fronte della sostenibilità, con strumenti di finanziamento innovativi tra cui il nuovo prestito s-Loan, specificatamente disegnati per accompagnare gli sforzi delle imprese nella direzione di una maggiore sostenibilità sotto il profilo ambientale, sociale e di governance di impresa (ESG). 

{"toolbar":[]}