{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Milano, 14 maggio 2002

A seguito del processo di razionalizzazione delle partecipazioni, é stata perfezionata in data odierna la cessione della quota detenuta da IntesaBci in Banca delle Marche (n. 34,2 milioni di azioni pari al 4,6% del capitale) al prezzo di 45,269 milioni di euro.

Nell'ambito della stessa operazione, sono state altresì cedute a Banca delle Marche anche 15.385.933 azioni ordinarie di Mediocredito Fondiario Centroitalia – pari al 12,41% del capitale – possedute dalle controllate Casse di Risparmio di Ascoli Piceno, Cassa di Risparmio di Terni e Narni, Cassa di Risparmio di Foligno e Cassa di Risparmio di Città di Castello, al prezzo di 21,869 milioni di euro.

L'operazione comporterà per il Gruppo una plusvalenza complessiva di 12,75 milioni di euro.
{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}