{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD","clientIDSh":"9e04155b-dc20-4ad8-b40b-5d4c665631f2","signatureSh":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryptionSh":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyIDSh":"72a8b4f5-7fbb-427b-9006-4baf6afba018","userSh":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Lectio Magistralis di Carlo Messina all’Università di Padova

L’immagine che accompagna la News sulla Lectio Magistralis del CEO Carlo Messina in occasione del conferimento della Laurea Magistrale ad Honorem in Economics and Finance da parte dell’Università di Padova, ritrae il CEO Carlo Messina

L’Università di Padova ha conferito a Carlo Messina, CEO di Intesa Sanpaolo, la Laurea Magistrale ad Honorem in Economics and Finance.

In occasione della cerimonia di assegnazione del titolo accademico, Carlo Messina ha tenuto una lectio magistralis dal titolo: “Le prospettive economiche dell’Italia e del Veneto e il ruolo di Intesa Sanpaolo”.

Di seguito alcuni highlights del suo intervento:

  • L’Italia è un Paese molto forte, che ha dimostrato di saper uscire da una fase complessa come quella della pandemia, registrando una reazione che ha portato a una crescita che è stata superiore – oltre 4% - rispetto a quella della Germania, della Francia e della Spagna
  • Oggi le imprese italiane sono le più solide in Europa: questa è la conseguenza di un lavoro eccezionale svolto nel corso degli anni in cui il PIL aveva più difficoltà a crescere. Le nostre imprese hanno lavorato sulla loro struttura finanziaria, riducendo la dipendenza dal credito bancario, lavorando su innovazione e diversificazione delle fonti di approvvigionamento e dei mercati di sbocco. In questo ambito, il Veneto rappresenta un territorio leader e di frontiera
  • In parallelo, le famiglie italiane hanno sempre avuto un risparmio superiore alla media di tutti i Paesi europei e hanno continuato a mantenerlo anche con le condizioni createsi nella pandemia, mantenendo però un livello di indebitamento che è il più basso tra i Paesi Europei
  • Grazie a questi due pilastri, imprese e famiglie, oggi l’Italia è il Paese che è meglio posizionato in Europa, perché ha fattori di forza collegati con elementi dell’economia reale, ha fondamentali fortissimi
  • Restano due elementi di grande attenzione: la dimensione del debito pubblico, pur sostenibile, e la necessità di accelerare la crescita del PIL, per stabilizzare il rapporto Debito/PIL. Su questo il PNRR è fondamentale
  • Accelerare la crescita è funzionale anche a ridurre le disuguaglianze, in particolare in una fase inflattiva che è stata più ingiusta con chi ha minori risorse finanziarie: questo è un tema sociale che va considerata una priorità assoluta per chi abbia una responsabilità istituzionale e per ognuno di noi
  • Intesa Sanpaolo, dopo aver raggiunto una leadership europea in termini di capacità di generare reddito, ha ritenuto che fosse giusto – e oggi auspicato anche dalla gran parte degli investitori internazionali – ragionare su cosa fare per le comunità in cui opera, avendo un reale impatto, in particolare nell’ambito del Sociale: questo è diventato un elemento valoriale, che caratterizza la missione della banca
  • Essere più vicini a chi ha più bisogno sul territorio è una visione che porta Intesa Sanpaolo ad avere una sintonia elettiva unica con le Fondazioni azioniste, ricordando che il 70% dei dividendi per cassa consente alle Fondazioni di effettuare i propri interventi sul territorio
  • Finché non saranno a regime le implicazioni positive dell’uso dell’intelligenza artificiale, è necessario farsi carico di considerare le persone che lavorano nella propria azienda come un valore, da tutelare, cui garantire delle prospettive. Occorre inventare nuove soluzioni. In Intesa Sanpaolo per esempio l’impiego di 1.000 persone nel sociale e nell'Esg potra' garantire nuovi mestieri, facendo il bene delle comunità e rafforzando la reputazione della banca.

Qui il testo completo della lectio magistralis “Le prospettive economiche dell’Italia e del Veneto e il ruolo di Intesa Sanpaolo” di Carlo Messina, CEO di Intesa Sanpaolo.

Nelle motivazioni del conferimento del titolo accademico si legge:

“È considerato uno dei principali banchieri europei; guida il maggior gruppo bancario del Paese e tra i primi 5 nell’area euro, con circa 94.000 dipendenti in Italia e all'estero, oltre 430 miliardi di finanziamenti in essere a imprese e famiglie, e 1,3 trilioni di attività finanziarie gestite e amministrate. Sotto la sua guida il Gruppo ha espresso un forte impegno ESG, raggiungendo un posizionamento ai vertici mondiali per l’impatto sociale e l’attenzione ai temi ambientali. Intesa Sanpaolo ha, inoltre, sempre posto grande attenzione al mondo universitario sostenendo la ricerca e supportando tutti gli studenti e le studentesse per favorire lo sviluppo dei talenti.”

Il titolo accademico onorario è stato conferito a Carlo Messina su proposta del Dipartimento di Scienze economiche e aziendali "Marco Fanno" dell'Università di Padova, che è una delle più antiche Università del mondo.

La proclamazione è stata preceduta dalla Laudatio della Magnifica Rettrice Daniela Mapelli, seguita da una lettura delle motivazioni condotta da Paola Valbonesi, Direttrice del Dipartimento di Scienze economiche e aziendali "Marco Fanno".

La cerimonia ha avuto luogo il 13 marzo 2024 nell’Aula Magna Galileo Galilei di Palazzo del Bo, sede dell’ateneo di Padova.

{"toolbar":[]}