{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

ANCORA PROGRESSI PER INTESA CASSE DEL CENTRO: CRESCONO VALORI E RISULTATI
L’Assemblea approva il bilancio 2007 e rinnova il CdA. Il nome della Società diventa Casse del Centro.

Spoleto, 10 aprile 2008. Si chiamerà soltanto“CASSE DEL CENTRO S.p.a.” per esprimere in modo ancora più immediato il senso del progetto di aggregazione delle Casse di Risparmio partecipate e il valore del loro radicamento territoriale. Questa la decisione presa dall’Assemblea straordinaria di Intesa Casse del Centro, presieduta da Alberto Pacifici.

La stessa Assemblea, in seduta ordinaria, ha poi approvato il bilancio al 31/12/2007 chiuso con un utile netto di 37,8 milioni di euro, in crescita del 26,5% rispetto all’anno precedente. Agli azionisti verrà distribuito un dividendo di 0,046 euro per ciascuna delle 774.240.078 azioni in circolazione.

La Società ha anche sottoposto all’attenzione degli azionisti i dati di consuntivo gestionale dell’aggregato delle 8 Casse di Risparmio partecipate per l’esercizio 2007.
Questi ultimi sono così sintetizzabili:
• La gestione operativa ha prodotto un risultato aggregato di 233,2 milioni, in incremento del 12,2% rispetto al 2006;
• L’utile di esercizio prima delle imposte e di componenti straordinarie si attesta a 191 milioni di euro, in crescita del 12,6%;
• l’utile dopo le imposte e prima di oneri straordinari si è attestato a 114,4 milioni (+18%). L’utile netto finale, pari a 94,3 milioni (-1,5%), ha risentito dell’accantonamento di 20 milioni al “Fondo esuberi” attivato a seguito degli accordi sindacali raggiunti dalla Capogruppo; un costo, quindi, ma anche un’opportunità che ha consentito, a dicembre, l’assunzione a tempo indeterminato di 72 giovani.

Il rapporto tra costi operativi e ricavi (cost/income), è sceso al 48,96% contro il 51% del 2006. Un dato, quest’ultimo, che conferma il livello di efficienza e la qualità del progetto che riunisce le Casse di Risparmio del Centro Italia: quelle di Città di Castello, Foligno, Spoleto e “Terni e Narni” in Umbria, Rieti e Provincia di Viterbo nel Lazio, Ascoli Piceno e Fano nelle Marche. Positiva anche l’evoluzione dei dati dell’operatività sul mercato: il 2007 si è infatti concluso con 4.340 clienti e 5.300 conti in più rispetto al 2006.

Rinnovato anche il Consiglio di Amministrazione che, giunto alla naturale scadenza, sarà composto, per il prossimo triennio, da:
• Pacifici Alberto
• Clementi Santino
• Dante Aldo
• Moscatelli Lino
• Bonomi Luigi
• Campanile Antonio
• Ceruti Flavio
• Luongo Piero
• Negri Mario Romano
• Parrini Paolo
• Pesaresi Mario
• Scarselli Aldo
• Cesari Luciano
• Biagioni Massimo
• D’Ingecco Denio
• Tigli Paolo
• Montani Montano
• Nicolini Giulia Ambrogina.

Come da statuto, il Presidente, il Vice Presidente e l’Amministratore Delegato saranno nominati nella prima riunione del nuovo Consiglio, che verrà convocata a breve.

Il Gruppo guidato dal Presidente Alberto Pacifici e dall’Amministratore Delegato Aldo Dante consolida la propria posizione in una fase congiunturale non certo facile per il sistema bancario. Il punto di forza si conferma la capacità di sostenere l’economia locale con un ammontare di finanziamenti che al 31 dicembre 2007 risultava pari a 6 miliardi 611 milioni di euro, quasi il 92% di quanto raccolto dai depositanti, in crescita di oltre il 7% rispetto al 2006, a fronte di sofferenze nette calate allo 0,45% dei crediti rispetto allo 0,81% del 2006. In incremento anche la raccolta diretta, cresciuta del 4,8% fino a raggiungere i 7 miliardi 206 milioni, e la massa amministrata, pari a 12 miliardi 700 milioni (+ 1,3%).

Sul fronte dei servizi ai risparmiatori le Casse hanno lavorato puntando alla qualità dell’offerta, al contenimento del rischio, alla diversificazione e all’innovazione, con effetti positivi anche sulla raccolta amministrata, pari a circa 3 miliardi e cresciuta di oltre il 10%. L’offerta si è arricchita sui prestiti ai giovani per l’acquisto della prima casa e sui finanziamenti alle imprese.

Una forte accelerazione è stata anche impressa agli strumenti evoluti di pagamento. La diffusione delle carte di credito ha registrato un incremento del 4,5%, quella dei bancomat del 17% e quella dei dispositivi di pagamento nei negozi (POS) si è accresciuta di oltre 7.500 macchine. In parallelo è stato sostituito con macchine di ultima generazione il 60% degli sportelli automatici ed è stata avviata la sperimentazione di sportelli automatizzati multifunzione per le operazioni sia di prelievo sia di versamento di contanti e assegni.

Nell’anno appena trascorso è inoltre entrato a regime il nuovo modello distributivo, con l’obiettivo di soddisfare in modo più efficace e apprezzato le esigenze specifiche dei diversi segmenti di clientela. Con 302 filiali e 2.300 dipendenti, il gruppo di Intesa Casse del Centro si conferma, quindi, tra le maggiori, più efficienti e dinamiche realtà bancarie del Centro Italia.

 

Per ulteriori informazioni:

INTESA CASSE DEL CENTRO
Rapporti con i Media
Luciano Proietti   Tel. 0743 237437
luciano.proietti@intesacassedelcentro.it 

INTESA SANPAOLO- Banca dei Territori
Rapporti con i Media
Monica Biffoni    Tel. 055 2612573
monica.biffoni@carifirenze.it

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}