{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Collocato il primo Btp Green italiano

Collocato il primo Btp Green italiano

Il Tesoro italiano ieri ha raccolto €8,5 miliardi nel più grande debutto di green bond in Europa. Intesa Sanpaolo ha partecipato all’emissione del primo Btp green come structuring advisor e lead manager, con un pool di banche.

L’offerta per questi titoli di stato inaugurali incentrati sull'ambiente e la sostenibilità ha incrociato una domanda di 80 miliardi.

I green bond forniscono finanziamenti per progetti ambientali e prevedono l’obbligo di riferire agli investitori in merito come vengono utilizzati i fondi.

Mauro Micillo, Chief of IMI Corporate & Investment Banking Division, Intesa Sanpaolo, ha così commentato l’emissione del titolo:

“Siamo molto orgogliosi di aver partecipato, in qualità di structuring advisor del Framework e di lead manager, all’emissione del primo BTP Green. Il successo senza precedenti dell’operazione conferma l’interesse per questa tipologia di titoli da parte degli investitori, soprattutto quelli specializzati in ambito green.

“La scelta di emettere debito pubblico green si innesta in un contesto in cui l’attenzione ai temi della sostenibilità ambientale e sociale sta assumendo un ruolo cruciale sia nell’ambito delle politiche europee (il Next Gen EU destina il 37% dei 750 miliardi di euro alla transizione ecologica), sia a livello nazionale.

“Il primo BTP Green andrà a supportare la transizione ecologica del nostro Paese permettendo di finanziare la trasformazione in chiave green delle infrastrutture energetiche e di trasporto e di realizzare rilevanti investimenti nel patrimonio edilizio e nel settore industriale. Siamo convinti che tutto ciò potrà dare ulteriore impulso alla strategia italiana finalizzata al conseguimento della neutralità climatica entro il 2050, consentendoci di raggiungere gli obiettivi dello European Green Deal”.

 

Photo credits Laboratorio Fotografico del MEF

{"toolbar":[]}