{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

COMUNICATO STAMPA

In data odierna Telco e Sintonia hanno perfezionato (i) l’acquisto in contanti da parte di Sintonia della quota di azioni Telecom Italia detenute da Telco ad essa riferibili (circa n. 275,1 milioni di azioni ordinarie, pari al 2,06% del relativo capitale), al prezzo di Euro 2,2 per azione e così dunque per un corrispettivo complessivo di circa Euro 605 milioni; e (ii) l’acquisto da parte di Telco dell’intera partecipazione detenuta da Sintonia nel capitale sociale di Telco (circa n. 162,8 milioni azioni di classe A, pari all’8,39% del capitale sociale). Sempre in data odierna il Consiglio di Amministrazione, preso atto delle dimissioni dell’ing. Valerio Bellamoli, consigliere designato da Sintonia, ha cooptato l’avv. Oliviero Pessi.

Il saldo dell’operazione, pari a circa Euro 312 milioni, è stato utilizzato da Telco per rimborsare parte delle linee di credito in scadenza a fine anno. La residua parte dei finanziamenti in scadenza entro fine anno è stata estesa sino all’11 gennaio 2010. In linea con gli impegni comunicati il 18 novembre scorso, i soci hanno assunto l’impegno a sottoscrivere pro quota sulla base delle rispettive partecipazioni al capitale un Prestito Obbligazionario della Società sino a massimi Euro 2,6 miliardi. In aggiunta, la Società sta negoziando con primari istituti bancari la concessione di linee di credito per massimi Euro 1,4 miliardi, destinati a ridurre proporzionalmente gli impegni dei soci con riferimento al citato Prestito Obbligazionario.

Milano, 22 dicembre 2009

 

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}