{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

INTESA SANPAOLO E INPS SIGLANO UNA CONVENZIONE A FAVORE DEI PENSIONATI

I pensionati potranno accedere a finanziamenti con un iter semplificato, direttamente presso le filiali del Gruppo e senza oneri burocratici.

Roma, 21 settembre 2007 – Gian Paolo Sassi, Presidente dell’INPS, Mario Ciaccia, Amministratore Delegato di Banca Intesa Infrastrutture e Sviluppo e Andrea Crovetto, Direttore Commerciale della Banca dei Territori di Intesa Sanpaolo, si sono incontrati oggi a Roma per firmare la convenzione che ha lo scopo di agevolare i pensionati nell’accesso a finanziamenti a fronte di cessione del quinto della pensione.

I beneficiari della convenzione sono i circa 8 milioni di pensionati, con il solo vincolo che alla scadenza del finanziamento richiesto non superino l’età di 80 anni.

I principali vantaggi derivanti dalla stipula dell’accordo sono i seguenti:

  • condizioni molto competitive per il credito al Cliente pensionato: ad esempio, richiedendo un finanziamento di durata decennale, un Cliente di 60 anni con una pensione netta di 1.000 euro che cede il quinto della pensione potrà ricevere dalla Banca fino a circa 15.500 euro;
  • massima trasparenza e spese di istruttoria pari a zero: la Banca non applicherà spese di istruttoria. Inoltre comunicherà al Cliente il dettaglio degli interessi, dei premi assicurativi ed il costo complessivo del finanziamento (TAEG);
  • velocità nei tempi di erogazione: qualora non vi siano già ulteriori cessioni della pensione in corso, la Banca eroga il finanziamento entro 48 ore dalla richiesta;
  • rapporto diretto tra la Banca e il Cliente pensionato, evitando così incrementi non giustificati dei costi;
  • comunicazione semplice e veloce: l’esito dell’istruttoria sarà immediatamente comunicata al Cliente.

L’accordo sottoscritto oggi diventerà operativo presso tutte le filiali del Gruppo Intesa Sanpaolo a partire dal 08.10.2007. In una prima fase, transitoria, il Cliente dovrà consegnare in Filiale anche la “Comunicazione di Quota Cedibile” rilasciata dalla Sede Provinciale INPS di competenza. Nei prossimi mesi, quando l’INPS renderà possibile la connessione informatica con la Banca, sarà sufficiente presentare solo il cedolino della pensione.

L’accordo è stato reso possibile anche grazie alla collaborazione di due società appartenenti al Gruppo bancario: Banca Intesa Infrastrutture e Sviluppo - che sta completando l’iter di integrazione con Banca OPI per dare vita alla prima banca italiana attiva nel public finance -cui si deve una pluriennale relazione con l’INPS e a NEOS Banca, società specializzata nel credito al consumo in grado di soddisfare le diverse esigenze del mercato, fornendo ai propri clienti la disponibilità finanziaria per realizzare serenamente qualunque progetto.


Per informazioni:
Intesa Sanpaolo

Costanza Esclapon
Rapporti con i Media
+3902.87963851
Stampa@intesasanpaolo.com

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}