{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Milano, 02 settembre 2004

Il Consiglio di amministrazione di Intesa Mediocredito (Gruppo Intesa), riunitosi oggi a Milano sotto la presidenza di Mario Zanone Poma, ha approvato la relazione semestrale al 30 giugno 2004.

La Banca ha ottenuto risultati positivi in termini sia di volumi operativi sia di redditività; l’attività è stata sostenuta dall’offerta di soluzioni personalizzate per le esigenze finanziarie a medio termine delle imprese e dall’efficace raccordo con le reti distributive del Gruppo Intesa.

La Banca ha registrato un margine di intermediazione di € 98,3 milioni, con un incremento del 2% rispetto allo stesso periodo del 2003, e un utile netto di € 36,4 milioni (+24%). I mezzi patrimoniali ammontano a oltre 850 milioni di euro.

I flussi operativi al 30 giugno 2004 confermano il posizionamento di Intesa Mediocredito quale maggiore banca a livello nazionale specializzata nel finanziamento dello sviluppo delle medie e piccole imprese: il portafoglio crediti supera i 13,6 miliardi di euro (+3%) a favore di oltre 20.000 imprese clienti; i finanziamenti erogati nel semestre hanno raggiunto 1,5 miliardi di euro.

 

Intesa Mediocredito, operativa dal 2001, continua l'attività di Mediocredito Lombardo, fondato nel 1953, ed è la banca specializzata del Gruppo Intesa nel credito a medio termine per le imprese.

 

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}