{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

ESTESA ANCHE AI CLIENTI EX GRUPPO SANPAOLO IMI LA PROCEDURA DI CONCILIAZIONE PER I TITOLI PARMALAT

  • Più di 24.000 clienti potranno presentare domanda dal prossimo 7 aprile
  • Procedura basata su criteri di trasparenza e condivisione già utilizzata con i clienti ex Banca Intesa 
     

Roma, 20 febbraio 2008 – Si è tenuto oggi un incontro fra i rappresentanti di Intesa Sanpaolo e delle Associazioni dei consumatori.
Nel corso della riunione il Consigliere Delegato e CEO di Intesa Sanpaolo, Corrado Passera, ha presentato a tutte le Associazioni dei Consumatori rappresentative a livello nazionale (*) una proposta per avviare una procedura di conciliazione gratuita per i clienti ex Sanpaolo IMI che abbiano acquistato titoli Parmalat.

L’iniziativa riprende l’esperienza positiva maturata negli anni passati con la procedura di conciliazione effettuata per gli ex clienti del Gruppo Banca Intesa titolari di bond Parmalat che ha portato ad esaminare con commissioni paritetiche tra azienda e associazioni 12.000 domande ed a rimborsarne circa il 50%.

L’estensione della procedura riguarderà circa 24.000 clienti dell’ex Gruppo Sanpaolo IMI che avevano acquistato bond Parmalat convertiti ora in azioni e warrant Parmalat. A partire dal 7 aprile prossimo, i clienti potranno presentare domanda di ammissione alla procedura di conciliazione.

Le valutazioni, anche questa volta, saranno effettuate da cinque commissioni paritetiche  divise per competenze territoriali con sedi Torino(Nord Est e Nord Ovest), Milano(Lombardia) e Roma(Centro e Sud). Ogni commissione sarà composta da un rappresentante delle associazioni ed uno della Banca che esamineranno caso per caso le richieste pervenute dai clienti. Le commissioni giudicheranno in base ai  criteri di trasparenza e condivisione già utilizzati nella precedente esperienza ( competenza e abitudine all’investimento, coerenza tra il profilo di rischio e  l’ammontare dell’investimento, ruolo svolto dalla banca, rating non rating, informazione fornita).

Nella proposta la Banca si impegna a comunicare l’iniziativa a tutti i clienti che potenzialmente possono avere accesso alla conciliazione e a rendere disponibile il regolamento contenente tutte le informazioni utili all’accesso alla procedura tramite le proprie Filiali, le sedi delle Associazioni dei Consumatori e il sito internet dell’istituto www.intesasanpaolo.com.

(*) Associazioni dei Consumatori:
Acu, Adiconsum, Adoc, Adusbef, Altroconsumo, Assoutenti, Casa del Consumatore, Centro Tutela Consumatori Utenti, Cittadinanzattiva, Codacons, Codici, Confconsumatori, Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione Nazionale Consumatori
.

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}