{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

INTESA SANPAOLO: RAPPORTI DORMIENTI

  • 26.626 Rapporti Nominativi (conti correnti, libretti di risparmio nominativi e depositi amministrati)
  • 54.349 Rapporti al Portatore (certificati di deposito, libretti di risparmio al portatore)


Milano, 28 febbraio 2008
– Il regolamento in materia di “Rapporti Dormienti” (DPR n. 116/2007) si applica ai rapporti contrattuali che rispettano tutte le seguenti condizioni:

-rientrano in una delle tipologie ivi indicate: deposito di somme di denaro con obbligo di rimborso, deposito di strumenti finanziari in custodia e amministrazione, contratto di assicurazione del ramo vita nei casi in cui sia previsto il pagamento di una rendita o di un capitale al beneficiario ad una data prefissata;
-non è stata effettuata alcuna operazione o movimentazione sul rapporto ad iniziativa del titolare o di terzi da questo delegati, per il periodo di tempo di 10 anni a decorrere dalla data di libera disponibilità delle somme e degli strumenti finanziari;
-il valore dei beni supera l'importo di 100 euro.

Al 14 febbraio 2008, il Gruppo Intesa Sanpaolo ha individuato 26.626 Rapporti Nominativi “Dormienti” tra conti correnti, libretti di risparmio nominativi e depositi amministrati e 54.349 Rapporti al Portatore “Dormienti” tra certificati di deposito e libretti di risparmio al portatore.

Per i Rapporti Nominativi il regolamento prevede che venga inviato al titolare del rapporto “dormiente” - mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento indirizzata all'ultimo indirizzo conosciuto, o a terzi da lui eventualmente delegati - l'invito ad impartire disposizioni entro il termine di 180 giorni dalla data di ricezione. Decorso tale termine senza che pervenga all'intermediario una disposizione - o comunque una comunicazione espressa del titolare dell'intenzione di continuare il rapporto - il rapporto stesso verrà estinto e le somme ed i valori relativi al medesimo verranno devoluti ad un fondo pubblico.

Per i Rapporti al Portatore - non essendo possibile individuare con certezza l'attuale titolare del rapporto, cui andrebbe inviata la suddetta lettera raccomandata - verrà predisposto, con aggiornamento mensile, un avviso contenente i dati dei depositi al portatore divenuti dormienti nel periodo di riferimento. L’avviso sarà consultabile presso le filiali e sul sito internet della Banca. Il termine di 180 giorni entro il quale il titolare potrà impartire disposizioni per evitare l'estinzione del rapporto decorrerà dalla data riportata su tale avviso. In caso di estinzione, come per i Rapporti Nominativi, le somme relative verranno devolute allo stesso fondo pubblico.


Intesa Sanpaolo
Rapporti con i Media
tel. +39.0287963531
stampa@intesasanpaolo.com

 

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}